Valutazione economica e valutazione strategica di programmi e progetti territoriali
Contributi
Marco Brambilla, Grazia Brunetta, Maria Cerreta, Andrea De Montis, Pasquale De Toro, Stefano Erba, Marcella Farci, Luigi Fusco Girard, Sabrina Lai, Barbara Marangoni, Dario Musolino, Manuela Panzini, Tomaso Pompili, Marco Ponti, Francesco Scarlatti, Agata Spaziante, Corrado Zoppi
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 336,      1a edizione  2006   (Codice editore 1390.39)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 31,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846479686

Presentazione del volume

La potenza della valutazione economica, con la sua pretesa capacità di ricondurre ad uno i molteplici effetti di progetti e piani, costituisce - o dovrebbe costituire - senza dubbio una stella polare per orientare le decisioni collettive. Tanto più oggi, quando ormai diffuse sono la sensibilità per un uso razionale delle risorse pubbliche e la consapevolezza della necessità di misurare i ritorni degli investimenti pubblici. D'altra parte, non solo le difficoltà di misurare l'immisurabile e di prevedere l'imprevisto, ma soprattutto la stessa ammissibilità di un criterio unico o dominante, in una società pluralista e democratica e in una comunità scientifica e professionale dove i saperi sono articolati e specializzati, sembra costituire un punto di debolezza strutturale. La desiderabilità e il merito di un determinato progetto o programma devono essere allora valutati secondo un variegato set di criteri, ciascuno dei quali, a sua volta, può assumere maggiore o minore rilevanza a seconda dei casi, ma che, complessivamente, concorrono al risultato finale. Gli stessi contenuti oggetto di valutazione possono non essere dati una volta per tutte, ma modificarsi ed evolvere all'interno di un processo che vede il valutatore, e le parti istituzionali e sociali attivamente coinvolte, contribuire alla loro definizione; processo che può finanche adottare forme di razionalità procedurale sempre più distanti dall'originaria razionalità sostanziale propria dell'analisi economica, ma talvolta più adatte a sostenere l'azione.
Questo volume raccoglie una serie di contributi in tema di valutazione, a partire da quelli presentati in occasione della 23° Conferenza Italiana di Scienze Regionali tenutasi presso l'Università degli Studi di Reggio Calabria. Sono illustrate, anche in modo critico, diverse metodologie di valutazione applicate a casi concreti di intervento pubblico, che consistono sia in grandi opere come il ponte sullo Stretto di Messina, sia in interventi più puntuali su scala urbana o su scale territoriali comunque più limitate; sia in programmi complessi, come l'organizzazione di un sistema sostenibile della mobilità in un'area densamente antropizzata come la penisola sorrentina, sia interventi straordinari come il programma olimpico per Torino 2006, e altri ancora. La rassegna è corredata inoltre da contributi che forniscono l'inquadramento dell'intera materia e orientamenti su alcune linee di evoluzione.

Roberto Camagni è ordinario di Economia Urbana al Politecnico di Milano. È stato presidente della European Regional Science Association e capo del Dipartimento Aree Urbane alla Presidenza del Consiglio dei Ministri durante il primo Governo Prodi.
Gianluigi Gorla è ordinario di Economia Regionale presso l'Università della Valle d'Aosta. Si occupa di programmazione territoriale e valutazione degli interventi pubblici. È stato membro dell'Advisory Board per il Ponte sullo Stretto di Messina.

Indice


Roberto Camagni, Gianluigi Gorla, Introduzione
Parte I.
Tomaso Pompili, Metodologie di valutazione economica: una rassegna sistemica
Marco Brambilla, Stefano Erba, Marco Ponti, La pianificazione e la valutazione delle infrastrutture in Italia: la legge obiettivo ed il caso del Ponte sullo Stretto di Messina
Gianluigi Gorla, Grandi opere per piccoli effetti? Il caso del Ponte sullo Stretto
Corrado Zoppi, Contingent valutation per un piano di riassetto del verde pubblico nel Quartiere di San Benedetto a Cagliari
Tomaso Pompili, Valutazione economica ed interventi complessi di trasformazione urbana: un metodo operativo
Parte II.
Andrea De Montis, Sabrina Lai, Analisi multicriteri e supporto al piano: una sperimentazione riferita ad un'area protetta della Sardegna
Marcella Farci, Corrado Zoppi, Un'applicazione di analisi multicriteri per il ranking di due alternative di piano per il Parco naturale del Monlentargius
Francesco Scarlatti, Statistiche testuali, mappe concettuali, reti baynesiane e valutazione del paesaggio
Grazia Brunetta, Agata Spaziante, La Valutazione Ambientale Strategica di un mega-evento. Il Programma Olimpico Torino 2006, dalla fase ex ante alla fase in itinere
Luigi Fusco Girard, Maria Cerreta, Pasquale De Toro, Valutazioni integrate per un sistema di mobilità sostenibile: Il caso della Costiera Sorrentina
Barbara Marangoni, La Valutazione di sostenibilità ambientale e territoriale in Emilia Romagna: prime esperienze a confronto
Manuela Panzini, La valutazione strategica del piano territoriale di coordinamento provinciale della Provincia di Milano
Roberto Camagni, Dario Musolino, Verso una metodologia di Valutazione di impatto territoriale di politiche, piani e programmi
Roberto Camagni, Tomaso Pompili, Un'applicazione della metodologia Vit al caso del 'Piano Cave' della Provincia di Trento.