Il paesaggio cognitivo. Una nuova entità ecologica
Autori e curatori
Contributi
Gianumberto Caravello
Collana
Livello
Saggi, scenari, interventi. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 136,   figg. 34,     1a edizione  2006   (Codice editore 1151.1.2)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,50
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846478870

Presentazione del volume

Il paesaggio cognitivo rappresenta una frontiera all'interno dell'ecologia del paesaggio. Con questo libro l'autore intende gettare le basi per una nuova visione del paesaggio visto non solo come entità "ecosistemica" ma, nel contempo, come entità eco-semiotica operante da interfaccia tra risorse ed organismi attraverso le loro funzioni.
L'autore affianca ad una revisione critica delle principali teorie della percezione, come l'"Umwelt", le "Affordance", il "Prospect and refuge", la visione del paesaggio come entità complessa percepita e interpretata a più livelli cognitivi dagli organismi. In particolare viene descritto l'eco-field come ogni configurazione spaziale portatrice di significato per quella determinata funzione.
In definitiva l'autore discute una nuova visione del paesaggio, come entità di processo e non solo struttura geografica ed ecosistemica attraverso la quale gli esseri viventi (piante, animali e uomo) hanno accesso alle risorse, utilizzando meccanismi di riconoscimento delle configurazioni, interpretazione dei segni ed accumulo degli apprendimenti in una memoria non genetica.
La chiave eco-semiotica con la quale il paesaggio viene definito ed interpretato rappresenta, attraverso il paradigma dell'eco-field, la parte più innovativa dell'opera e lascia intravedere le potenzialità di tale approccio verso la comprensione delle interrelazioni tra esseri viventi e il loro ambiente.

Almo Farina è professore ordinario di ecologia presso l'Istituto di Biomatematica dell'Università degli Studi di Urbino "Carlo Bo". Autore di numerosi articoli e saggi scientifici, da oltre vent'anni si occupa di ecologia del paesaggio interessandosi in particolare dello sviluppo degli aspetti teorici di questa giovane disciplina ecologica.

Indice


Gianumberto Caravello, Presentazione
Introduzione
Le badi epistemologiche del paesaggio cognitivo
(Il paesaggio: alcune definizioni; Proprietà e funzioni del paesaggio; Tre categorie di paesaggi, percepiti; Paesaggio pubblico e paesaggio privato; Proprietà assiomatiche del paesaggio percettivo; Il paesaggio come interfaccia; Le ragioni dell'interfaccia ed il problema delle risorse; Il paesaggio come intorno conosciuto; I processi della memoria e paesaggi cognitivi)
Teorie cognitive
(L'Umwelt; L'Affordance; Eventi versus affordance; Il paesaggio ammissibile; Il paesaggio ammissibile; Categorizzazione; Discontinuità funzionali e discontinuità percettive; La teoria del "prospect and refuge"; L'embodiment ovvero l'incorporazione; Paesaggio ed estetica; Categorie di paesaggi)
Le basi dell'eco-semiotica: la teoria dei segni come elemento complementare verso la teoria del paesaggio cognitivo
(Segni del paesaggio; Segni metrici; Segni temporanei e segni permanenti)
L'eco-field: un paradigma per affrontare lo studio del paesaggio cognitivo
(La costruzione di un paesaggio, cognitivo; Il Paesaggio sonoro)
Aspetti applicativi dei paesaggi cognitivi
(Paesaggi terapeutici, ovvero i paesaggio del ben-essere; Ben-essere e senso della terra; Paesaggi terapeutici e paesaggi "di tutti i giorni"; Il verde urbano, un caso speciale di paesaggio terapeutico?; Paesaggi cognitivi, ed economia; L'applicazione dell'eco-semiotica; Il valore assoluto del paesaggio cognitivo; Verso una ecologia comportamentale del paesaggio, Behavioural Landscape Ecology)
Conclusioni
Bibliografia
Indice analitico.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi