Paolo Treves. Biografia di un socialista diffidente
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 400,      1a edizione  2018   (Codice editore 541.35)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 43,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 30,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 30,00
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
La biografia di Paolo Treves (1908-1958) consente di confrontarsi con una parte rilevante del socialismo italiano e dell’antifascismo militante. La sua vicenda politica e personale, indagata attraverso un’ampia mole di documenti inediti reperiti in archivi nazionali e internazionali, incrocia le riflessioni e le attività di varie altre figure di primo piano del mondo politico-culturale, a cominciare dallo zio Alessandro Levi, da Croce e da Casati, centrali soprattutto negli anni della sua difficile formazione.
Utili Link
Moked.it Recensione… Vedi...
Corrire della Sera Il socialista di Radio Londra (di Silvia Bianciardi)… Vedi...
Presentazione del volume

La biografia di Paolo Treves (1908-1958) consente di confrontarsi con una parte rilevante del socialismo italiano e dell'antifascismo militante. Figlio di Claudio e di Olga Levi, fratello maggiore di Piero, Paolo ha attraversato decenni drammatici della storia europea e mondiale, frequentando Turati, Anna Kuliscioff e altri esponenti di primo piano di un socialismo democratico alieno dal sognare rivoluzioni palingenetiche, ma fautore dell'estensione graduale dei diritti alle masse e intransigente verso il fascismo. Di origine ebraica, imparentato con i Gerbi e strettamente legato ai fratelli Rosselli, conosciuto il carcere fascista nel 1929, Paolo fu costretto a emigrare per le leggi razziali. In Inghilterra dal 1938 al 1945, nuovamente arrestato nel 1940, lavorò alla BBC e divenne uno dei più noti ed efficaci speaker di Radio Londra. A Parigi con Saragat (primo ambasciatore dopo il fascismo), costituente e deputato socialdemocratico nelle prime due legislature repubblicane, Paolo fu anche docente di storia delle dottrine politiche. Giornalista prolifico, uomo colto e sofferto, scomparve prematuramente lasciando la moglie Lotte e il figlio Claudio. La sua vicenda politica e personale, indagata attraverso un'ampia mole di documenti inediti reperiti in archivi nazionali e internazionali, incrocia le riflessioni e le attività di varie figure di primo piano del mondo politico-culturale, a cominciare dallo zio Alessandro Levi, da Croce, Casati, Nenni e Max Ascoli, centrali soprattutto negli anni della sua difficile formazione.

Andrea Ricciardi collabora dal 2000 con l'Università degli studi di Milano, dove insegna Storia contemporanea. Si occupa di storia politica e culturale, con particolare riferimento a temi e figure del movimento operaio e dell'antifascismo. Oltre a numerosi saggi pubblicati in riviste di settore e volumi collettanei, ha scritto e curato libri su Leo Valiani, Gino Giugni, Vittorio Foa, Riccardo Lombardi, Piero Boni, Antonio Giolitti e Luigi Longo.

Indice
Ringraziamenti
Gli anni della formazione: 1924-1932. Socialismo e antifascismo come scelte naturali
(Paolo di fronte al caso Matteotti: l'obbligo di diventare grande; La scomparsa della signora Anna, la crisi socialista e l'avvento del fascismo totalitario; La repressione fascista, l'espatrio di Claudio e il trasferimento della famiglia a Torino; La lettera di sostegno a Croce, l'arresto e il trauma del carcere; Dal "manicomio" al trasferimento a Roma; Il distacco dalla madre: Olga a Parigi con Claudio; La sorveglianza fascista si attenua: i Treves tra Milano e Parigi; La scomparsa di Turati: una cesura personale e politica)
Tra Italia e Gran Bretagna: 1933-1944. Dalla guerra personale alla guerra mondiale
(Gli ultimi mesi di vita di Claudio; La difficile costruzione del futuro. Paolo tra Croce, Casati e Laterza; Tra pubblico e privato: dalla guerra d'Etiopia alla crisi dell'antifascismo; La forzata emigrazione in Inghilterra e la prima fase della guerra; L'approdo a Radio Londra, la "pugnalata alla schiena" dell'Italia fascista e il nuovo arresto; L'attività di Paolo presso la BBC, il rapporto con Free Italy e l'evoluzione della guerra; Dopo l'8 settembre. Sul fronte e dietro il fronte italiano: una forma particolare di Resistenza)
Il ritorno in Italia: 1945-1958. Liberazione, Repubblica, socialdemocrazia e anticomunismo
(La ripresa dell'attività politica e la collaborazione con Saragat a Parigi; Dalla Costituente al 1948: la rottura dell'unità antifascista e le conseguenze di Palazzo Barberini; Democrazia e Guerra fredda. L'attività politico-parlamentare nella I Legislatura; L'ultima legislatura: l'approdo al governo e il mancato riavvicinamento al PSI; Un finale inatteso: il cerchio si chiude definitivamente)
Indice dei nomi.