Quarto rapporto sulle migrazioni 1998
Autori e curatori
Contributi
Maurizio Ambrosini, Dimitris Argiropulos, Graziano Battistella, Giancarlo Blangiardo, Cristiano Codagnone, Gabriele Crespi, Maura De Bernart, Patrizia Farina, Barbara Ghiringhelli, Marco Lombardi, Antonio Marazzi, Salvatore Palidda, Nicola Pasini, Giuseppe Sciortino, Francesco Trucillo, Laura Zanfrini, Francesco Zucchini
Collana
Livello
Dati
pp. 256,      1a edizione  1999   (Codice editore 2000.855)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 31,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846412126

Presentazione del volume

Questo Rapporto intende costituire uno strumento di informazione e di aggiornamento, peraltro non unico e non esaustivo, che si alimenta soprattutto da esperienze e ricerche realizzate nell'ambito della Fondazione Cariplo per le Iniziative e lo Studio sulla Multietnicità.

Sotto il profilo quantitativo, il Rapporto 1998 mostra come le dimensioni del fenomeno (aumento del numero di immigrati, la percentuale di illegali, ecc.) siano ancora lontane dalla soglia critica in cui rischiano di suscitare conflitti interetnici e interculturali non governabili.

Sotto il profilo qualitativo, in Italia l'immigrazione appare in larga misura ancora più causata da fattori di espulsione dai paesi di esodo, fattori che sono sia di natura politica sia di natura economico-sociale.

Sotto il profilo del governo del fenomeno migratorio il 1998 è un anno di cambiamenti rilevanti. L'evento più significativo per le politiche per l'immigrazione è stato l'approvazione della legge del 6 marzo 1998, n. 40, Disciplina dell'emigrazione e norme sulla condizione dello straniero , alla luce della quale vengono affrontati gli aspetti salienti in questo Rapporto.

Esso è organizzato in tre ambiti tematici: il primo, il "quadro generale", fornisce i dati di base del fenomeno; il secondo, le "aree di attenzione", consente di cogliere le principali tendenze delle migrazioni; il terzo, "temi emergenti", focalizza l'attenzione su aspetti di particolare attualità anche a livello internazionale.

I1 Rapporto, che ha cadenza annuale, si rivolge a coloro che per motivi professionali, di studio o di impegno solidaristico sono interessati alle migrazioni internazionali.

La Fondazione Cariplo-I.S.MU . svolge attività di documentazione, formazione e informazione, studio e ricerca sui temi della multietnicità. In questo ambito, il fenomeno migratorio assume un forte rilievo e ad esso è rivolta una serie di interventi su cui finora si è concentrata l'attività della Fondazione.

Il Centro di Documentazione, installato presso la sede operativa della Fondazione (Foro Buonaparte, 22 - 20121 Milano - tel. 02/72023375 - e-mail: ismu@ismu.org), consente la consultazione di un ricco patrimonio di volumi e periodici, oltre che di una base dati costantemente aggiornata, e offre attività di consulenza attraverso una équipe di esperti in varie discipline.

Il Ce.Doc. è aperto al pubblico il martedì, il giovedì e il venerdì dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14.00 alle 17.30. Per ottenere informazioni di carattere statistico, legislativo e bibliografico è possibile anche accedere al sito web della Fondazione: http://www.ismu.org.

Indice



Parte I. Il quadro generale
(Revisione e aggiornamento del quadro statistico di riferimento; L'inserimento degli immigrati in Europa e in Italia; La riforma della disciplina sull'immigrazione: brevi note; La genesi in Parlamento della legge sull'immigrazione; Le politiche di controllo migratorio)
Parte II. Aree di attenzione
(Il Lavoro; La scuola; La salute; Abitazione e habitat in immigrazione; Devianza e vittimizzazione)
Parte III. Temi emergenti
(Unità familiare e tutela dei minori; Mercato del lavoro e sviluppo economico in Marocco; L'impatto della crisi sulle migrazioni in Asia; L'archivio ricerche; Il progetto Metropolis)




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi