Lavoro e identità psicosociali. Sicurezza, flessibilità e precarietà
Contributi
Tonia Cattari, Piergiorgio Gabassi, Pier Franco Gaviano, Stefania Piras, Emerenziana Silenu, Tiziano Treu
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 272,      1a edizione  2007   (Codice editore 1243.46)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 25,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846480293

Presentazione del volume

I cambiamenti tecnologici, organizzativi, contrattuali, professionali ed economici che stanno investendo da circa un ventennio il mondo del lavoro, hanno determinato un nuovo assetto del sistema della domanda e dell'offerta, modificando radicalmente il rapporto tra contesto sociale, lavoratori ed imprese. Emergono nuove professionalità e tipologie di lavoro, più mobili e flessibili, ma anche nuove forme di precarietà ed instabilità.
Inserendosi in questo contesto, il volume offre un contributo metodologico e di ricerca che si colloca storicamente tra il Pacchetto Treu e la Legge Biagi. I risultati delineano una prospettiva che supera la tradizionale dinamica bipolare continuità-stabilità-staticità vs precarietà-marginalità, introducendo un'ipotesi tripolare: continuità-stabilità-staticità vs dinamicità-mobilità-flessibilità adattiva vs precarietà-marginalità. Nell'analisi vengono definiti specifici percorsi di inserimento e sviluppo professionale caratterizzati da best practices che consentono l'individuazione di predittori di successo o insuccesso professionale.
La ricerca, in linea con i presupposti della grounded theory, conferma come il lavoratore sia il vero sperimentatore di condizioni critiche e di soluzioni, che offrono sul piano dell'identità e del ruolo, modelli efficaci per una progettazione innovativa dell'inserimento lavorativo.
Il volume si propone come utile strumento per studenti e studiosi che vogliano approfondire le dinamiche del lavoro per riflettere sulle possibili soluzioni minimizzando i costi sociali e soggettivi della flessibilità.

Pietro Rutelli è professore straordinario di Psicologia del lavoro e delle organizzazioni presso l'Università di Cagliari e docente alla LUMSA di Roma. Per i nostri tipi ha recentemente pubblicato: L'impresa intangibile (2004) e L'impresa del Sé (con M. Bustreo, 2004); per Raffaello Cortina, Oggetti di qualità e loro significati (con E. Bortolanza, 2006).
Mirian Agus, psicologa, master in Metodologia della ricerca sociale e in Psicologia dell'orientamento scolastico e professionale, svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Psicologia dell'Università di Cagliari.
Rita Caboni lavora presso la Provincia di Carbonia-Iglesias, nel settore delle politiche attive del lavoro.

Indice


Note introduttive
Tiziano Treu, I cambiamenti nel mondo del lavoro: alcune prospettive
PierGiorgio Gabassi, Riflessioni sulla flessibilità
PierFranco Gaviano, Come contribuire all'evoluzione del mondo del lavoro
Emerenziana Silenu, Politiche per lo sviluppo e servizi per l'impiego
Parte I. Prospettive sperimentali ed applicative per la conoscenza dell'evoluzione del lavoro
Pietro Rutelli, Mirian Agus, Rita Caboni, Maria Lisa Garzitto, Aspetti psicologici, professionali ed organizzativi del lavoro che cambia: competenze di ruolo e stili di vita
(Dall'esperienza del lavoratore alla costruzione del sapere professionale; Il contesto teorico, storico e metodologico dell'azione conoscitiva; Il presente: ideal tipi professionali e variabilità del contesto lavorativo; Il passato: l'evoluzione degli stili di sviluppo professionale tra staticità e precarietà; Il futuro: gli ideal tipi professionali nei nuovi ingressi nel contesto lavorativo; Stili di vita e di sviluppo professionale)
Mirian Agus, Pietro Rutelli, Le metodologie del sapere sperimentale ed applicativo: per un'epistemologia della ricerca in psicologia sociale, del lavoro e delle organizzazioni
(I fondamenti della ricerca in campo psicosociale e organizzativo; L'Analisi delle Componenti Principali per l'esplicitazione delle dimensioni latenti; La Cluster Analysis per l'individuazione degli ideal tipi; La Regressione Logistica per la definizione dei predittori; L'analisi quantitativa e qualitativa: due prospettive complementari)
Parte II. La prospettiva psicosociale dell'evoluzione del lavoro
Pietro Rutelli, Tonia Cattari, Stefania Piras, Aspetti psicologici, psicosociali ed organizzativi
(Le transizioni in atto; Nuove soggettività e nuove forme di lavoro; Flessibilità e mobilità; Alcune forme di lavoro atipico; Fabrizia Biggio, Pietro Rutelli, Francesco Sotgiu, Formazione, Orientamento e Occupazione: il networking degli interventi e i piani di marketing management; Silvia Carta, Pietro Rutelli, Il lavoro femminile: emancipazione, leadership e nuove professionalità)
Rita Caboni, Pietro Rutelli, Aspetti normativi ed organizzativi del rapporto tra domanda e offerta
(Il collocamento tra storia e attualità; Gli orientamenti comunitari e le politiche attive del lavoro; La prospettiva psicosociale del nuovo processo di collocamento; Le prospettive dell'occupazione: cooperazione tra pubblico e privato)
Bibliografia.


  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità