Pinocchio digitale. Postumanesimo e iper-romanzo
Autori e curatori
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 176,      1a edizione  2012   (Codice editore 1051.8)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856848618
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book per PC, Mac e iPad
Prezzo: € 19,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856876673
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Attraverso una rilettura “inattuale” del Pinocchio di Collodi, come “carattere poetico” e antesignano non di una identità culturale ma del destino possibile di un’umanità futura, il volume si interroga sul ruolo e sui cambiamenti del soggetto nella cultura letteraria contemporanea, riflettendo, sullo sfondo del progresso scientifico e tecnologico, sui concetti di postumanesimo e iper-romanzo.
Presentazione del volume

Qual è oggi e come muta il soggetto della cultura letteraria?
Come si riarticola la dimensione del racconto che di quel soggetto rimane la forma di espressione forse più caratteristica?
Sono questi alcuni dei temi di riflessione dei saggi contenuti nel volume: dalla dimensione costitutivamente "proteica" o "camaleontica" del soggetto umanistico, capace di simulare, inventare e autoprodursi in guise molteplici, alla destrutturazione rizomatica contemporanea in cui il soggetto si disperde nel reticolo sempre più complesso delle sue finzioni. Uno dei fili conduttori di questo libro è l'emergere nella letteratura del Novecento, nell'opera di Gadda e di Calvino, dell'iper-romanzo, ovvero di una idea potenziata e autocritica insieme del racconto, sullo sfondo tanto stimolante che minaccioso di un accelerato progresso scientifico e tecnologico.
La riflessione su postumanesimo e letteratura moderna si conclude con la rilettura "inattuale" di un classico, il Pinocchio di Collodi, interpretato come "carattere poetico" (Vico) e come antesignano non di una identità culturale ma del destino possibile di un'umanità futura.

Massimo Riva è professore di Studi italiani e media moderni alla Brown University di Providence, R.I., negli Stati Uniti. Tra le sue pubblicazioni più recenti: Italian Tales. An Anthology of Contemporary Italian Fiction (Yale University Press, 2004 e 2007) e Il futuro della letteratura: l'opera d'arte letteraria nell'epoca della sua (ri)produzione digitale (ScriptaWeb, 2011). Dal 1995 a oggi ha realizzato vari progetti in rete, tra cui il Decameron Web e il Pico Project (raccolti ora nel Virtual Humanities Lab , da lui diretto). Il progetto digitale più recente, in collaborazione con un team di informatici, si incentra sulla versione interattiva, per schermi tattili, di un panorama mobile ottocentesco che racconta la vita e le imprese di Giuseppe Garibaldi.

Indice


Prefazione
Parte I. Dignità ed enigmi del postumano
Dignità del postumano
Pico e il camaleonte
Vico e il mostro civile
Pasolini e la morte dell'etnos
Parte II. Modelli (aporetici) per l'iper-romanzo
Postmodernismo letterario e riscoperta del tempo
Gadda: iper-romanzo o garbuglio?
Le frecce della mente: Calvino, Arakawa e l'iper-romanzo
Apertura o Coerenza? La lezione incompiuta di Calvino
Epilogo
Pinocchio digitale: il personaggio letterario come forma di vita artificiale
Indice dei nomi.




newsletter facebook rss

Facebook RSS Informatemi