Certificazione e portfolio nella scuola superiore
Autori e curatori
Contributi
Lorella Carimali, Pierluigi Cassinari, Vittorio Fabricatore, Luigi Fumagalli, Pasquale Pagano
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 320,      1a edizione  2007   (Codice editore 800.53)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 24,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846481658

Presentazione del volume

Certificare significa dichiarare in modo leggibile e trasparente gli apprendimenti raggiunti. Si tratta di una azione indispensabile, in particolare nella scuola superiore, per la diversificazione dei punti di partenza e dei percorsi dei giovani, per la crescente varietà dell'offerta formativa e per lo sviluppo di apprendimenti ottenuti anche fuori dalla scuola. Un forte segnale in questa direzione viene dato a livello europeo dalla proposta di Europass e del Quadro Europeo delle Qualifiche che mirano a facilitare la circolazione dei giovani lavoratori.
Il Portfolio - nella sua accezione certificativa - si propone dunque come strumento efficace di selezione e di organizzazione delle evidenze delle acquisizioni dei soggetti in termini di conoscenze, abilità e competenze.
Il volume è destinato a motivare, guidare e accompagnare le esperienze delle scuole superiori intenzionate a dotarsi di questo strumento per arricchire le opportunità dei propri allievi. Dopo un' ampia analisi documentata delle ragioni e delle tipologie di certificazione esistenti a livello italiano ed europeo, propone alcune riflessioni sul tema degli standard.
Arricchisce la documentazione un'indagine svolta nelle scuole che hanno già adottato differenti tipologie di Portfolio.
Da ultimo si propongono modelli diversificati di Portfoli prodotti da istituti professionali e tecnici lombardi nel quadro della sperimentazione dei percorsi triennali di istruzione e formazione professionale.

Tiziana Pedrizzi, dirigente scolastica di istituti superiori lombardi, lavora attualmente presso l'Irre Lombardia. Si è occupata di modularità, certificazione e portfolio, pubblicando, in questa stessa collana, Modularità ed innalzamento dell'obbligo (2000) e Il Portfaolio. L'esperienza delle scuole lombarde (2004). Responsabile per la Lombardia del rapporto regionale lombardo PISA 2003 e PISA 2006, ha curato da ultimo il volume OCSE PISA 2003 Risultati degli studenti lombardi: contesti di apprendimento e scenari di intervento (2006).

Indice


Parte I.
Tiziana Pedrizzi, Certificazione oggi in Italia ed in Europa
Perché certificazione oggi
Ragioni e storia dello sviluppo della certificazione in Italia
(Certificazione e valutazione nella situazione italiana; Percorrenze automatiche e valutazione senza traguardi nella scuola primaria; Voti, debiti e certificazioni aggiuntive nella scuola superiore; Le ragioni della certificazione; Certificazione e fasi d'età)
Certificazione e valutazione degli apprendimenti a livello internazionale e nazionale
(Il paradigma tradizionale: elefantiasi ed egualitarismo fra i campi della formazione; Il nuovo paradigma: centralità delle competenze strumentali e degli skills; Valutazioni esterne nazionali ed internazionali, Corte curriculum e certificazione)
La certificazione in Europa
(La certificazione nel Documento Thélot del 2004 sulla riforma in Francia; La certificazione nel Documento Tomlinson del 2004 sulla riforma in Gran Bretagna; Certificazioni nei sistemi scolastici europei. Il caso della Finlandia)
Europass e Quadro Europeo delle Qualifiche: un sistema di certificazione dell'Unione Europea per la mobilità
In Italia: il riferimento della L. 53 ed i successivi sviluppi normativi
La certificazione dell'obbligo: dal Portfolio alla circolare 85 ed i successivi sviluppi normativi
(La valutazione nella Legge 59; Il Portfolio delle competenze individuali; Portfolio e scheda di valutazione: le circolari 85 del dicembre 2004 ed 84 del novembre 2005 ed i successivi sviluppi normativi; Certificazioni e standard nell'obbligo; Standard, prove e progettazione didattica)
Sviluppi della certificazione nella secondaria superiore
(I precedenti; La situazione attuale; Certificazione ed Istruzione e Formazione Professionale; Il problema dei livelli; Valutazione e Portfolio nel DL 17 ottobre 2005 di riforma della scuola secondaria superiore e successivi sviluppi normativi; Certificazione e passaggi di classe)
Verso una certificazione per gli adulti. Il Libretto del Cittadino
Aprendo la questione degli standard
(La provenienza e gli scopi; Diffusione internazionale; Alcune domande sulla definizione degli standard; Le fasi di sviluppo di una evoluzione dei sistemi scolastici basata sulla definizione degli standard)
Appendici
Parte II. Vittorio Fabricatore, Tiziana Pedrizzi, Il Portfolio: l'effetto che fa. Un'indagine nelle scuole sperimentatrici lombarde
Vittorio Fabricatore, Indagine quantitativa sull'uso e le ricadute del Portfolio nelle classi
(La valutazione globale dell'esperienza svolta; Il giudizio di utilità sul Portfolio; La relazione ed il clima di classe; Il giudizio complessivo sul progetto Portfolio)
Tiziana Pedrizzi, Il parere dei protagonisti
(Il Portfolio in un liceo; Il Portfolio in un istituto tecnico commerciale; Il Portfolio in un istituto tecnico industriale; Il Portfolio in un istituto professionale industriale)
In conclusione
(Collocazione nelle priorità della scuola; Motivazione dei docenti; Motivazione degli studenti; Il rapporto fra studenti e docenti; Il ruolo dei portatori di interesse; I problemi di gestione)
Parte III. Pierluigi Cassinari, Tiziana Pedrizzi, Il Portfolio nei processi triennali di Istruzione e Formazione Professionale lombardi
Tiziana Pedrizzi, L'innovazione nei percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale negli istituti di istruzione lombardi
Tiziana Pedrizzi, Le caratteristiche dei Portfoli prodotti
Pierluigi Cassinari, Antologia di Portfoli dei triennali Lombardi
Lorella Carimali, Luigi Fumagalli, Pasquale Pagano, Dall'interno delle scuole.