Psicologia viaria. Gli interventi dello psicologo per ottimizzare il sistema uomo-veicolo-strada
Contributi
Antonietta Albanese, Franco Amore, Francesco Avallone, Daniele Biondo, Sebastiana Bonaffini, Gianmichele Bonarota, Paola Carbone, Giampaolo Centrone, Immacolata Ceparano, Maria D'Alessio, Nicola Alberto De Carlo, Rita Di Iorio, Max Dorfer, Alessandra Falco, Fabio Ferlazzo, Maria Cristina Florini, Giuseppe Folcheri, Roberto Giorgi, Franco Giori, Mario Giuli, Alessia Granà, Fabio Lucidi, Marco Magnanti, Francesca Maniscalco, Beniamino Marchi, Paola Marinelli, Emanuele Morozzo Della Rocca, Magda Perassi, Roberto Quadalti, Paolo Rossi, Gian Marco Sardi, Pierangelo Sardi, Stefano Trasei, Thomas Wagenpfeil
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 256,      1a edizione  2005   (Codice editore 2000.1097)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,50
Disponibilità: Limitata




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846467003
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book per PC, Mac e iPad
Prezzo: € 15,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846493347
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

Presentazione del volume

È noto che la grande maggioranza degli incidenti stradali è da riferire ad errori umani, più o meno consapevoli. Tuttavia i dati in merito a numero e cause dei sinistri sono piuttosto inattendibili nell'individuare i conducenti a rischio e le cause comportamentali degli stessi. Mancano quindi le basi per impostare correttamente le azioni di contrasto.

L'Italia, rispetto al resto dell'Europa, sconta un ritardo nell'applicazione delle scienze psicologiche al contesto viario anche per la migrazione degli psicologi nel 1978 dall'ENPI, Ente Nazionale Prevenzione Infortuni, al Servizio Sanitario Nazionale proprio nel periodo in cui i colleghi di analoghi istituti esteri si concentravano dagli incidenti sul lavoro a quelli stradali.

Oggi i "traffic psychologists" operano, sia nella prevenzione - primaria, secondaria e terziaria - dei sinistri, sia nella formazione dei formatori che si occupano di educazione stradale, nella valutazione psicoattitudinale del personale di guida, negli interventi ergonomici volti a migliorare il rapporto uomo-veicolo, negli studi sulla percezione e comprensione della segnaletica stradale, nel supporto psicologico al personale di soccorso che interviene in eventi critici, nella modifica dei costumi sociali in quanto a utilizzo di mezzi e spazi pubblici, nelle campagne di pubblicità sociale, etc. Vari dunque sono gli utenti (bambini, adolescenti, conducenti professionisti, insegnanti di scuole ed autoscuole, forze dell'ordine, cittadinanze, etc.) e diversi i committenti: concessionarie autostradali, ministeri, enti locali, ASL, ospedali, scuole ed autoscuole, assicurazioni, case automobilistiche, aziende costruttrici di segnaletica, centri studi e di ricerca, etc.

Il volume è indirizzato a psicologi, ma anche a coloro che operano in aziende, enti e istituzioni privati e pubblici perché possano avvalersi della risorsa psicologica per migliorare il "prodotto-sicurezza" sulle nostre strade.

Valerio Benincasa , psicologo con una formazione psicoterapeutica ad indirizzo analitico, è Segretario dell'Ordine degli Psicologi del Lazio. Membro dell'assemblea della Consulta per la Sicurezza della Provincia di Roma, è dipendente di Autostrade per l'Italia S.p.A.

L'Ordine degli Psicologi è stato istituito con la Legge 56 del 1989. Cura la tenuta dell'Albo, svolge azione di tutela del professionista e del cittadino dall'esercizio abusivo della professione e dall'inosservanza del codice deontologico, promuove la psicologia e la qualità delle sue prestazioni nei diversi ambiti della vita sociale. L'Ordine degli Psicologi del Lazio (www.ordinepsicologilazio.it) conta 11.000 iscritti e ha sede a Roma, in Via Flaminia 79, tel 06.36.00.27.58.

Indice


Emanuele Morozzo della Rocca, Prefazione
Valerio Benincasa, Introduzione
Parte I. La comprensione delle cause comportamentali, l'individuazione dei soggetti a rischio e le azioni di contrasto
Vito Gamberale; Emanuele Morozzo della Rocca; Pierangelo Sardi; Mario Tassone; Claudio Gatti; Maurizio Coppo; Franco Taggi; Guenter Kroj; Walter Gerbino
Parte II. Beniamino Marchi, La psicologia della sicurezza stradale: l'intervento nella sanità
Gian Marco Sardi, Anticipazioni su Sartre 3, Social Attitudes to Road Traffic Risks in Europe
Paola Carbone, Approccio psicodinamico all'incidente in adolescenza: una ricerca-intervento
Max Dorfer, Thomas Wagenpfeil, Il "driver improvement": interventi terapeutico-riabilitativi nel caso di infrazioni
Cristina Florini, Interventi di prevenzione primaria sulla sicurezza stradale rivolti ai giovani: la formazione dei formatori
Roberto Quadalti, Il ruolo del Dipartimento di Sanità Pubblica nella prevenzione degli incidenti stradali a Cesena
Alessia Granà, Trauma cranico: ruolo e intervento del neuropsicologo
Parte III. Paola Marinelli, La psicologia della sicurezza stradale: l'intervento nelle scuole e autoscuole
Daniele Biondo, Rita Di Iorio, Un modello di lavoro psicologico per l'educazione stradale dei bambini e degli adolescenti
Maria D'Alessio, Stefano Trasei, Percezione e assunzione di rischio nei bambini
Sebastiana Bonaffini, Magda Perassi, Le ricerche e gli interventi di educazione stradale nelle scuole secondarie
Franco Giori, Il rischio di incidenti in motorino in adolescenza: una ricerca-intervento in gruppi classe
Roberto Giorgi, Un contributo di ricerca sui comportamenti a rischio negli adolescenti
Immacolata Ceparano, "Salotto Caserta": progetto di marketing per la mobilità sostenibile
Parte IV. Marco Magnanti, La psicologia della sicurezza stradale: l'intervento nelle concessionarie autostradali
Pierangelo Sardi, Il dialogo fra gestore ed utente mediante i Pannelli a Messaggio Variabile
Mario Giuli, Autostrade S.p.A.: il miglioramento del processo informativo alla clientela
Francesca Maniscalco, Le ricerche di Autostrade S.p.A.
Giuseppe Folcheri, Analisi quantitativa sulla comprensione della segnaletica stradale all'interno dello spazio critico decisionale
Giampaolo Centrone, Autovie Venete S.p.A.
Fabio Lucidi, Prevenzione degli incidenti stradali del sabato sera; cornice informativa e processi decisionali in ambito di guida notturna
Parte V. Valerio Benincasa, La psicologia della sicurezza stradale: l'intervento con altri committenti
Fabio Ferlazzo, Le indagini del "Centro Interuniversitario di ricerca sulla sicurezza stradale"
Antonietta Albanese, Sicurezza stradale e strategie di prevenzione e cambiamento: dalla ricerca all'intervento
Nicola Alberto De Carlo, Alessandra Falco, Prevenzione e sicurezza stradale: linee d'intervento e strumenti derivati da una ricerca empirica svolta a livello nazionale
Franco Amore, Intervento dello psicologo ai sensi dell'art. 324 del Regolamento di esecuzione del Nuovo Codice della Strada in merito alla valutazione psicoattitudinale del personale di guida
Paolo Rossi, L'intervento psicologico a supporto del ruolo della polizia municipale
Giammichele Bonarota, L'intervento dello psicologo nella sicurezza: l'esperienza dell'educazione stradale nella Polizia Municipale di Roma
Francesco Avallone, Postfazione.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Segnalazioni