La sfida delle giovani donne. I numeri di un percorso ad ostacoli
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 144,   1a ristampa 2012,    1a edizione  2011   (Codice editore 1420.154)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 18,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856838848
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book per PC, Mac e iPad
Prezzo: € 13,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856867077
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Il volume analizza la presenza femminile nel mondo del lavoro, con particolare attenzione alle fasce più professionalizzate, dove i segnali positivi di una parità di genere sono ancora troppo esigui e non adeguati alle risorse che le donne mettono in realtà in campo. Il testo presenta infine alcuni particolari ambiti professionali che si sono progressivamente femminilizzati.
Utili Link
L'Unità La sfida costante di un esercito di ingegneri donne (di Bruno Ugolini)… Vedi...
Io Donna Segnalazione (di Cristina Ravanelli)… Vedi...
Tabloid Donne in redazione (di Paola Manzoni)… Vedi...
Il Sole 24 Ore Donne in corsa fino a 40 anni (di Serena Uccello e Luca Davi)… Vedi...
Presentazione del volume

Sempre più donne con un alto livello di istruzione riescono a occupare posizioni dirigenziali nel mercato del lavoro. Eppure, nonostante abbiano credenziali formative ormai comparabili a quelle maschili e siano sempre più sicure delle proprie aspettative e dei propri progetti, la parità di genere nei percorsi occupazionali e di carriera è un traguardo ancora molto lontano.
Ma quali sono i numeri della discriminazione di genere? Quante sono le donne che realmente hanno raggiunto posizioni apicali? Quante, al contrario, ne sono escluse? Quali sono i settori e gli ambiti professionali ancora fortemente maschilizzati? Quali, invece, quelli in cui le donne iniziano a essere maggiormente presenti?
Partendo dai numeri, l'obiettivo del volume è delineare il cambiamento, carico di contraddizioni, che caratterizza la realtà italiana. Le autrici mettono a disposizione di quanti si occupano - o sono semplicemente interessati e sensibili a questa tematica - uno strumento che aiuti a rendere accessibili i dati, le fonti e i possibili percorsi di approfondimento. Uno strumento che, aumentando la consapevolezza di quelle che sono le persistenti difficoltà femminili, possa favorire la ricerca di nuovi percorsi e nuove opportunità per valorizzare finalmente la risorsa femminile nel mercato del lavoro e nella società italiana.

Francesca Zajczyk è docente di Sociologia urbana presso la Facoltà di Sociologia dell'Università di Milano-Bicocca e coordinatrice del dottorato di Ricerca Interdisciplinare sulla Società dell'Informazione "Projects Quality of Life in the Information Society" (QUA_SI). Tra le sue pubblicazioni ricordiamo La resistibile ascesa delle donne in Italia. Stereotipi di genere e costruzione di nuove identità (Il Saggiatore, 2007).
Barbara Borlini ha conseguito il dottorato in Studi Europei sul Territorio ed è attualmente borsista presso l'Istituto Italiano di Scienze Umane SUM di Firenze. I suoi principali temi di ricerca sono le dinamiche locali di integrazione sociale e la condizione femminile nella città contemporanea. Di recente ha pubblicato Il quartiere nella città contemporanea (Bruno Mondadori, 2008; con F. Memo).
Francesca Crosta è assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell'Università di Milano-Bicocca. Ha svolto attività di ricerca sui temi delle pari opportunità e delle disuguaglianze di genere. Ha di recente collaborato alla pubblicazione di Nuovi padri? Mutamenti della paternità in Italia e in Europa di F. Zajczyk, E. Ruspini (Baldini Castoldi Dalai, 2008).

Indice


Presentazione
Parte I. Donne tra scelte formative, professionali e di vita familiare
Strategie formative: le prime scelte
(Sempre più scolarizzate, più brave, più veloci; Percorsi "maschili" e percorsi "femminili"; Scelte femminili e scelte maschili: quali motivazioni?; Le strategie formative e professionali: un problema anche di classe sociale?)
Le donne nel mercato del lavoro: L'Italia nel contesto europeo
(Parità ancora lontana; Precarietà, disoccupazione, inattività: problemi soprattutto femminili; Il gal salariale; Il Sud: dove la condizione della donna è ancora più difficile)
Donne e uomini tra famiglia e lavoro
(Le responsabilità familiare: una questione di genere fin dall'adolescenza; Preferenze e resistenze nel lavoro familiare; La nascita dei figli: come cambia la vita delle madri e dei padri?)
Parte II. Donne ai vertici
Le donne in posizioni apicali
(L'Italia nel contesto europeo; Il mondo delle aziende: "l'insormontabile" ostacolo della maternità; IL sistema pubblico: minori ostacoli per le carriere femminili, ma anche grandi diversità; L'imprenditoria come strategia di realizzazione professionale)
Le libere professioni: femminilizzazione e contraddizioni
(Una progressiva femminilizzazione; Ai vertici degli ordini: è sempre il soffitto di cristallo; Redditi decisamente più bassi per le donne)
Politica e poter: quali chance per le donne?
(La politica: un territorio ancora maschile; Più donne in politica: un cambiamento possibile guardando all'Europa; Dal nazionale al locale: come cambiare la presenza femminile tra differenti forze politiche; Più donne in politica, per una politica più paritaria)
Parte III: Donne in realtà maschili: alcuni percorsi professionali
Giornalismo: buone opportunità ma in settori circoscritti
(Giornaliste: una realtà che cresce, ma ai vertici solo nella stampa femminile; I differenti percorsi professionali di donne e uomini)
Avvocatesse, notaie e commercialiste: la raggiunta parità e i rischi nascosti
(Essere avvocatessa oggi: quanto contano i pregiudizi?; Sempre più donne nella professione notarile, ma non ai vertici; Commercialisti e commercialiste: differenti modi di esercitare la stessa professione)
Medicina: quando una presenza femminile consolidata non basta
(Forte segregazione orizzontale e verticale; Verso una medicina per le donne con le donne)
La magistratura: una questione di tempo?
(La crescente femminilizzazione della magistratura; Più magistrate, più opportunità per la carriere femminili?)
Ricerca scientifiche e tecnologica: un ambiente ancora troppo ostile per le donne
(In Italia come in Europa, poche donne nelle scienze cosidette "hard"; Scienze a tecnologia inadatte alle donne?)
La lunga strada verso la parità di genere. Una riflessione finale.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi