Sud innovation. Patrimonio culturale, innovazione sociale e nuova cittadinanza
Contributi
Alessandro Bollo, Carlo Borgomeo, Fabrizio Cobis, Roberto Ferrari, Alessandra Gariboldi, Alessandro Hinna, Marcello Minuti, Tommaso Montanari, Alessia Zabatino
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,      1a edizione  2015   (Codice editore 1257.45)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 27,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 18,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 18,99
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Il volume riflette sull’innovazione sociale applicata alla gestione del patrimonio culturale, con un campo di osservazione sulla realtà meridionale e mediterranea.
Utili Link
Vanityfair.it Social innovation e viene dal Sud (di Valeria Vantaggi)… Vedi...
Corriere del Mezzogiorno Territorio da tutelare… (di Monica Mattioli)… Vedi...
Il Mattino La cultura? Si salva partendo dal basso (di N.Sant.)… Vedi...
Quotidiano di Sicilia In Sicilia il turismo sarà etico… (di Rosario Battiato)… Vedi...
Donna Moderna L'innovazione nasce al sud (di Isabella Colombo)… Vedi...
L'Impresa Sud in trasformazione (di Giovanna Guercilena)… Vedi...
Il Tetto L'innovazione sociale per il patrimonio culturale (di Stefano Consiglio)… Vedi...
Presentazione del volume

Nella sconfortante situazione generale in cui versa il patrimonio culturale e ambientale italiano, a rischio per scarsità di risorse e crisi economica, emergono esperienze inedite: iniziative promosse da cittadini appassionati e competenti che hanno ri-funzionalizzato siti, luoghi, saperi e tradizioni, riorganizzando le relazioni comunitarie e il lavoro.
Il presente volume avvia una riflessione sull'innovazione sociale applicata alla gestione del patrimonio culturale, con un campo di osservazione volutamente ristretto sulla realtà meridionale e mediterranea.
Il desiderio di appartenere ai luoghi culturali e naturali della propria terra ha infuso nelle comunità locali amor proprio e coraggio. Via via che si accresce la coscienza ecologica e si afferma la necessità di essere autori di cultura, la terra è riconquistata non solo in termini agricoli e produttivi, ma mentali e creativi. Restituendo diritto di cittadinanza ai propri luoghi, creando per essi nuove forme di condivisione, la società meridionale scopre che è possibile produrre non solo per il mercato, bensì per un'economia locale di equilibrio.

Stefano Consiglio è professore Ordinario di Organizzazione aziendale presso l'Università Federico II di Napoli, Dipartimento di Economia Management e Istituzioni. È stato vice-presidente del Polo delle Scienze Umane della Federico II di Napoli e direttore del Dipartimento di Sociologia. Dal 2000 è il coordinatore del Corso di Studi Magistrale in Organizzazione e Gestione del Patrimonio Culturale e Ambientale dell'Università Federico II. È membro del consiglio direttivo dell'Accademia Italiana di Economia Aziendale (AIDEA).
Agostino Riitano, cultural manager, fonda nel 2003 l'Associazione Officine Efesti per la promozione delle arti contemporanee. Dal 2006 è stato direttore artistico di Eruzioni Festival, Barock, Festival delle Culture Giovani e Trasparenze Festival. Si è occupato del management culturale del progetto di sviluppo locale del Rione Sanità di Napoli. È project manager di Rural Hub e fa parte del team di direzione artistica del progetto Matera 2019, Capitale Europea della Cultura. Docente di project management presso il Corso di Alta Formazione in Management dei Beni Culturali e Ambientali dell'Università Federico II di Napoli.

Indice
Introduzione
Stefano Consiglio, Il patrimonio culturale abbandonato
(L'emergenza del patrimonio culturale abbandonato; Perdere opportunità e identità; L'inadeguatezza dei modelli di gestione tradizionali)
Alessia Zabatino, Storie di innovazione spontanea e necessaria
(Addiopizzo Travel; CLAC - Mare Memoria Viva; ExFadda; Askavusa - Museo delle migrazioni; Fondazione CRESCO - Comunità Regionale per l'Economia Sociale, la Creatività e l'Occupazione in Basilicata; Lìberos; Calabresi Creativi - SmartDMO; Centro Studi Interdisciplinari Gaiola Onlus; Cooperativa La Paranza; Rural Hub; Farm Cultural Park; Agostino Riitano, Mediterraneo poroso)
Stefano Consiglio,
Alessia Zabatino, L'innovazione sociale per la rinascita del patrimonio dimenticato
(Social innovation per il patrimonio culturale; Il terreno di coltura degli innovatori sociali; Progetti, piattaforme, sistemi; Innovatori sociali per il patrimonio)
Agostino Riitano, Sud Minore e profetico
(Realtà e fantasia a misura d'uomo; All'altezza delle piccole cose; Mediterraneo come attitudine alla Social Innovation; La mentalità profetica)
Agostino Riitano, Una nuova filosofia della cittadinanza
(Uomo, fondatore di civitas; Nuove primavere sacre; La prospettiva del desiderio; Virtù del cominciamento)
Approfondimenti
(Tomaso Montanari, Per un'economia civile del patrimonio culturale; Alessandro Hinna, Marcello Minuti, Roberto Ferrari, Principi, forme e pratiche di rapporto pubblico-privato nella gestione del patrimonio culturale; Alessandro Bollo, Alessandra Gariboldi, L'innovazione culturale a vocazione sociale: nuove parole alla ricerca di una grammatica; Fabrizio Cobis, Come la Social Innovation cambia la PA; Carlo Borgomeo, Valorizzazione come pratica comunitaria)
Conclusioni
Bibliografia
Biografie.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo


Segnalazioni

Pubblicità