Il medico, il paziente e le loro medicine. Psicologia dei farmaci
Contributi
R. Armani, L. Garattini, E. A. Moja, F. Nin, S. Rusconi
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 144,   figg. 2,     1a edizione  1985   (Codice editore 1110.3)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820446772

Presentazione del volume

Il farmaco è diventato, nella società attuale, un bene di consumo, catalizzatore di interessi compositi, che si affiancano a quelli di ricerca, produttivi e commerciali propri dell'industria farmaceutica. Si muovono infatti, attorno al farmaco, le preoccupazioni e l'interesse del cittadino, che da esso dipende per curare le proprie malattie; del medico, che ha nel farmaco uno degli strumenti elettivi della sua pratica professionale; dello Stato, nella sua veste di garante della salute pubblica e di principale acquirente di farmaci attraverso il Servizio Sanitario Nazionale. Sono ormai numerosi i lavori dedicati agli aspetti economici, sociali e politici della produzione e della diffusione di preparati farmaceutici. Manca, invece, una riflessione che abbia per oggetto soprattutto la dimensione soggettiva del rapporto che intrattengono con il farmaco tutti coloro che, a diverso titolo, entrano in relazione con esso. E' questo lo spazio nel quale si inserisce questo volume, che ha l'intento di analizzare la fisiologia e la patologia delle reazioni psichiche individuali (e, talvolta, collettive) nel rapporto con i medicamenti, cercando di individuare le variabili di natura psicologica che possono condizionare significativamente l'efficacia di una farmacoterapia.

Nella pratica clinica è poco significativo contrapporre antiteticamente le caratteristiche farmacologico - terapeutiche di un medicinale e le aspettative di un paziente che lo assume o l'influenza che può esercitare l'atteggiamento del medico sull'efficacia del farmaco stesso. Al contrario, la conoscenza delle prerogative farmacologiche specifiche di un medicamento, abbinata a quella dei fattori non farmacologici che intervengono in tutto il corso della terapia, costituisce l'approccio, diversificato ma convergente, ai due livelli inscindibili costituiti dalla malattia e dal malato.

Franco Del Corno, laureato in filosofia e in psicologia, dirige il Servizio di psicologia della Casa di cura Ville Turro di Milano. Ha pubblicato numerosi articoli e libri; fra gli ultimi: "Metodologia dei test psicologici" (Milano, 1984), curato con Eugenia Pelanda.

Margherita Lang, specialista in psicologia, è ricercatore presso l'Istituto di psicologia della Facoltà di medicina dell'Università di Milano. Svolge attività come psicologa clinica. Ha pubblicato numerosi articoli ed alcuni libri. Fra gli ultimi: "Le strutture intermedie in psichiatria" (Milano, 1983) e, insieme a Katherine Schweizer, "Psicoanalisi e socioanalisi" (Napoli, 1984).

Guido Taidelli, psichiatra, dirige un reparto per pazienti psicotici presso la Casa di Cura Ville Turro. Ha pubblicato lavori sul trattamento integrato delle situazioni di crisi e sui fattori non farmacologici della farinacoterapia.

Indice

Presentazione, di Pierre B. Schneider
Introduzione
1. I placebo. Una rassegna della letteratura medica, di E.A. Moja
1. I placebo come agenti aspecifici
2. I placebo come sostanze inerti
3. Clinica dei placebo
4. Componenti dell'effetto placebo
5. Illusioni e prospettive di una biologia dell'effetto placebo
Bibliografia
2. Aspetti relazionali della terapia farmacologica, di S. Rusconi
1. Introduzione
2. Obiettivi
3. Considerazioni generali
4. La malattia nell'uomo
5. Le differenti relazioni medico - paziente
6. Alcune caratteristiche degli scambi relazionali
7. Il ruolo del medico
8. Il placebo
9. Azione psicologica del farmaco
10. L'apporto di M. Balint
11. La prescrizione
12. Reazioni alle prescrizioni
13. La formazione
14. Significato simbolico dei farmaci
Bibliografia
3. La relazione di R. Armani
1. L'ambito classico della relazione farmacista - paziente - farmaco
1.1. Il contesto
1.2. Le richieste del paziente
1.3. li retroterra delle domande
1.4. La risposta del farmacista
1.5. La richiesta di scavalcare il medico
2. L'ambito autonomo della relazione farmacista - paziente - farmaco
2.1. L'automedicazione sorvegliata dal farmacista
2.2. Lo spazio della relazione
2.3. I protagonisti della relazione
2.4. Caratteristiche della relazione
Bibliografia
4. L'immagine del farmaco: fattori economici e commerciali, di L. Garattini
1. L'informazione medico - scientifica
2. Considerazioni finali
Bibliografia
5. Farmacodipendenza, farmacofobia, farmacoresistenza, di F. Del Corno, M. Lang e F. Nin
1. Premessa
2. Farmacodipendenza
2.1. Alcuni concetti di carattere generale
2.2. La farmacofilia
3. Farmacofobia
3.1. Farmacofobia e farmacofilia
3.2. Forme comuni di farrnacofobia
4. Farmacoresistenza
4.1. Falsa e vera farmacoresistenza nel trattamento del dolore
4.2. Farmacoresistenza nel trattamento psicofarmacologico
5. Osservazioni conclusive
Bibliografia




  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità