Il divano è meglio di Freud.

Gianfranco Buffardi

Il divano è meglio di Freud.

I fattori aspecifici in psicoterapia e nelle professioni d'aiuto

Le psicoterapie sono metodologie terapeutiche che si rifanno a modelli del funzionamento mentale; la diversità dei modelli proposti impone una diversità di metodo terapeutico, a cui concorrono fattori di cura specifici. Questo libro afferma che i fattori comuni e/o aspecifici sono estremamente importanti per il risultato e, a volte, anche più importanti dei fattori specifici del modello stesso.

Edizione a stampa

19,00

Pagine: 148

ISBN: 9788891740045

Edizione: 1a edizione 2016

Codice editore: 1250.270

Disponibilità: Discreta

Pagine: 148

ISBN: 9788891738318

Edizione:1a edizione 2016

Codice editore: 1250.270

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: PDF con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Pagine: 148

ISBN: 9788891738493

Edizione:1a edizione 2016

Codice editore: 1250.270

Possibilità di stampa: No

Possibilità di copia: No

Possibilità di annotazione:

Formato: ePub con DRM per Digital Editions

Informazioni sugli e-book

Le psicoterapie sono metodologie terapeutiche che si rifanno a modelli del funzionamento del mentale; la diversità dei modelli proposti impone anche una diversità di metodo terapeutico, a cui concorrono fattori di cura specifici, in quanto legati a quel modello.
Ma ogni psicoterapia riconosce anche alcuni fattori aspecifici che agiscono nel processo di cura, aspecifici perché non legati ad alcun modello e comuni perché presenti in ogni o nella maggior parte delle metodologie operative.
Questo libro, nel mentre raccoglie dalla letteratura e dall'esperienza personale di terapeuta e formatore dell'autore le descrizioni del maggior numero di questi fattori, afferma anche che i fattori comuni e/o aspecifici sono estremamente importanti per il risultato e, a volte, anche più importanti dei fattori specifici del modello stesso. In estrema sintesi:
• i fattori comuni e/o aspecifici delle psicoterapie sono eticamente più validi dei fattori specifici (legati al modello);
• i fattori comuni e/o aspecifici delle psicoterapie hanno un loro intrinseco contenuto terapeutico;
• i fattori comuni e/o aspecifici delle psicoterapie sono attivi anche nella maggior parte delle professioni d'aiuto;
• i fattori comuni e/o aspecifici delle psicoterapie, proprio in quanto intrinsecamente terapeutici, necessitano di una formazione mirata e particolareggiata.

Gianfranco Buffardi, psichiatra e psicoterapeuta, è direttore dell'Unità Operativa di Salute Mentale 13 dell'ASL Caserta. Presidente dell'Istituto di Scienze Umane ed Esistenziali (ISUE) dall'anno della sua fondazione (1988), è professore a contratto presso diverse università italiane, e docente e coorganizzatore del Master in Consulenza Filosofica ed Antropologia Clinica Esistenziale dell'APRA di Roma. È autore e curatore di numerosi lavori, anche internazionali, e di volumi tra cui: Manuale di counseling esistenziale, con F. Brancaleone (Seam, Roma, 1999); Helping. Le professioni d'aiuto: dall'antropologia esistenziale alla consulenza filosofica, con F. Brancaleone e G. Traversa (Melagrana, Caserta, 2008); Bioetica quotidiana in psichiatria. Dalle dichiarazioni universali alle storie singolari (FrancoAngeli, Milano, 2009).
e-mail: gbuffardi@isue.it - sito internet: www.isue.it

Vittorio Volterra, Prefazione
Nota preintroduttiva
Ringraziamenti
Introduzione
Mettiamo a fuoco l'argomento
(Un po' di epistemologia, tanto per gradire)
L'aiuto
(Un sospetto di storia; Le professioni d'aiuto)
Il polimorfismo psicoterapeutico
I fattori aspecifici
Fattori aspecifici legati al consultante
(La consapevolizzazione di aver bisogno di aiuto; La scelta; La narrazione; Disponibilità all'empatia)
Fattori legati al terapeuta (consulente)
(Competenza clinica; Autenticità, accettazione, empatia (Rogers); Ricerca di sintonia; Atteggiamento complementare/simmetrico)
Fattori aspecifici del setting
(Qualità del setting (Frank); Implementazione del campo affermativo; Implementazione del senso di riconoscibilità e di "appartenenza")
Fattori aspecifici del rapporto terapeutico
(La focalizzazione; Cognitivizzazione; La costruzione di una scala di valori; La sofferenza vissuta; L'ampliamento delle mappe interne; Il cambiamento della visione del mondo)
Possibili fattori tecnici aspecifici comuni alle principali psicoterapie
(La comunicazione; Gli ambiti e la logodinamica; Il perdurare dell'azione di cura; La prescrizione)
Aiuto, formazione ed etica
(Fattori aspecifici e professioni d'aiuto; Fattori aspecifici e formazione; Fattori aspecifici ed etica)
Bibliografia.

Contributi: Vittorio Volterra

Collana: Psicoterapie

Argomenti: Teorie e tecniche del colloquio psicologico

Livello: Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti

Potrebbero interessarti anche