Il bambino iperattivo.

A cura di: Fabio Tognassi, Uberto Zuccardi Merli

Il bambino iperattivo.

Dalla teoria alle pratiche della cura

Una lettura diversa dell’iperattività, vista come fenomeno con cui si manifesta un eccesso pulsionale che, per ogni bambino, è relativo a qualcosa che riguarda il suo legame con l’Altro. Partendo da questa visione, il volume vede nell’uso della parola, nell’ascolto, nella funzione dell’inconscio, nella fiducia, la via per una socializzazione senza imposizioni.

Edizione a stampa

25,00

Pagine: 194

ISBN: 9788856823066

Edizione: 1a ristampa 2011, 1a edizione 2010

Codice editore: 1030.10

Disponibilità: Limitata

Pagine: 194

ISBN: 9788856826425

Edizione:1a edizione 2010

Codice editore: 1030.10

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

L'applicazione della psicoanalisi al sintomo dell'iperattività nasce dal desiderio di confrontarsi con questa forma dilagante del disagio infantile contemporaneo che altera profondamente l'ingresso del bambino nel legame sociale. Contro il sintomo, che sovverte l'azione educativa della famiglia e della scuola, si tenta di opporre strategie di controllo del comportamento e del pensiero e una farmacoterapia prolungata nei casi più gravi.
La prospettiva teorica e clinica degli autori di questo libro propone invece una lettura dell'iperattività, in cui l'impulso irrefrenabile al movimento del corpo, l'aggressività manifesta, la mancanza del senso del limite e del rispetto dell'autorità, le difficoltà di concentrazione, comprensione e uso del linguaggio scritto e parlato, sono fenomeni con cui si manifesta un eccesso pulsionale che, per ogni bambino, è relativo a qualcosa che riguarda il suo legame con l'Altro. Senza dimenticare che ogni essere umano nasce e cresce in una cultura i cui valori toccano direttamente l'insieme del campo sociale e le menti delle persone che vi fanno parte. Iperattività e cultura dell'eccesso sono, in effetti, i tratti essenziali del discorso sociale contemporaneo. Se la mente è un organo sociale, anche la sua cura può passare dal sociale; la sfida è proprio quella di costruire uno spazio e un legame per il bambino in cui l'uso della parola, l'ascolto, la funzione dell'inconscio, la fiducia in chi si occupa di lui, permettano una socializzazione senza imposizioni.

Jonas - Centro di ricerca psicoanalitica per i nuovi sintomi è un'associazione sorta nel 2003, diffusa sul territorio nazionale, composta da psicoanalisti, psicoterapeuti, psicologi e intellettuali. Il suo orientamento teorico si ispira all'insegnamento di Jacques Lacan e della sua scuola. La sua finalità è quella di interrogare il male di vivere contemporaneo, le sue forme sintomatiche prevalenti e la sua intersezione col discorso sociale dominante. Le sedi Jonas - Centri di clinica psicoanalitica traducono questa ricerca teorica in un programma di applicazione clinica della psicoanalisi alla terapeutica.



Gli autori
Fabio Tognassi, Premessa
Uberto Zuccardi Merli, Introduzione. "Perché tanti bambini diventano iperattivi?"
Parte I. L'iperattività tra corpo e inconscio
Fabio Tognassi, Premessa sull'inconscio freudiano e l'infantile
Fabio Tognassi, Il bambino e il suo corpo
Fabio Tognassi, Le funzioni dell'"eccesso" nel bambino iperattivo
Fabio Tognassi, Iperattività e discorso sociale
Parte II. Il dispositivo di cura
Carolina Albretti, Alcune considerazioni sul gioco
Fabio Tognassi, Sintomo o godimento dell'Altro
Carolina Albretti, Il bambino iperattivo alle prese con la castrazione materna
Fabio Tognassi, Il lavoro nel gruppo e l'angoscia dell'operatore
Federica Pelligra, Il sintomo infantile e il contesto scolastico
Parte III. Bambini e Gianburrasca
Uberto Zuccardi Merli, "Non dovrai mai avere altri uomini. Io ti sposerò". Il caso di Alberto
Angelo Villa, Perché non voler sapere? Note sull'inconscio scolastico
Fabio Tognassi, Andrea e Giacomo. Alienazione e separazione
Fabio Tognassi, Iperattività, oppositività e costruzione del corpo immaginario
Mariangela Mazzoni, Francesco Vandoni, Narciso a Gianburrasca. Il caso di Marco
Bibliografia.

Contributi: Carolina Albretti, Mariangela Mazzoni, Federica Pelligra, Francesco Vandoni, Angelo Villa

Collana: Jonas. Studi di psicoanalisi applicata

Argomenti: Infanzia: psicologia, psicopatologia e clinica - Valutazione, sostegno e riabilitazione nell'età dello sviluppo

Livello: Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti

Potrebbero interessarti anche