Smemorie della lira. Gli economisti italiani e l'adesione al sistema monetario europeo
Autori e curatori
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 180,   1a ristampa 2014,    1a edizione  2004   (Codice editore 363.48)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846457929

Presentazione del volume

Gli anni Settanta sono il decennio della crisi. Crisi dell’economia monetaria, col crollo del regime di cambi varato a Bretton Woods, ma anche dell’economia reale, con lo shock petrolifero e la drastica riduzione degli scambi commerciali. Una crisi che coglie il nostro paese impreparato e determina la comparsa della stagflazione: un fenomeno nuovo per la teoria e la politica economica, una spirale perversa di inflazione e disoccupazione che pare inarrestabile. È in questo clima di tensioni economiche e sociali e di profondi ripensamenti teorici che matura il tentativo di dar vita ad un sistema monetario europeo. Una scelta delicata, che incide profondamente sulle sorti del Governo Andreotti, sul documento di programmazione economica e finanziaria in discussione in quel periodo, il cosiddetto Piano Pandolfi, nonché sulle scelte strategiche di BankItalia, sotto la guida del Governatore Baffi. Una scelta sulla quale si confrontano speranze, perplessità, sforzi scientifici che vedono i nostri economisti, tra i quali Federico Caffè, Guido Carli, Mario Monti, Tommaso Padoa-Schioppa, Paolo Savona, impegnati in un dibattito di dimensione internazionale.

Il volume ripercorre le vicende che hanno accompagnato la costituzione dello Sme e ricostruisce i contributi teorici coi quali quell’evento è stato affrontato, mettendone in evidenza le tradizioni culturali e gli elementi innovativi.

Fabio Masini (1966), presidente del Centro Studi sull’Unione Europea e consulente per le politiche europee del Comune di Firenze, si occupa da molti anni di storia del pensiero economico e di teoria e politica economica dell’integrazione europea. Per i tipi della FrancoAngeli ha collaborato al volume L’Europa e gli economisti italiani nel Novecento (1997).

Indice


Premessa
Riflessione economica e scelte politiche in Italia negli anni Settanta
(L’integrazione europea nel pensiero economico italiano; Nodi teorici e principali schemi interpretativi; La politica economica fra emergenze e programmazione: le controverse vicende del Piano Pandolfi)
Il percorso accidentato verso la nascita dello Sme
(La filosofia originaria del Sistema monetario europeo; Il Vertice di Bruxelles e i dubbi del Parlamento; Verso l’istituzione dello Sme)
La teoria economica per l’integrazione monetaria
(Per un approccio “ortodosso” all’integrazione monetaria; La posizione di Confindustria; Quale Sme: il dibattito sulla moneta parallela; Quale Sme: banda di oscillazione ed adjustable peg; La transizione verso l’integrazione monetaria)
Uno scetticismo diffuso
(I dubbi del mondo bancario; I timori nel governo; Le perplessità nell’accademia; I dilemmi della sinistra politica e sindacale)
L’approccio politico-istituzionale all’integrazione monetaria
(L’approccio istituzionale tra funzionamento e federalismo; Progetto istituzionale ed integrazione economico-monetaria; Politica industriale, modello di sviluppo e responsabilità mondiali dell’Europa; Lo Sme come tappa verso l’Unione monetaria)
Considerazioni conclusive