La corsa per l'eccellenza

Steven J. Spear

La corsa per l'eccellenza

Come le organizzazioni ad alta velocità fanno di più con meno

“In un mondo dove ogni giorno ci viene richiesto di fare di più e meglio con meno risorse questo libro rappresenta un riferimento di assoluto valore. Non una ricetta pronta all’uso, ma una riflessione ragionata, strutturata e pienamente argomentata, sugli ingredienti alla base dell’eccellenza operativa” (Maurizio Gentile, AD di rete Ferroviaria Italiana).

Edizione a stampa

32,00

Pagine: 278

ISBN: 9788891727343

Edizione: 1a edizione 2016

Codice editore: 100.853

Disponibilità: Buona

“In un mondo dove ogni giorno ci viene richiesto di fare di più e meglio con meno risorse, questo libro rappresenta un riferimento di assoluto valore.
Non una ricetta pronta all’uso, ma una riflessione ragionata, strutturata e pienamente argomentata sugli ingredienti alla base dell’eccellenza operativa.
Sono ingredienti che non dipendono dal settore di appartenenza, ma che costituiscono il DNA dell’apprendimento e del miglioramento continuo, in sintesi: gli elementi fondamentali del successo in qualsiasi campo della vita.”
Maurizio Gentile, AD di Rete Ferroviaria Italiana

Coniugare il paradigma dell'alta velocità in sanità significa innovare, attraverso un processo di miglioramento continuo, i sistemi di governance dell'organizzazione sanitaria rispetto ai continui mutamenti della domanda e dei bisogni di salute dei cittadini e all'evoluzione scientifica e tecnologica. Per compiere questa sfida non basta agire sui costi del sistema.
Occorre assicurare in primo luogo la “produttività”, l'efficacia e l'efficienza dei costi stessi. Per perseguire questo obiettivo è irrinunciabile ripensare in modo critico a nuovi modelli organizzativi e di gestione al fine di dare più valore alle risorse disponibili a beneficio della tutela del diritto alla salute e del benessere della persona, prima di tutto.
L'alta velocità, quindi, richiede predisposizione al cambiamento da parte di operatori e cittadini, ma soprattutto una politica sanitaria che valorizzi capacità ed esperienze professionali e valuti l'impatto delle proprie decisioni per un loro dinamico adeguamento ai mutamenti di contesto e rispetto alla percezione della qualità dei servizi da parte della collettività.
Lucia Borsellino, AGENAS - Referente per il protocollo ANAC AGENAS

Com’è possibile che certe organizzazioni ottengano risultati tali da apparire, rispetto a chiunque altro operi nel medesimo settore, come dei marziani? Benché il settore sia lo stesso, i mercati siano gli stessi e spesso anche i fornitori coincidano, queste straordinarie organizzazioni ad alta velocità sbaragliano sistematicamente tutti i concorrenti e, ancora più significativo, incrementano il distacco.
Il libro descrive cosa distingue le organizzazioni che dominano il proprio settore e fornisce un modello dettagliato che può essere utilizzato per passare in testa nel vostro campo di attività.
Vengono analizzati i meccanismi interni delle organizzazioni leader in una vasta gamma di settori: da quelli tecnologici a quelli dei servizi, dalla produzione all’assistenza sanitaria. Non sono solamente esaltati i successi ottenuti, ma vengono approfonditi alcuni tra i maggiori errori gestionali che hanno offuscato la reputazione di alcune tra le più rinomate e rispettate imprese e organizzazioni, ad esempio il richiamo nel 2010 di milioni di veicoli Toyota, da decenni leader di settore.

Steven J. Spear ha vinto cinque volte il premio Shingo e si è visto assegnato un McKinsey Award nel 2005. Senior Lecturer presso la Sloan School of Management del MIT ed ex assistente presso la Harvard Business School, Steve è anche membro anziano presso l’Institute for Healthcare Improvement. È autore di numerosi articoli apparsi in riviste accademiche e professionali, tra cui la Harvard Business Review e The New York Times.

Steven J. Spear, Prefazione
Remo Bonichi, Pier Paolo Falcone, Prefazione all’edizione italiana
Clayton M. Christensen, Introduzione
Ringraziamenti
Raggiungere la testa della corsa
(Le organizzazioni ad alta velocità abbondano; I concorrenti ad alta velocità; Struttura e dinamica delle organizzazioni ad alta velocità; Le quattro capacità delle organizzazioni ad alta velocità; Struttura del libro)
Complessità: il diritto e il rovescio della medaglia
(Sistemi semplici e sistemi complessi)
Come falliscono i sistemi complessi
(Persone, processi e incidenti normali; Morte di due equipaggi: gli avvertimenti trascurati; La lenta morte di un produttore di automobili: copiare senza innovare)
Come i sistemi complessi hanno successo
(Alcoa: sicurezza nel pericolo; Le quattro competenze in Alcoa)
Alta velocità sott’acqua, nei cieli e sul web
(Il Programma di Propulsione Nucleare della U.S. Navy; Capacità 1: catturare la migliore conoscenza collettiva e rendere i problemi visibili; Capacità 2: costruire la conoscenza aggredendo e risolvendo i problemi; Capacità 3: espandere la lezione appresa in tutta l’organizzazione; Capacità 4: dirigere sviluppando le capacità 1, 2 e 3; Pratt & Whitney: più velocità e meno costo nello sviluppo dei nuovi prodotti; Avenue A: da confusi ad agili e incisivi; E ora, Toyota…)
Capacità 1: progettazione e gestione del sistema
(Toyota: come passare dall’ultima fi la alla vittoria; La generazione dell’alta velocità: l’eredità di Taiichi Ohno e Sakichi Toyoda; La progettazione dei sistemi: uno schema concettuale; Specificare la struttura delle attività e integrare i controlli)
Capacità 2: problem solving e miglioramento
(Schemi di problem solving; Uno sguardo alla capacità 3)
Capacità 3: condividere la conoscenza
(Conoscenza diffusa: carburante per l’alta velocità; Caso: accelerare il Nord America; Caso: progettazione ad alta velocità di un prodotto; Caso: le attività jishuken)
Capacità 4: sviluppare le competenze dell’alta velocità negli altri
(Imparare a dirigere in Toyota; Il processo di leadership; Un leader di Toyota in azione; Il leader come sviluppatore di capacità; Addestramento all’eccellenza; I leader come responsabili di processo; Chi è responsabile di chi?)
Una crisi rientrata ad alta velocità
(La crisi che non c’era; Auto-organizzazione: risultati complessi da regole semplici; Il recupero dalle crisi come attività normale; Crisi? Quale crisi?)
Creare organizzazioni sanitarie ad alta velocità
(Il sistema sanitario americano è troppo pericoloso; Il sistema sanitario americano può fare meglio; La gestione dei processi come problema di formazione dei medici)
Conclusioni
Epilogo: imparare dai passi falsi di Toyota
Bibliografia.

Contributi: Remo Bonichi, Clayton M. Christensen, Pier Paolo Falcone

Collana: Am / La prima collana di management in Italia

Argomenti: Principi di organizzazione

Livello: Testi per professional

Potrebbero interessarti anche