Bioetica e cinema. Racconti di malattia e dilemmi morali
Autori e curatori
Contributi
Mauro Barni
Livello
Saggi, scenari, interventi
Dati
pp. 368,   3a ristampa 2012,    2a edizione, aggiornata e ampliata  2006   (Codice editore 1420.1.43)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 33,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846469762

Presentazione del volume

Questo volume introduce alla lettura di alcuni dilemmi morali in medicina, da quelli più comuni a quelli di frontiera, commentando più di settanta film e collegandoli ad altri trecentosettanta. Di ciascuna pellicola principale, recensita in una scheda specifica, è sintetizzata la trama, evidenziato un gruppo di parole chiave ed offerta una breve analisi valutativa.
I temi di bioetica, dalla clonazione ai trapianti, dalla procreazione assistita all'eutanasia, per fare alcuni esempi, sono purtroppo talvolta trattati con superficialità nei servizi di cronaca o affrontati con giudizi alquanto schematici. Il cinema può essere un valido strumento di approfondimento in quanto coinvolge direttamente lo spettatore nel cuore di situazioni complesse, disegna rappresentazioni sociali e vissuti individuali emotivamente ricchi, apre prospettive inedite nella descrizione della realtà e svolge con coerenza narrativa alcune alternative comportamentali in merito alle quali occorre prendere una decisione nella vita reale. Il cinema, come la letteratura in genere, mette inoltre alla prova le teorie morali generali e prepara, attraverso le sue finzioni, un'interpretazione più fedele del significato dei gesti, delle storie, degli atteggiamenti su cui l'etica, in un contesto pluralistico, ha il compito di esprimere valutazioni razionali fondate e comprensibili.
L'autore, docente di bioetica, propone un itinerario narrativo per affrontare i dilemmi morali che segnano le storie di malattia. Grazie alla scansione per argomenti, alla chiarificazione dei concetti fondamentali, ai collegamenti fra i film, ai commenti sulle soluzioni drammatiche, il lettore potrà percepire più criticamente i valori in conflitto, mettere a tema le proprie reazioni emotive e sarà sollecitato ad elaborare ragionamenti a favore o contro una tesi etica, affinando le proprie capacità di analisi e dialogo e dialogo.

Paolo Cattorini è professore di Bioetica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia di Varese dell'Università degli Studi dell'Insubria, dove svolge da alcuni anni il corso "Bioetica e cinema". Fra le sue pubblicazioni: La morte offesa. Espropriazione del morire ed etica della resistenza al male (Bologna, Dehoniane,1996); La morale dei sogni. Lo statuto etico della psicoanalisi (Bologna, Dehoniane, 1999) e Bioetica. Metodo ed elementi di base per affrontare problemi clinici (Milano, Masson, 2005). È corresponsabile del Percorso narrativo cinematografico nel Master Internazionale in Medical Humanities promosso dall'Università degli Studi dell'Insubria e dalla Fondazione Sasso Corbaro di Bellinzona.

Indice


Mauro Barni, Prefazione
Introduzione. Etica narrativa e critica cinematografica
Argomenti di bioetica e cinema
(L'idea di medicina; La verità al malato; Bioetica di fine vita. L'eutanasia; Sperimentazione clinico-farmacologica; Bioetica di inizio vita. La procreazione assistita; La clonazione; Bioetica, psichiatria e psicoterapia; Handicap e riabilitazione; Giustizia nelle scelte sanitarie; Trapianti d'organi e morte cerebrale; L'esperienza di malattia)
Scheda dei film
Per concludere. Il cinema come malattia e come cura
Indice dei film recensiti
Indice degli altri film citati
Parole chiave e discipline interessate.