Il bambino con deficit visivo. Comprenderlo per aiutarlo. Guida per genitori, educatori e riabilitatori
Autori e curatori
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 222,      2a edizione, aggiornata  2019   (Codice editore 1305.65.1)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 28.00
Disponibilità: Limitata





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 19.99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 19.99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Uno strumento fondamentale per genitori, operatori e insegnanti coinvolti nella problematica della minorazione visiva in età infantile o adolescenziale. Rivisitato e aggiornato rispetto alla prima edizione del 2005, il volume affronta con un linguaggio accessibile e chiaro tematiche fondamentali per chi desidera comprendere da vicino il modo in cui un bambino con deficit visivo percepisce e interagisce con la realtà delle cose e delle persone.
Presentazione del volume

Un volume di straordinaria profondità e insieme semplicità ed umanità. Uno strumento fondamentale per genitori, operatori ed insegnanti coinvolti nella problematica della minorazione visiva in età infantile o adolescenziale.
Rivisitato e aggiornato rispetto alla prima edizione del 2005, il volume affronta con un linguaggio accessibile e chiaro tematiche fondamentali per chi desidera comprendere da vicino il modo in cui un bambino con deficit visivo percepisce ed interagisce con la realtà delle cose e delle persone.
Affronta tematiche importanti come l'autonomia, l'inclusione scolastica, la comunicazione, la scoperta del mondo. E offre sia risposte ad alcune delle domande che più frequentemente genitori ed educatori si pongono, sia indicazioni pratiche per evitare di incorrere negli errori dovuti alla difficoltà di comprendere il punto di vista soggettivo e le necessità evolutive di un bambino con deficit visivo.

Maria Luisa Gargiulo
, psicologa e psicoterapeuta, lavora da oltre 30 anni aiutando genitori, insegnanti ed educatori alle prese con bambini e ragazzi con vari tipi di difficoltà. Consulente di enti di formazione sulla tematica del deficit visivo, supervisore di progetti riabilitativi e di intervento precoce, ha messo a punto ed applicato innovazioni metodologiche per aiutare ragazzi e bambini in difficoltà complesse, e tiene corsi di formazione per divulgarne l'uso. È una persona con grave deficit visivo dalla nascita, viaggiatrice anche in solitaria, appassionata di immersioni subacquee e di mototurismo. Le è stato conferito il Prometeo d'Argento per l'impegno sociale dal Presidente della Repubblica nel 2001. Con FrancoAngeli ha pubblicato anche Psicologia e psicodinamica dell'immersione subacquea (2006), Crescere toccando (2009) e Come rendere comprensibile un testo (2017).

Indice
Introduzione
Non vedo la mia mamma
(Un momento difficile; La danza della comunicazione; Quando manca l'aggancio visivo; Attenzione condivisa)
Nascere prima
(Il rapporto con la realtà; Difficoltà e voglia di vivere; Dalla relazione prematura alla relazione genitoriale)
Giocando giocando facciamo sul serio
(Giochiamo insieme?; Con che cosa giochiamo?; Come giochiamo?; Impariamo insieme a toccare; Alcune cose importanti)
Il tempo di capire attraverso i sensi
(Che cosa succede a chi vede?; Conoscere senza vedere; La "visione per indizi"; Comprendere la realtà per modificarla; Lo sviluppo dell'orientamento spaziale; Andare verso; Riflessione personale)
Concetti di psicologia della percezione
(Che cosa vuol dire percepire?; Processi cognitivi, memoria e percezione; Attenzione e percezione; La dominanza visiva)
La percezione intermodale e l'uso della vista
(L'attuale definizione funzionale della persona ipovedente; La dominanza percettiva e l'uso del residuo visivo; Alcune situazioni di sbilanciamento della dominanza percettiva; Elementi cognitivi coinvolti nell'uso del residuo visivo; I sensi sono mezzi o sono fini?)
Accanimento visivo
(Mode e contromode; La tentazione di "normalizzare"; Riflessione personale)
Bastone e pre-bastone
(Premessa; Perché usare un bastone bianco?; Come si usa il bastone?; Com'è fatto il bastone?; Elementi propedeutici all'uso del bastone in età evolutiva)
Presidiare il processo di integrazione
(Le stagioni scolastiche; Ma di quale bambino parliamo?; Le cose, lo spazio e le regole; Mangiamo a scuola?; Pronto, chi parla?; Il bimbo di vetro; Chi assiste l'assistente?)
Approccio intermodale nella metodologia e nella didattica
(Finalità; Obbiettivi; Metodologia; Materiali usati, situazioni pratiche, tipi di attività; Aspetti personali, affettivi, relazionali; Situazioni complesse esplorate in modo plurisensoriale)
Il ruolo dell'informatica
(I disabili visivi pionieri del digitale; Principali tecnologie assistive per i disabili visivi; L'interfaccia: spesso il vero scoglio della lettura digitale; Il formato dei file; L'uso dei sensi vicarianti nella lettoscrittura digitale; Papà, se vuoi capirmi, spegni lo schermo!; Che cos'è il focus e perché è importante?; Come scegliere gli ausili tifloinformatici?; Quali sono i prerequisiti funzionali per usare le tecnologie per disabili visivi?; Alcune raccomandazioni pratiche; La tifloinformatica e le persone con disturbi complessi)
Conoscersi per incontrarsi
(Di cosa parlerò in questo capitolo; Prendersi cura e favorire lo sviluppo; Il sistema esploratorio e la minorazione visiva. Sicurezza, controllo, autonomia; L'attribuzione di ruolo sociale e di rango e il suo impatto nel lavoro degli operatori con le persone con disabilità)
Errori frequenti e discorsi scabrosi
(La deprivazione esperienziale: una trappola sempre in agguato; Le rappresentazioni tattili: strumenti da usare con intelligenza; Cose importanti da ricordare per non incentivare una relazione di dipendenza; Abbattiamo le barriere percettive a casa e a scuola; Finalmente parliamo di sesso!)
Quando il deficit visivo non è l'unico problema
(Benvenuti nella terra di nessuno; La "pluriminorazione"; Il confine della cecità; Il ventaglio degli autismi; Quando la tiflologia non basta; Esempi di problemi riscontrati in persone con doppia diagnosi; Interventi specifici ed appropriati)
Lo psicologo e la disabilità visiva
(Che cosa può fare uno psicologo?; Dove le persone con problemi di vista possono trovare uno psicologo?; Quale psicologia e per farci che cosa?)
Bibliografia.



Le nostre spedizioni verranno sospese dal 19 Dicembre al 6 Gennaio (inclusi).
  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità