L'uso pubblico della storia
Autori e curatori
Contributi
Remo Bodei, Massimo Canevacci, Marco De Nicolò, Patrizia Dogliani, Ferdinando Fasce, Marcello Flores, Anna Foa, Vittoria Gallina, Marco Grispigni, Peppino Ortoleva, Chiara Ottaviano, Alessandro Portelli, Gabriele Ranzato, Anna Rossi-Doria, Michi Staderini
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 240,      1a edizione  1995   (Codice editore 235.5)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 32,00
Condizione: fuori catalogo
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788820490119

Presentazione del volume

L'uso pubblico della storia non è un fenomeno di questi giorni; si può dire che sia nato con la nascita della storia come attività conoscitiva. In questi ultimi anni, tuttavia, ne abbiamo sperimentato una intensificazione, persino una ipertrofia: un risultato cui hanno concorso almeno due fattori. da un lato, la grande svolta della storia contemporanea, avviata nel 1989 con il crollo del comunismo e la fine del bipolarismo, ha indotto a una riscrittura impaziente del passato ad opera dei più diversi soggetti (politici, operatori dei media, ma anche storici); dall'altro questo mutamento ha coinciso con l'asserita perdita di peso e di credibilità scientifica della storiografia, annunciata anche dagli addetti ai lavori dopo le vicende contrastate degli ultimi vent'anni.

Ma la congiuntura certamente straordinaria che stiamo vivendo, se è lo stimolo principale che induce a interrogarsi oggi sull'uso pubblico della storia, non deve oscurare il fatto che queste pratiche hanno a loro volta una storia e possono essere periodizzate: l'ipotesi che qui viene formulata è che un punto di svolta decisivo sia collocabile negli anni Venti e Trenta, dopo la Grande guerra e quando si fa diffuso e incisivo l'uso dei mezzi di comunicazione di massa.

II volume propone in sostanza una riflessione a tutto campo sull'uso pubblico della storia. Senza Ia pretesa di darne conto in maniera esauriente, lo affronta da tre punti di vista: fornendo una definizione, per quanto aperta e provvisoria, all'incrocio tra storiografia, filosofia e scienze sociali; esaminandone alcuni luoghi di produzione (mass media, televisione, scuola); proponendo infine l'analisi di alcuni casi specifici di uso della storia.

Nicola Gallerano insegna Storia contemporanea all'Università di Siena. È' condirettore di Passato e Presenta e fa parte del comitato scientifico di Ventesimo secolo e dei I viaggi di Erodoto. Tra le sue pubblicazioni più recenti, si ricordano, con M. Flores, Sul Pci. Un'interpretazione storica, Il Mulino, Bologna, 1992; e in tema di uso pubblico della storia, La guerra vera. Da Sarajevo a Baghdad passando per Danzica, in G. De Luna (a cura di), Insegnare gli ultimi 50 anni, La Nuova Italia, Firenze, 1992; La memoria pubblica del fascismo e dell'antifascismo, in AAVV, Politiche della memoria, Manifestolibri, Roma, 1993.

Indice

Introduzione, di Nicola Gallerano
Parte prima - Il problema
1. Storia e uso pubblico della storia, di Nicola Gallerano
2. Fine delle filosofie della storia, di Remo Bodei
3. Verso un'etnografia plurale. Dall'«io» unificato agli «ii» polifonici, di Massimo Canevacci
Parte seconda - I mezzi e i luoghi
1. Storia e mass media, di Peppino Ortoleva
2. Accademia e storia in TV. Una riflessione a partire dalle origini, di Chiara Ottaviano
3. Il sapere storico come strumento didattico: processi di costruzione d'identità a scuola, di Vittoria Gallina
Parte terza - I temi
1. La storia degli ebrei tra anormalità e simbolo, di Anna Foa
2. Il difficile uso della memoria ebraica: la Shoah, di Anna Rossi - Doria
3. La storia della guerra civile nella Spagna postfranchista: uso e non uso, di Gabriele Ranzato
4. Prometeo a Babele. Un tentativo di storia pubblica del lavoro negli Stati Uniti, di Ferdinando Fasce
5. Malcolm X e la storia, di Alessandro Portelli
6. L'uso pubblico della storia senza gli storici. La memoria comune degli anni dell'azione collettiva, di Marco Grispigni
7. Accentramento e decentramento nella storia d'Italia: un conflitto storico - politico, di Marco De Nicolò
8. Lo spazio pubblico del femminismo. Emancipazione e liberazione nella riflessione del femminismo degli anni Settanta, di Michi Staderini
9. Guerra e memoria nella società contemporanea, di Patrizia Dogliani
10. La fine del comunismo, di Marcello Flores