Rapporto Italia 2004. L'economia reale dal punto di osservazione delle Camere di Commercio
Autori e curatori
Contributi
Carlo Sangalli
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 400,   figg. 200,     1a edizione  2004   (Codice editore 1813.5)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 55,00
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788846459459

Presentazione del volume

In questi anni stiamo assistendo ad una svolta profonda nel funzionamento dei sistemi economici e sociali: sta cambiando radicalmente il contesto geopolitico in cui siamo chiamati ad operare, cadono secolari barriere e la divisione mondiale del lavoro subisce rapidi mutamenti.

La Cina, l’India e i Paesi dell’Estremo Oriente si stanno affermando come i nuovi protagonisti dell’economia mondiale, e questo per il nostro Paese rappresenta una sfida a competere sulla qualità delle produzioni ma, al contempo, una grande opportunità di mercato.

Anche sull’economia pesano le tante guerre in corso e la minaccia del terrorismo internazionale, che entra nel vissuto quotidiano delle persone.

In questo quadro bisogna riuscire a collocare le veloci trasformazioni del nostro sistema economico-produttivo. Trasformazioni le cui dinamiche di base appaiono fondate su fattori “soft” della competizione: l’innovazione (tecnologica e organizzativa) e la qualificazione del capitale umano aziendale.

Partendo dall’analisi delle apparenti contraddizioni degli indicatori economici in un periodo di stagnazione, il Rapporto Italia 2004 di Unioncamere ripercorre l’evoluzione della struttura economica del nostro Paese attraverso le dinamiche di crescita delle imprese, in particolar modo quelle che hanno realizzato collegamenti di tipo formale (come i gruppi) o informale (come le reti e le filiere guidate dalle medie imprese leader).

Indice


Carlo Sangalli, L’economia italiana nel 2003 e le prospettive 2004: considerazioni di sintesi
La congiuntura economica, gli scenari previsionali e il posizionamento sui mercati internazionali
(La congiuntura internazionale; I divari di sviluppo nel contesto europeo; Il rallentamento dell’inflazione nel 2003: un’opportunità mancata)
L’ispessimento della struttura imprenditoriale
(Le variabili demografiche nel 2003)
Crescita dimensionale, incremento occupazionale e innalzamento della produttività: le tendenze di medio periodo
(Dalla crescita senza lavoro all’occupazione senza crescita: di cosa occorre preoccuparsi?)
La dimensione ottimale per competere: la piccola impresa nelle grandi reti
(L’Osservatorio Unioncamere sui gruppi d’impresa)
La media impresa: lo snodo competitivo del sistema produttivo italiano
(I bilanci delle società italiane: le principali tendenze; Media impresa, ovvero economia della filiera: una linea di analisi post-strutturalistica per il sistema produttivo italiano)
I nodi da sciogliere per competere: innovazione e capitale umano
(Il contributo della ricerca pubblica alla competitività del sistema produttivo; Le infrastrutture di trasporto nella dimensione europea; La “geografia” del credito in Italia: fattori macro, meso e microeconomici)
Appendice statistica
La demografia delle imprese
(Nati mortalità; Artigianato; Le “vere” nuove imprese; L’imprenditoria immigrata; L’imprenditoria femminile)
I bilanci delle imprese
Assetti proprietari e gruppi di impresa
L’economia italiana nel censimento 2001
Impatto occupazionale dei fenomeni di localizzazione delle imprese
La contabilità economica territoriale
Il mercato del lavoro e la qualificazione delle risorse umane
L’innovazione
Il commercio internazionale e i flussi di investimento
Il turismo
Il credito
L’inflazione
Il posizionamento europeo delle province italiane.