Prossimità e sviluppo. Spazi e relazioni economiche tra il Mezzogiorno e i paesi dell'Europa balcanica
Autori e curatori
Contributi
Franco Botta, Giulio Cainelli, Michele Capriati, Marina Comei, Nicola Coniglio, Annunziata de Felice, Guido De Santis, Antonia Rosa Gurrieri, Isabella Martucci, Gianfranco Viesti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 224,      1a edizione  2006   (Codice editore 380.314)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 31,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846476753

Presentazione del volume

In turco balkan significa “monte” e questo è certamente il carattere fisico fondamentale del territorio che, al di là dell’Adriatico, complessivamente occupa poco meno di 850mila chilometri quadri e ospita poco oltre 76 milioni di persone. Guardare a quelle terre è per gli Italiani, specie se meridionali, e in particolare pugliesi, allo stesso tempo una missione e, si passi il termine, una condanna. I Balcani sono la banlieue d’Europa, periferia ribollente di livore e rivoluzione, oppure una potenzialità propizia per noi?
I saggi qui raccolti danno un contributo originale di conoscenza e una chiave interpretativa dell’evoluzione passata, presente e prospettica dei nostri rapporti commerciali con quelle terre e quei popoli, fornendo una “mappa” organica, quasi una panoramica in campo lungo, delle molteplici realtà in cui quell’ampio territorio si articola, e approfondendo, come caso di studio non fortuito, l’interscambio tra la nostra regione e la Romania, aspirante all’ingresso nella UE e realtà privilegiata per numerosi imprenditori pugliesi. Il contributo dello storico, poi, fa luce su un lontano e non risolto progetto di integrazione produttiva tra l’Italia e il suo vicino orientale.
Da un allargamento dell’Europa e dalla politica di prossimità possono venire spazi preziosi per le regioni italiane ancora interessate alla crescita pur non essendo più aree arretrate.

Fabio Del Prete è ordinario di Economia Politica nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Bari e, con gli altri Autori, fa parte della Sezione economica del Dipartimento per lo Studio delle Società mediterranee.

Indice


Fabio Del Prete, Introduzione
Parte I. Il quadro geo-economico e la tessitura commerciale
Guido De Santis, Gianfranco Viesti, Per una geografia economica dello sviluppo regionale nei Balcani
(Introduzione; La Croazia; La Serbia; Il Montenegro; Il Kosovo; L’Albania; La Macedonia; La Bosnia Erzegovina; La Bulgaria; La Romania; Livelli di reddito e investimenti stranieri nella regione Balcanica; Riferimenti bibliografici generali)
Michele Capriati, Nicola Coniglio, Prossimità, costi di trasporto e commercio: il caso Mezzogiorno-Balcani
(Struttura geografica degli scambi con i paesi balcanici e l’interscambio intra-area; Il commercio Italia-Balcani: analisi regionale; Struttura settoriale dell’interscambio Italia-Balcani; Potenzialità del commercio Mezzogiorno-Balcani; Impatto settoriale della crescita nei Balcani sul Mezzogiorno; Conclusione; Riferimenti bibliografici)
Parte II. Un caso di studio. Il rapporto con la Romania
Giulio Cainelli, Isabella Martucci, L’interscambio commerciale tra Puglia e Romania: una nota
(Introduzione; Lo schema ‘teorico’ di riferimento; L’analisi empirica; Conclusioni; Riferimenti bibliografici)
Antonia Rosa Gurrieri, Relazioni con un’economia in via di transizione: il caso Italia-Romania
(Introduzione; Lo scenario storico-economico; Alcune evidenze empiriche; Le imprese rumene e i rapporti Puglia-Romania; Conclusioni; Riferimenti bibliografici)
Annunziata de Felice, Investimenti Diretti Esteri in Romania: nuove prospettive per il Mezzogiorno
(Introduzione; Investimenti Diretti Esteri: aspetti teorici e recenti tendenze; Investimenti Diretti Esteri dell’Italia e del Mezzogiorno in Romania: una verifica empirica; Conclusioni; Riferimenti bibliografici)
Parte III. Una analisi ucronica
Marina Comei, Energia per il Mezzogiorno. Storia di un progetto di collaborazione internazionale per la costruzione di una centrale idroelettrica a Dubrovnik nel secondo dopoguerra
(Introduzione; La questione jugoslava nel secondo dopoguerra: il ruolo economico dell’Italia; Energia per il Mezzogiorno: Il progetto Italconsult – Development Loan Fund – Commissione Economica per l’Europa per una centrale idroelettrica a Dubrovnik; Riferimenti bibliografici)
Conclusione
Franco Botta, Una strategia di sviluppo per la Puglia e per i paesi europei del Sud-est. Questione adriatica e questione meridionale
(Ma i Balcani sono oggi più vicini?; Un’Europa adriatica è possibile ed utile; In un’ottica di co-sviluppo si possono massimizzare i guadagni di tutti; Obiettivi e politiche di prossimità).