Il lavoro psicoanalitico sul limite. Contributi teorici e clinici
 
Autori e curatori: Marco La Scala, Maria Vittoria Costantini
Contributi: Jacques André, Antonio Andreoli, Andrea Baldassarro, Francesco Barale, Stefano Bolognini, Francesco Conrotto, Maria Rosa De Zordo, Enrico Mangini, Franca Munari, Luigi Pavan, Maria Pierri, Irene Ruggiero, Antonio Alberto Semi
Collana: Le vie della psicoanalisi - Clinica
Argomenti: Psicopatologie e tecniche per l'intervento clinico - Psicoanalisi e psicologia dinamica
Dati
bibliografici:
pp. 208,   1a edizione   2008  (Cod.1950.2.10)
 
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,50
Disponibilità: Discreta
Codice ISBN 13: 9788846495259
 
Presentazione
del volume:
L'intento di questa raccolta di saggi teorici e clinici è di approfondire l'evoluzione e le possibili applicazioni di un tema sempre più presente nella psicoanalisi contemporanea, quello del "limite".
A partire dal limite come "linea di demarcazione", che corrisponde all'esigenza di confinare e separare per promuovere un ordine topico, si sviluppa il concetto di "frontiera" che evoca uno scambio, una confluenza, una permeabilità e si arriva in seguito ad intendere il limite come una vera e propria "area di elaborazione psichica".
In questo testo, il limite e il confine sono esplorati da differenti prospettive, in quanto confini del Sé e dell'Io, delimitazioni-interazioni fra le istanze psichiche; passaggi fra alternanti modalità di funzionamento come processo primario e processo secondario, normalità e patologia di una organizzazione del limite o di una sua non organizzazione o disorganizzazione; nelle forme della patologia borderline, emblematicamente centrata sul problema del limite realtà esterna-realtà interna, e su quello psiche-soma; nelle manifestazioni acute e post-traumatiche che hanno alla base un collasso dell'Io nella sua funzione di involucro e di contenitore psichico, come gli attacchi di angoscia acuti, il panico, le fobie spaziali, la sofferenza narcisistica grave.
L'ultima parte del testo esamina il limite come interfaccia fra il soggetto e le diverse risorse istituzionali che compongono il sistema preposto alla cura. Territori al limite di un incontro-scontro dove poter rintracciare dei punti di repère nella relazione con il paziente che permetta di strutturare un processo di cura e introdurre un nuovo ordine nel disordine.

Marco La Scala, medico, psichiatra, neuropsichiatra infantile, psicoanalista membro ordinario della Società Psicoanalitica Italiana con funzioni di training, presidente del Centro Veneto di Psicoanalisi, ha pubblicato numerosi lavori teorico-clinici su riviste italiane e straniere e in volumi a più mani approfondendo temi inerenti la vergogna, l'agora-claustrofobia, la patologia borderline e narcisistica, sempre con un'attenzione particolare alle trasformazioni psichiche nelle aree di confine tra mondo interno, corpo, realtà esterna.
Maria Vittoria Costantini, docente di Psicologia Dinamica e di Diagnosi Psicoanalitica presso la Facoltà di Psicologia dell'Università di Padova, psicoanalista della Società Italiana di Psicoanalisi, già segretario scientifico del Centro Veneto, negli ultimi anni si è interessata in modo particolare dei problemi teorici, clinici e tecnici riguardanti la separazione, la perdita e l'elaborazione del lutto in relazione a differenti quadri psicopatologici in adulti e adolescenti. Si è anche occupata di rapporti tra neuroscienze e psicoanalisi e in particolare della memoria.

Indice:

Marco La Scala, Maria Vittoria Costantini, Introduzione
(Bibliografia)
Antonio Alberto Semi, Il limite tra natura e cultura ossia l'individuo
(Bibliografia)
Enrico Mangini, Limiti della conoscenza e teorie psicoanalitiche
(Bibliografia)
Francesco Conrotto, Paradossalità e polisemia nel concetto psicoanalitico di "limite"
(Bibliografia)
Franca Munari, Opere di confine
(La materia del confine; L'area transizionale: interdipendenza tra processo creativo e differenziazione Io/realtà esterna; L'area di transizione e il Purgatorio; Opere sul confine. Ripetizione creazione; Opere che curano. La presenza e la funzione dell'altro; Elementi traumatici; Opere per sopravvivere; Al confine dell'opera; Bibliografia)
Francesco Barale, Il fondo instabile dell'esperienza. Clinica e psicopatologia borderline
(bibliografia)
Marco La Scala, Barriere psichiche: costruzioni difensive tra rimozione e scissione
(L'agorafobia in Freud; La barriera psichica interno/esterno e interno/interno; Anna; Emanuele; Considerazioni conclusive; Bibliografia)
Jacques André, Laura. Ovvero i confini sessuali del bisogno
(Bibliografia)
Antonio Andreoli, Maria Vittoria Costantini, Angosce al di qua e al di là del principio del piacere nel trattamento psicoanalitico delle condizioni borderline
(Introduzione; La "clinique du revenant" (spettri): figure, dinamiche e vicissitudini del limite nel trattamento psicoanalitico dei pazienti borderline; Le ragioni del secondo modello strutturale e il problema del limite; Conclusione; Bibliografia)
Maria Pierri, Consigli sulla tecnica della psicoterapia a indirizzo psicoanalitico in istituzione: "alla psicoanalisi attraverso la psichiatria"
(Bibliografia)
Andrea B. Baldassarro, Zone di frontiera: i confini negli stati-limite
(Limiti/confini; La "zona"; Il limite dei concetti; Perdita di sé, perdita dell'altro/(iper-)presenza dell'altro, di sé; Due frammenti clinici; Il dolore e la memoria; Bibliografia)
Maria Rosa De Zordo, Sul confine identitario tra individuo e istituzione
(Bibliografia)
Luigi Pavan, Le barriere al trattamento a partire dalla crisi
(La domanda d'aiuto del paziente difficile da motivare; Caratteristiche della domanda d'aiuto; La qualità delle difese; Caratteristiche di personalità; Alleanza terapeutica: un limite da transitare; Bibliografia)
Irene Ruggiero, "La sposa siriana": un matrimonio al confine
(La storia; Qualche spunto di riflessione; Bibliografia)
Stefano Bolognini, "Limite"
(Bibliografia).