Architettura del paesaggio. Evoluzione storica
Collana
Livello
Saggi, scenari, interventi. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 310,   figg. 311,  6a ristampa 2017,    1a edizione  2006   (Codice editore 1151.1.1)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 39,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846468703

Utili Link
Lineaverde Colloquio con Annalisa Maniglio Calcagno (di Biagio Guccione)… Vedi...
Presentazione del volume

L'opera dell'uomo sul territorio, da sempre, si intreccia e si affianca con la storia politica, economica, sociale, scientifica ecc... Analizzare l'evoluzione storica dell'architettura del paesaggio, quindi, consente di indagare un filone particolarmente ricco e significativo della nostra storia culturale, facendo emergere il valore del "paesaggio", nelle varie sovrapposizioni impresse nel corso dei secoli, come documento straordinario ed insostituibile delle vicende umane.
Secondo tale approccio, confermato in questa nuova edizione rivista e aggiornata, l'autrice propone una completa ed essenziale sintesi storica, corredata da un ricco apparato iconografico, delle più significative trasformazioni operate dall'uomo sul paesaggio, dall'epoca romana fino alle soglie del '900.
Il volume rappresenta quindi un contributo costruttivo alla formazione di una coscienza critica nei confronti del territorio, al fine di riconoscerne gli effetti - positivi e negativi - che l'azione dell'uomo vi ha impresso.

Annalisa Calcagno Maniglio. Professore ordinario di Architettura del paesaggio presso la Facoltà di Architettura dell'Università di Genova è stata Direttore della Scuola di Specializzazione in Architettura dei Giardini e Progettazione del Paesaggio (Facoltà di Architettura, Genova) e Preside della Facoltà di Architettura dell'Università di Genova. È attualmente Presidente del Corso di Laurea (3+2) in Architettura del Paesaggio, all'Università di Genova. È autrice di oltre un centinaio di pubblicazioni, tra cui i volumi Giardini Parchi e Paesaggi a Genova nell'Ottocento (Sagep, 1984); Giardini e Parchi Lucchesi nella storia del paesaggio italiano (Pacini Fazzi, 1992).

Indice


Introduzione alla nuova edizione
(Note)
Premessa
(Note)
L'antichità
(Vicino Oriente; Egitto; Grecia; Roma; Note)
L'età di mezzo
(Le architetture murate; Gli insediamenti; Abbazie e monasteri; Il paesaggio agrario; Il paesaggio nei documenti figurativi; Il giardino medioevale; Note)
L'età del Rinascimento
(Il paesaggio agrario; Il paesaggio rinascimentale nelle cronache dei viaggiatori; Il paesaggio nei documenti figurativi; Architettura e paesaggio: la villa di campagna; L'architettura del giardino; Il disegno urbano; La diffusione delle residenze di villa; L'età del Rinascimento a Roma; Evoluzione della villa suburbana nel Cinquecento; Note)
L'età del Barocco
(Il paesaggio agrario; La raffigurazione del territorio; La pittura paesagistica del '600; Spazialità barocca; Il disegno urbano; La villa-parco seicentesca e il paesaggio; La strutturazione sabauda del territorio; La diffusione della villa-parco in Italia; La sistemazione paesistica dei "Sacri Monti"; Il ruolo della Francia nel rinnovamento paesistico europeo; Note)
L'età dei Lumi
(Il disegno urbano - Il verde della città; L'orto botanico; Il paesaggio nella villa settecentesca; Documenti figurativi di cartografi e rilevatori; Il paesaggio agrario - Lo sviluppo della scienza agronomica; La rappresentazione del "disegno" del territorio: i catasti; L'Inghilterra e la nuova poetica paesistica; Note)
L'Ottocento
(Rivoluzione industriale e trasformazioni ambientali; Le teorizzazioni urbanistiche; Il verde pubblico; Lo studio dell'ambiente naturale; Documenti figurativi e letterari; Neoclassicismo, eclettismo storicistico; Esperienze urbanistiche e paesistiche in Europa; Note)
Inghilterra
(Note)
Francia
(Note)
Germania
(Note)
Italia
(L'avvento della ferrovia; Il paesaggio agrario; Lo sviluppo industriale; Giardino classico e giardino paesistico; Il giardino privato; La documentazione degli aspetti paesistici ottocenteschi: gli ingegneri cartografi, gli architetti rilevatori; L'urbanistica ottocentesca: lo spazio collettivo, il viale alberato, il giardino pubblico; Torino; Milano; Venezia; Genova; Firenze; Roma; Napoli; Palermo; Note)
Cenni sugli interventi paesistici ottocenteschi nel "Nuovo mondo"
(Note)
Bibliografia aggiornata.