Economia dei settori in declino: teoria, evidenze, politiche
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 240,      1a edizione  1995   (Codice editore 430.16)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 33,50
Disponibilità: Limitata


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820491758

Presentazione del volume

La forza di un sistema industriale si misura sicuramente in - funzione della sua capacità innovativa, ma anche sulla sua capacità di uscita dai mercati con minori prospettive - sia per ragioni di offerta (ad esempio un sistematico svantaggio competitivo nei confronti dei paesi a basso costo del lavoro), che di domanda - con inoltre un processo di uscita sequenziale basato su principi di efficienza. I problemi relativi alle industrie dalle quali occorrerebbe disinvestire, in quanto in presumibile o già effettivo declino, sono tuttavia generalmente poco noti, sia sul piano teorico, che su quello empirico, che su quello di politica industriale.

Questo lavoro tenta pertanto di colmare almeno parzialmente questa lacuna di analisi. Si è tentato allora di ritrovare nella teoria dell'oligopolio e nella teoria dell'impresa quali potevano essere gli elementi fondamentali dell'"economia dei settori in declino" inquadrandoli in un piano di lettura il più possibile organico. Si sono ricercate inoltre - sul piano empirico - quali erano le peculiarità del declino nell'industria italiana per una pluralità di fenomeni economici. Si sono valutati infine quali sono i presupposti teorici di un intervento di politica industriale e quali sono gli strumenti che più si adattano a questa particolare fase competitiva.

Fabrizio Guelpa (Torino, 1958) è attualmente ricercatore presso l'Ufficio Studi e Analisi Finanziaria della Banca Commerciale Italiana. Ha pubblicato numerosi saggi in tema di struttura reale e finanziaria delle imprese industriali e sulla dinamica dei processi competitivi.

Indice



L'uscita in un settore in declino
• La soluzione di mercato del gioco delle uscite
• L'ordine di uscita in un mercato con interazione strategica
• Verifiche empiriche dello svantaggio strategico della dimensione d'impresa e dell'efficienza del meccanismo delle uscite
• Altri conflitti: tra agenti interni all'impresa e tra azionisti e governo
• Forme di uscita: acquisizione, liquidazione e fallimento
• Ruolo dei mercati finanziari e dei meccanismi interni di controllo
• Declino, "legge" di Gibrat e struttura del mercato
• Una possibile reazione al declino: l'innovazione
Concorrenza nel declino
• I profitti di equilibrio
• I profitti di equilibrio in un oligopolio declinante
• Barriere all'entrata e ruolo dei sunk cost nel declino
• Equilibri collusivi espliciti: cartelli
• Policy e declino
• Non-price competition: la qualità del prodotto
• La dinamica dei profitti
• Gli effetti della struttura dei costi
• Declino, integrazione verticale e divisione del lavoro
• Competizione sui fattori finanziari: il ruolo della debolezza finanziaria nell'indurre all uscita
• Declino e "legge" di Kaldor-Verdoorn
4. La soluzione di mercato al problema del declino: cartelli e protezionismo
• Un cartello di successo : la siderurgia CECA negli anni ottanta
• Un cartello fallito: le fibre sintetiche nella CEE negli anni settanta
• L'introduzione di barriere commerciali: l'accordo Multifibre
La concorrenza nei mercati in declino nell'industria italiana
• La presenza di settori in declino
• L'operare della concorrenza
• Uscite e natalità
• L'efficienza del meccanismo d'uscita via acquisizioni
• Asimmetrie dimensionali nel processo concorrenziale
• Asimmetrie dimensionali nella riduzione di capacità
• Asimmetrie dimensionali nelle uscite
• Trasformazioni della struttura dimensionale
• Gli effetti del declino sulla statica e dinamica dei margini di profitto
• Ruolo dei sunk cost
• Declino e confini dell'impresa
• Una sintesi sull'operare della concorrenza
• Un confronto internazionale
• Come reagire al declino
• Innovazione
• Barriere all'entrata istituzionali
• Aiuti pubblici
6. Alcuni casi settoriali di declino
• Macchine agricole
• Macchine utensili per la lavorazione dei metalli
• Tessile (flati e tessuti)
• Abbigliamento
• Fertilizzanti
• Pneumatici
• Pelli e concia
• Giocattoli
• Calzature
• Cemento
• Strumenti musicali
• Elettronica per il consumo
• Siderurgia
7. Il nuovo indirizzo della politica industriale della CEE: le "aree di declino industriale"
• I principi della riforma dei fondi strutturali
• Una valutazione degli interventi effettuati