Geografia della Comunità europea
Autori e curatori
Livello
Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 240,   figg. 66,     3a edizione  2001   (Codice editore 600.57)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 36,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820492045

Presentazione del volume

La Comunità europea è un mosaico non solo di Stati, ma anche di regioni di varie dimensioni; le caratteristiche, le funzioni e la posizione relativa di ciascuna di esse sono altrettanto importanti del modo come sono amministrate dagli enti locali, dai governi nazionali e, in misura crescente, dalla stessa Comunità. Scopo precipuo della geografia è appunto lo studio delle caratteristiche e della posizione di Stati e regioni, e delle conseguenze e implicazioni delle diverse situazioni. Persone, risorse naturali e mezzi di produzione sono distribuiti nella Comunità nei modi più vari, e persone e prodotti si muovono in un quadro complesso, all'interno del quale l'influenza della Comunità si fa sempre più forte.

Gli autori si sono proposti di identificare e valutare i problemi e le prospettive sia delle diverse regioni comunitarie, sia della Comunità stessa, intesa come sistema di Stati e di regioni interdipendenti. In un mondo e in un'Europa in continua evoluzione, la Comunità diventa sempre più importante economicamente e anche, ormai, politicamente. Dopo il volume di Parker (Geografia politica dell'Europa comunitaria, 19936) che riguardava la Comunità a 10 (essendo stato originariamente concepito prima dell'ingresso di Spagna e Portogallo), ecco, con questo libro, un quadro maturo della situazione della Comunità a 12, spesso definita nel testo Eur 12.

Con la dissoluzione dell'Unione Sovietica e della Jugoslavia; con la fine dell'avventura comunista; con l'ingresso di tre nuovi Stati membri della Comunità e il conseguente avvento dell'Eur 15 - che con il Trattato di Maastricht si avvia a diventare una vera Unione - è arrivato il momento di tentare un bilancio, utile per affrontare i compiti, forse terribili, che la attendono.

John Cole è ordinario di Geografia umana e regionale presso l'Università di Nottingham. Ha insegnato anche negli Stati Uniti, in Messico, Brasile, Cile, Cina e Spagna. Le sue ricerche si sono rivolte, fra l'altro, agli aspetti regionali dell'Italia e dell'Europa in generale, all'ex Unione Sovietica e all'America Latina. Fra la ventina di libri che ha scritto ci limitiamo a citare The Development Gap (tradotto in questa collana con il titolo Gli squilibri territoriali, 19938), Geography of World Affairs, A Geography of the USSR e, di particolare interesse per noi, Italy.

Francis Cole lavora dal 1981 come funzionario presso la Commissione e il Parlamento europeo.

Indice


Introduzione
(Le basi storiche della Comunità europea; Le origini della Comunità; Gli obiettivi e le attività della Comunità; Le caratteristiche demografiche ed economiche dell'Europa; Approccio e struttura del libro)
La Comunità e le sue regioni
(Le istituzioni comunitarie: struttura, poteri e attività; Il bilancio comunitario; I problemi della Comunità; La struttura regionale della Comunità)
La popolazione
(La struttura e la distribuzione della popolazione; La popolazione urbana; Le variazioni demografiche; Le migrazioni; La distribuzione della popolazione all'interno della Comunità)
Il settore primario
(La politica agricola comunitaria; I fattori naturali; L'utilizzazione del suolo e la pesca; L'occupazione in agricoltura; La meccanizzazione e le dimensioni delle aziende agrarie; Le produzioni; Altri problemi; I fertilizzanti; L'efficienza del settore agricolo; Il commercio dei prodotti agricoli; Le variazioni climatiche e il futuro dell'agricoltura europea)
Il settore energetico
(La politica energetica e i suoi problemi; L'andamento dei consumi energetici; Carbone e lignite; Petrolio e gas naturale; L'energia idroelettrica e nucleare)
Le industrie
(La politica industriale comunitaria; Le materie prime per l'industria europea; La distribuzione delle attività industriali; La siderurgia e la cantieristica; L'industria tradizionale; L'industria tessile e dell'abbigliamento; L'industria automobilistica; Le industrie nuove ed emergenti)
Il settore terziario
(L'occupazione nel settore terziario; I servizi sanitari; L'istruzione; I servizi finanziari; Il turismo)
I trasporti
(Le infrastrutture e la politica dei trasporti; Le ferrovie; I trasporti su strada; I trasporti aerei, marittimi e per vie d'acqua interne; I trasporti marittimi intracomunitari; Il traffico passeggeri; Il traffico merci)
L'ambiente
(La politica ambientale e i suoi problemi; Cause e tipi di inquinamento ambientale; Il movimento e gli effetti delle sostanze inquinanti; La cura e la prevenzione del degrado ambientale; I problemi ambientali a scala continentale e mondiale)
I problemi regionali
(La politica regionale; Le cause degli squilibri regionali; La distribuzione regionale del prodotto interno lordo pro capite; La disoccupazione; La riduzione degli squilibri regionali)
Disintegrazione, integrazione e unione in Europa
(La prospettiva storica; L'ampliamento della Comunità: il presente e il futuro; L'unificazione tedesca; L'allargamento della Comunità e l'ascesa delle regioni)
La Comunità e il mondo extraeuropeo
(La Comunità e il resto del mondo sviluppato; La Comunità e il mondo in via di sviluppo; La Comunità negli anni '90 e oltre).




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi