La formazione delle scelte demografiche. Materiali per lo studio dei processi cognitivi e normativi
Autori e curatori
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 144,      1a edizione  2006   (Codice editore 570.1.1)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 16.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846472175

Presentazione del volume

La demografia ha per oggetto i comportamenti di passaggio, quelli, cioè, relativi agli snodi fondamentali della vita di un individuo: uscire di casa o migrare, formare un'unione o scioglierla, o avere un figlio. Analizzando questi comportamenti ci si trova di fronte un nodo teorico di fondo: quali vincoli, motivazioni, condizionamenti stanno dietro i processi di formazione delle scelte? Che capacità hanno i modelli sviluppati a cavallo tra psicologia ed economia, di render conto della complessità dei comportamenti demografici? E che aiuto ci può venire dai contributi elaborati in discipline limitrofe, come la sociologia, la storia, l'antropologia?
Questo libro tratta la prima metà di un virtuale percorso tra le logiche dell'azione, passando in rassegna i modelli cognitivo-normativi di formazione delle scelte demografiche, quelli, cioè, che si basano sul calcolo economico o sulla consuetudine e sull'adesione a norme e valori. Quel che il libro si propone è di mettere a punto le categorie più idonee per esplorare nuove frontiere del ragionamento, gettando un ponte tra fenomeni sociali e comportamenti collettivi spesso letti separatamente tra loro, incommensurabili e proprio per questo poco comprensibili.

Giuseppe A. Micheli dirige l'Istituto di Studi su Popolazione e Territorio presso l'Università Cattolica di Milano. Membro del Consiglio Italiano delle Scienze Sociali, fa parte del comitato editoriale e scientifico di varie riviste.

Indice


Giuseppe A. Micheli, Premessa
Introduzione. Le regole del pollice
(La fallacy della variabilizzazione del mondo; Verso teorie di medio raggio; Verso un sistema integrato di logiche; Verso un'ottica macroscopica)
L'approccio utilitaristico e i suoi limiti
(Becker e il paradigma della scelta razionale; New Home Economics: la scatola degli attrezzi; Perché cooperare? Una simulazione; Perché cooperare? Il dilemma del prigioniero)
La diffusione della modernità
(Il gioco dell'Assicurazione; Routines, consuetudini, pratiche: una mappa semantica; Euristica negativa: modelli di Attesa/Valore del figlio; Prescrizioni, proscrizioni e qualcosa d'altro)
Pratiche sociali e reti
(Filtri di lealtà: cinque livelli di interazione; Filtri di lealtà: cerchie concentriche di legami; Grafi e reti. La debolezza dei legami forti; Oltre i legami deboli: effetti strutturali)
Modelli di famiglia
(Due (o tre) polarità di famiglie in Europa; Cosa caratterizza una famiglia ceppo?; Sistemi di genere; Alleanze tra parentele)
Verso modelli non cognitivi
(La bassa copertura delle teorie microdemografiche; La razionalità in era postmoderna; Insicurezza: andare oltre il Planned Behavior Model; Misurare gli stati d'animo (è possibile))
Riferimenti bibliografici
Indice degli autori
Indice degli argomenti.