Ciò che non è scritto nei miei libri.

Viktor E. Frankl

A cura di: Eugenio Fizzotti

Ciò che non è scritto nei miei libri.

Appunti autobiografici sulla vita come compito

Un testo ormai classico. Un’autobiografia che è il manifesto di una visione positiva dell’esistenza umana. Racconti, flash, sentimenti, aneddoti: la straordinaria esperienza che il fondatore della logoterapia e analisi esistenziale, Viktor Emil Frankl, fece dal 1942 al 1945 in quattro campi di concentramento nazisti.

Edizione a stampa

19,00

Pagine: 162

ISBN: 9788891762504

Edizione: 2a edizione, nuova edizione 2018

Codice editore: 1400.4

Disponibilità: Discreta

Pagine: 162

ISBN: 9788891764997

Edizione:2a edizione, nuova edizione 2018

Codice editore: 1400.4

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 162

ISBN: 9788891765000

Edizione:2a edizione, nuova edizione 2018

Codice editore: 1400.4

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

L'avvincente autobiografia di Victor Frankl, psichiatra di fama internazionale sopravvissuto ad Auschwitz.
Un inno ad una visione positiva dell'esistenza umana.
Un manifesto di positività per affrontare il vuoto e la delusione della vita e della società contemporanea.

Un'autobiografia che è il manifesto di una visione positiva dell'esistenza umana. Manifesto più che mai fondamentale in un contesto socioculturale quale quello contemporaneo segnato inesorabilmente dal vuoto e dalla delusione.
Viktor Frankl, psichiatra, fu deportato nel settembre del 1942 a Theresienstadt, in Boemia, per poi essere trasferito ad Auschwitz, a Kaufering III e quindi a Türkheim. Scampò alla morte, ma perse le persone più care.
Racconti, sentimenti, aneddoti: Frankl racconta qui la sua storia, di uomo e di psichiatra. Dall'impegno dei primi anni quando, ancora studente universitario, si mise a creare centri di consulenza per giovani in difficoltà, al dramma della deportazione. Dalla vita nei campi di concentramento al ritorno a Vienna e alla sua attività di terapeuta e conferenziere.
Ripercorrere oggi i suoi scritti vuol dire ritrovare un'immagine dell'uomo centrata sulla libertà, sulla responsabilità e sulla ricerca di senso della vita, dove anche il rapporto tra terapeuta e paziente viene interpretato nella prospettiva indispensabile di appello ai valori: il terapeuta non dev'essere solo un abile tecnico, un perfetto testista, un accurato diagnosta, ma dev'essere prima di tutto un saggio, capace di compenetrazione e di empatia, pronto al dialogo e disponibile al confronto, rispettoso dei valori del paziente e fermamente appassionato della libertà e della responsabilità.
Basta, infatti, addentrarsi in alcuni nuclei teorici quali l'appello alla libertà dinanzi alle provocazioni di vario tipo cui si è costantemente sottoposti, la consapevolezza di una responsabilità che fonde insieme armonicamente il passato, il presente e il futuro, la ricerca del compito unico e originale che si è chiamati a realizzare, la "fede incondizionata in un significato incondizionato della vita" e l'ampio spettro di valori con cui è possibile gustare in pienezza l'esperienza del vivere quotidiano, per rendersi conto di tutta la portata innovativa e propositiva dell'analisi esistenziale nel campo delle scienze umane, e di quelle psicologiche in modo particolare.

Viktor E. Frankl (Vienna, 26 marzo 1905 - Vienna, 2 settembre 1997), neurologo e psichiatra austriaco, fu il fondatore della logoterapia e dell'analisi esistenziale. Per i nostri tipi, in questa collana è stato pubblicato L'uomo in cerca di senso. Uno psicologo nei lager e altri scritti inediti (2017).

Eugenio Fizzotti, docente ordinario di Psicologia della Religione e di Deontologia Professionale in varie università di Roma, è presidente dell'Associazione di Logoterapia e Analisi Esistenziale Frankliana (Alæf) e membro fondatore del Viktor Frankl Institut di Vienna.

Eugenio Fizzotti, Presentazione
I miei genitori
La mia infanzia
Ragione...
... e sentimento
L'umorismo
Gli hobby
I tempi della scuola
Il confronto con la psicoanalisi
Il desiderio di diventare psichiatra
L'influenza del medico
Le questioni filosofiche
La fede
L'incontro con la psicologia individuale
Gli inizi della logoterapia
Teoria e pratica: i centri di consulenza
I primi anni di attività medica
L'Anschluss
L'opposizione all'eutanasia
Il visto per l'espatrio
Tilly
I campi di concentramento
La deportazione
Auschwitz
La "colpa collettiva"
Il ritorno a Vienna
L'arte di scrivere
L'eco dei miei libri e dei miei articoli
L'incontro con eminenti filosofi
Conferenze in tutto il mondo
La vecchiaia
L'udienza dal Papa
L'homo patiens
Una nota per concludere
Nota biografica
Eugenio Fizzotti, Bibliografia italiana su logoterapia e analisi esistenziale.

Collana: SEMI. Per coltivare le conoscenze

Argomenti: Etica - Biografie, narrazioni - Psicopatologie e tecniche per l'intervento clinico

Livello: Saggi, scenari, interventi - Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti

Potrebbero interessarti anche