Il trattamento dei disturbi dissociativi e di personalità

A cura di: Antonella Ivaldi

Il trattamento dei disturbi dissociativi e di personalità

Teoria e clinica del modello relazionale fondato sui sistemi motivazionali

Un manuale rivolto ai clinici di ogni provenienza. Mostra concretamente come la teoria motivazionale renda possibile affrontare le sfide nel trattamento di pazienti difficili (Joseph Lichtenberg). Un libro che va dritto al cuore dei problemi cruciali della psicoterapia contemporanea (Paolo Migone).

Printed Edition

34.00

Pages: 268

ISBN: 9788891740601

Edition: 1a edizione 2016

Publisher code: 321.3

Availability: Esaurito

Relazione, teoria e acume clinico riunite in una meravigliosa sintesi. Questo libro mostra concretamente come la teoria motivazionale renda possibile affrontare le sfide nel trattamento di pazienti difficili.
Joseph Lichtenberg

Questo è il primo tentativo innovativo di confronto tra due diverse teorie, centrato prevalentemente sull'esperienza clinica di una psicoterapeuta dinamica in dialogo, contemporaneamente, con se stessa, con i suoi mentori professionali e con ognuno dei suoi pazienti difficili.
Giovanni Liotti

Quando la scrittura sembra farsi profondamente teorica, si scioglie in un'appassionante dimensione clinica; e quando sembra andare verso un intenso coinvolgimento clinico, torna invece a dialogare con la dimensione teorica. È un libro utile e esaustivo in grado di tenere assieme modelli diversi.
Vittorio Lingiardi

Questo libro è un intrigante quanto fondamentale tentativo di creare un nuovo approccio ai disordini di personalità.
Gianni Nebbiosi

Un libro che vale sicuramente la pena di leggere: va dritto al cuore dei problemi cruciali della psicoterapia contemporanea.
Paolo Migone

Rivolto ai clinici di ogni provenienza, questo manuale parte dall'assunto che le rigide divisioni di scuola siano solo un ostacolo.
Esso costituisce la riverberazione clinica, con un fondamento teorico importante, del modello dei common factors e, promuovendo un'ottica d'integrazione di modelli, introduce la questione dei rapporti tra assetti traumatici e disturbi di personalità.
Il modello RE.MO.T.A. costruisce un ponte tra le due principali teorie multimotivazionali - quella psicoanalitica di J. Lichtenberg e quella cognitivo-evoluzionista di G. Liotti - e la psicoanalisi relazionale. Nel tentativo di rispondere alla complessità di alcuni quadri psicopatologici si utilizzano dati provenienti da diverse fonti: la ricerca sull'infanzia, l'evoluzionismo, le neuroscienze, le teorie del trauma complesso, il trattamento dei disturbi dissociativi e della personalità, la psicologia sociale, la teoria dei sistemi complessi, la psicoterapia di gruppo.
Le numerose storie cliniche narrate evidenziano come sia possibile integrare contributi diversi entro un modello multidimensionale eziopatogenetico della cura.
Leggendo questo libro apparirà chiaro, altresì, che le teorie possono davvero diventare strumenti utili solo se trattate con spirito critico, per avventurarsi in ciò che non conosciamo e non conosceremo mai completamente: la relazione con l'altro, unica e irripetibile.

Antonella Ivaldi, psicoterapeuta, psicoanalista relazionale, gruppoanalista, è didatta presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia dell'Università LUMSA di Roma, l'Istituto di Psicoanalisi Relazionale e Psicologia del Sé (ISIPSÉ) e la Scuola di Psicoterapia Cognitiva (SPC).

Joseph D. Lichtenberg, Prefazione
Giovanni Liotti, Presentazione
Antonella Ivaldi, Introduzione
Ringraziamenti
Joseph D. Lichtenberg, Fare teoria sulla teoria
Antonella Ivaldi, Fondamenti teorici
(Dove si colloca il modello RE.MO.T.A. tra le diverse prospettive teoriche in psicoterapia; Le teorie dei sistemi motivazionali; Teorie a confronto: una sintesi personale)
Joseph D. Lichtenberg, Giovanni Liotti, La relazione terapeutica nella prospettiva teorica dei sistemi motivazionali
(Antonella Ivaldi, Introduzione; Joseph D. Lichtenberg, Sistemi motivazionali e problemi dei pazienti con disturbi di personalità narcisitico, borderline e dissociativo; Giovanni Liotti, Joseph D. Lichtenberg, Il dibattito tra Lichtenberg e Giovanni Liotti. Dall'infant research all'evoluzionismo: due prospettive motivazionali a confronto)
Antonella Ivaldi, Teorie sul trauma complesso e psicopatologia: il paziente difficile
(Chi è il paziente difficile?; Trauma e dissociazione; Psicofisiologia del trauma)
Mariangela Lanfredi, Antonella Ivaldi, L'influenza delle nuove teorie riguardanti trauma e dissociazione sul processo diagnostico e terapeutico dei disturbi di personalità
(Modelli clinici di provata efficacia per il trattamento dei disturbi di personalità; I diversi modelli di trattamento sono ugualmente efficaci? Un'ipotesi basata sulle teorie motivazionali)
Antonella Ivaldi, Il modello clinico Relazionale/Multi-Motivazionale - RE.MO.T.A. - (Relational/Multi-Motivational Therapeutic Approach)
(Il doppio setting RE.MO.T.A.: una struttura semplice per un processo complesso; La relazione terapeutica e la sua complessità; Come si allena un terapeuta alla complessità della relazione?; La prima fase del trattamento: la terapia individuale; Setting e relazione: negoziare l'alleanza terapeutica; Il metacontesto: la psicoterapia nel contesto di vita reale del paziente; Lavorare con le emozioni; L'empatia: un processo complesso; Il corpo nella psicoterapia: l'uso della comunicazione non verbale nella relazione; Il gruppo: considerazioni metodologiche; L'affiliazione è una predisposizione innata?; Stare in relazione usando due stanze di lavoro; Relazione terapeutica e gruppo; Perché integrare i setting individuale e di gruppo migliorerebbe le condizioni di lavoro? Un'ipotesi bio-psico-sociale evoluzionisticamente fondata; Conclusioni)
Giovanni Fassone, Tra metodologia e risultati: il modello RE.MO.T.A. alla prova dei fatti
(Spunti di riflessione; Il gold standard della ricerca sugli esiti in medicina e in psicoterapia: è tutto oro quello che luccica?; Alcuni problemi inerenti gli studi clinici randomizzati in psicoterapia; Risultati e discussione su uno studio di valutazione degli esiti in un campione di pazienti gravi con disturbi in asse I e in asse II, in comorbilità)
Rosemary Segalla, Psicoterapia di gruppo: concentrarsi sugli ostacoli che impediscono l'attivazione del sistema motivazionale affiliativo
(Affetti, intenzioni e obiettivi: esperienze di gruppo; Affiliazione: essere membro di un gruppo; Cosa ostacola l'attivazione del sistema motivazionale affiliativo; Selezione per il trattamento di gruppo; Dalla terapia individuale al gruppo: un caso clinico; Conclusioni)
Bibliografia
Gli autori.

You could also be interested in