L'approccio capacitante. Come prendersi cura degli anziani fragili e delle persone malate di Alzheimer
Autori e curatori
Contributi
Duccio Demetrio, Egidio A. Moja, Marco Trabucchi
Livello
Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari
Dati
pp. 224,   2a ristampa 2014,    1a edizione  2011   (Codice editore 1305.136)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25,50
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856833133
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book per PC, Mac e iPad
Prezzo: € 19,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856842616
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Il testo si rivolge a tutti coloro che a vario titolo si occupano di cura delle persone anziane affinché ciascuno possa adottare l’Approccio capacitante integrandolo con la propria specifica competenza professionale. L’Approccio capacitante cerca di creare le condizioni per una vita dignitosa e felice nelle Residenze Sanitarie Assistenziali.
Presentazione del volume

Come è possibile evitare le conseguenze negative del ricovero e prevenire i disturbi psichiatrici e comportamentali dell'anziano? L'Approccio capacitante intende rispondere a queste domande cercando di creare le condizioni per una vita dignitosa e felice nelle Residenze Sanitarie Assistenziali. L'Approccio proposto dall'autore non si occupa di programmi e di attività, ma suggerisce di partire dall'osservazione e dall'ascolto dell'anziano per creare una relazione in cui l'ospite sia riconosciuto come il protagonista e ogni attività venga considerata dal suo punto di vista.
Il libro parte dall'Approccio conversazionale con il malato Alzheimer, già descritto dall'Autore nel 2004, per approfondire e ampliare la proposta, considerando tutti gli anziani fragili, anche quelli senza deficit cognitivi.
Nato dall'incontro tra l'esperienza dell'Autore e quella delle centinaia di allievi dei seminari e dei corsi di formazione tenuti in tutta Italia, il volume è diviso in tre parti.
Nella prima parte si espongono alcune riflessioni sulle capacità delle persone anziane e si presentano alcuni concetti innovativi che possono essere considerati le fondamenta dell'Approccio capacitante.
Nella seconda parte vengono descritte le idee forti che sono alla base del libro: la voice dell'ospite, del curante e del terzo; le Competenze elementari; le Identità molteplici, l'io deficitario e l'io funzionale; i Mondi possibili; l'Effettività e il Riconoscimento. Ogni idea è anche riesaminata partendo da esempi di vita quotidiana nelle RSA per verificarne l'applicabilità in contesti differenti, da parte di operatori con diversa formazione. La varietà delle esperienze citate riflette quella delle RSA e delle persone che ci vivono e ci lavorano.
Nella terza parte vengono discusse le intersezioni dell'Approccio capacitante con altri approcci già noti e diffusi in Italia e il contributo che l'Approccio capacitante può fornire al personale curante, tenendo conto della formazione e del ruolo di ciascuno.
Il testo si rivolge quindi a tutti coloro che a vario titolo si occupano di cura delle persone anziane affinché ciascuno possa adottare l'Approccio capacitante integrandolo con la propria specifica competenza professionale.

Pietro Vigorelli è medico, psicoterapeuta e fondatore del Gruppo Anchise, Associazione per la ricerca, la formazione e la cura della persona anziana basata sull'Approccio capacitante (www.gruppoanchise.it). Docente nel Corso di laurea in Terapia Occupazionale della Facoltà di medicina dell'Università degli Studi di Milano, tiene anche corsi di formazione in tutta Italia rivolti ai professionisti della cura degli anziani e ai loro familiari. Sull'argomento ha già pubblicato La conversazione possibile con il malato Alzheimer (FrancoAngeli, 2004); Alzheimer senza paura. Perché parlare, come parlare (Rizzoli, 2008) e Il Gruppo ABC. Un metodo di autoaiuto per familiari di malati Alzheimer (FrancoAngeli, 2010).

Indice


Marco Trabucchi, Presentazione
Egidio A. Moja, Presentazione
Duccio Demetrio, Oltre le parole dell'istante, la scrittura le trattiene
Introduzione
Parte I. Innovazione nella continuità
Deficit e capacità
Dall'Approccio assistenziale all'Approccio capacitante
Riabilitazione e autonomia
L'Alleanza terapeutica con la persona malata di Alzheimer
Riconoscere o negare la malattia di Alzheimer?
L'evidenza delle parole
Approccio capacitante, terapia e psicoterapia
Parte II. L'Approccio capacitante
Dall'Approccio conversazionale all'Approccio capacitante
La voice
Il punto d'incontro Felice tra voice contrastanti
Le Competenze elementari
Il Riconoscimento delle Competenze elementari
L'Effettività
Le Identità molteplici
I Mondi possibili
La Terapia del Riconoscimento
Parte III. Dalla teoria alla pratica
Radici e intersezioni
Approccio capacitante e ruoli professionali
(Il terapista occupazionale; L'Educatore; L'Animatore; L'Operatore Socio Sanitario; Il Fisioterapista; Il Logopedista; L'Infermiere; L'Assistenza sociale; Il Medico; Lo Psicologo; L'Operatore di Arte Terapia e terapie non farmacologiche; Il Volontario; Il Familiare; L'Assistenza familiare (Badante))
Conclusione
Riferimenti bibliografici
Il Gruppo Anchise
L'Autore.




newsletter facebook rss

Facebook RSS Informatemi



Segnalazioni