I processi di formazione, la crescita e la sopravvivenza delle piccole imprese
Autori e curatori
Contributi
Sebastiano Brusco
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 320,      1a edizione  1996   (Codice editore 430.22)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 36,00
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846401021

Presentazione del volume

Il volume propone i risultati di una ricerca basata su un campione di oltre 3.000 imprese sulle quali si hanno informazioni per tutto il quinquennio 1983-88. L'intero saggio è costruito intorno alla distinzione tra impresa e autoimpiego. Tale distinzione, inconsueta negli studi italiani di economia e organizzazione industriale, coincide in larga misura con quella tra firm e self-employment, tipica della letteratura e delle statistiche industriali anglosassoni, e consente di mettere in evidenza aspetti nuovi e scarsamente esplorati nel panorama delle ricerche sul tema. Il volume può essere suddiviso in tre parti. Nella prima si affrontano i problemi teorici e metodologici connessi con la nozione di impresa adottata e con la definizione della nascita e della morte dell'impresa; si fornisce una stima del tassi di natalità; si studiano le caratteristiche delle nuove imprese e dei loro fondatori; si esamina il processo di formazione del capitale e delle competenze; si determina, da ultimo, l'ammontare di occupazione attribuibile direttamente alla natalità. Nella parte centrale, dedicata alI'analisi della crescita, della mortalità e della sopravvivenza, si sottopongono a verifica empirica le principali proposizioni analitiche che emergono dai modelli che si occupano della relazione tra crescita e sopravvivenza delle imprese. Nella parte conclusiva si valuta l'impatto della mortalità sul mercato del lavoro, si sottolineano le differenze rispetto ai modelli correnti di ingresso e di uscita, si formulano alcune proposte per la costruzione di un diverso apparato analitico, si discutono infine le implicazioni dei risultati ottenuti sulla mobilità sociale e del lavoro. Su ciascuno di questi aspetti la distinzione tra imprese e autoimpiego ha conseguenze importanti e permette di mettere in luce motivazioni, comportamenti ed effetti sul tessuto produttivo radicalmente differenti.

Giovanni Solinas è ricercatore presso il Dipartimento di Economia Politica dell'Università di Modena dal 1983. È autore di numerosi saggi prevalentemente su temi di economia industriale e di economia del lavoro, pubblicati in riviste italiane e straniere. Con Sebastiano Brusco ha in corso di pubblicazione il volume Competitività e partecipazione per i tipi del Mulino.

Indice

Sebastiano Brusco, Prefazione - Nascite, trasformazioni giuridiche e cambiamenti di proprietà - I tassi di natalità - Le imprese - I titolari, i soci e gli amministratori - Il processo di formazione - I volumi di occupazione - La crescita - I tassi di mortalità - Le imprese morte - La sopravvivenza e la speranza di vita - Gli effetti della mortalità sul mercato del lavoro - Appendici (L'universo e il campione; I trasferimenti da altre province; Alcuni errori di classificazione nel Registro delle Ditte; Un confronto con gli archivi Inps; La metodologia impiegata nella ricerca; Le tavole di mortalità delle imprese).