In viaggio con Pi Greco. Il racconto di un numero tra idee matematiche e vicende umane
Autori e curatori
Collana
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 386,      1a edizione  2016   (Codice editore 46.3)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 29,00
Disponibilità: Buona





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 19,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 19,99
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Questo libro vuole presentare π come punto di vista da cui osservare l’emergere della conoscenza nella storia dell’homo sapiens. Attraverso π è possibile vedere emergere la matematica e capire come il fanatismo e la stupidità (senza frontiere) si possano mettere di traverso alla ragione (e a π). L’autore è un docente di matematica (al Politecnico di Milano) particolarmente sensibile ai temi della didattica e della divulgazione della matematica.
Presentazione del volume

π è un punto di vista da cui osservare l'emergere della conoscenza nella storia dell'homo sapiens, ma anche un oggetto che cresce nella coscienza dell'uomo al crescere della (sua) scienza. Attraverso π è possibile vedere emergere la matematica e capire come il fanatismo e la stupidità (senza frontiere) si possano mettere di traverso alla ragione (e a π).
π è un punto di riferimento sul quale basare una datazione parallela dei fatti storici e una classificazione delle civiltà basata sulla capacità di calcolo.
π incrocia l'infinito, il caso, i fantasmi e i numeri complessi. Con π si possono fare "mezze" operazioni, si attraversano il paradiso e l'inferno (matematici), si sperimenta la complessità e l'impossibilità a dare risposte.
Forse, (con Epicuro):
Se non ci turbassero i misteri dei cieli e il significato della morte e la nostra incapacità di comprendere i confini del desiderio e del dolore, non avremmo alcuna necessità della filosofia della natura.
E non staremmo qui a ragionare su π.

Egidio Battistini è docente del Dipartimento di Matematica del Politecnico di Milano, dove insegna Probabilità e Statistica e Analisi Matematica nei corsi di Ingegneria e Matematica in quelli di Architettura. I suoi interessi riguardano la matematica industriale e applicata, la statistica applicata, la didattica e la divulgazione della matematica.

Indice
Sequenza
Incipit
Parte prima. π, la preistoria
Primo interludio. Ipersfere, rasoi e... concetti socialmente
condivisi
Epoca seconda. π, la storia moderna
Secondo interludio. Trascendenza, paradiso e inferno
Parte terza. π, la storia contemporanea
Epilogo?
Ringraziamenti.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi

Segnalazioni

Pubblicità