Rapporto sui sistemi di valutazione della dirigenza nelle Regioni e nelle Province autonome. Modelli, strumenti ed esperienze a confronto
Contributi
Lorenzo Dellai, Carlo Flamment
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 272,   2a ristampa 2009,    1a edizione  2007   (Codice editore 1801.2)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 31.50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846488992

Presentazione del volume

La valutazione dei dirigenti pubblici costituisce uno snodo cruciale nel delicato passaggio da un'amministrazione incentrata sugli atti ad un'amministrazione orientata al risultato e alla soddisfazione del cittadino utente. Un passaggio che impegna fortemente anche le Regioni e le Province autonome, proprio per il loro crescente ruolo nel governo delle comunità locali.
Il presente Rapporto costituisce in tal senso un importante riferimento ed è il frutto di due diverse ricerche, dedicate rispettivamente alla situazione della dirigenza e ai sistemi di valutazione in ambito regionale. Nella prima ricerca viene offerta una fotografia della dirigenza nelle sue caratteristiche più significative: l'incidenza dei dirigenti sulla dotazione complessiva di personale, l'accesso al ruolo dirigenziale, la retribuzione e la sua composizione, il trend evolutivo nelle dotazioni di personale dirigenziale.
Nella seconda ricerca vengono invece analizzati i sistemi di valutazione concretamente adottati e le principali criticità rilevate.
I risultati delle ricerche hanno fornito materiale utile ed aggiornato per fare il punto sullo stato dell'arte nelle Regioni e Province autonome e per individuare i presupposti per un rilancio dell'intero sistema.
In particolare, è emersa l'esigenza di superare particolari criticità come il tasso di conflittualità che si genera nel rapporto tra valutato e valutatore, l'appiattimento verso l'alto delle valutazioni e l'impossibilità di premiare i comportamenti virtuosi, la difficoltà nell'individuare indicatori capaci di cogliere gli aspetti qualitativi dell'azione amministrativa, l'autoreferenza degli apparati, l'insufficiente ricorso alla customer satisfaction.

Mauro Marcantoni, sociologo e giornalista, dal 1999 dirige l'Istituto per l'Assistenza allo Sviluppo Aziendale (I.A.S.A) di Trento, dal 2004 presiede il Nucleo di Valutazione della Dirigenza della Provincia Autonoma di Trento e dal 2007 è Direttore della Trentino School of Management. È autore di numerose pubblicazioni sui temi della dirigenza, dell'organizzazione aziendale e dello sviluppo economico locale.

Vincenzo Veneziano
, ricercatore del Formez, esperto di diritto amministrativo e diritto degli enti locali. È stato responsabile della Linea operativa "Lavoro pubblico" del Formez e di diversi progetti di formazione e assistenza per dirigenti del personale di Regioni ed enti locali. Ha pubblicato articoli sulle tematiche della gestione delle risorse umane, sull'accesso ai documenti amministrativi, sulla tutela della privacy nelle Pubbliche amministrazioni.

Indice


Lorenzo Dellai, Presentazione
Carlo Flamment, Premessa
Introduzione
Parte I. La valutazione della dirigenza nelle Regioni e nelle Province autonome
Un quadro tra luci e ombre
(Sistemi a più velocità nel rispetto dei contesti territoriali; Una diversità feconda, ma da coordinate; Ricercare indicatori adeguati alle funzioni di governo; Invertire la tendenza all'appiattimento sui livelli alti; Gli effetti conflittuali della tensione tra valutato e valutatore; Introdurre la customer satisfaction come strumento di valutazione aperta; La valutazione del potenziale: un approccio al margine del sistema; Conclusioni)
Un disegno giuridico cresciuto in strumenti e regole
(I primi passi del processo di riforma; Verso un sistema più adeguato di controlli interni; Le novità introdotte dal Testo Unico del 2000; Le modifiche introdotte dalla Legge 145/2002; Un disegno di legge che preoccupa le Regioni; Una nuova piattaforma di incontro tra governo e sindacati)
Note di approfondimento
(Aspetti concettuali e proposte di metodo; La negoziazione nel processo di valutazione; Valutazione e sistemi di controllo di gestione; Sistema di valutazione della dirigenza nelle amministrazioni regionali)
Parte II. Sintesi dei risultati delle ricerche
Le caratteristiche e le retribuzioni dei dirigenti
(Regioni a Statuto Ordinario; Regioni a statuto speciale e province autonome di Bolzano e Trento; Considerazioni finali)
La valutazione della dirigenza nel quadro regionale
(I soggetti incaricati della valutazione: un panorama nazionale diversificato; I tre assi di valutazione della dirigenza pubblica: prestazione, posizione e potenziale; La valutazione: obiettivi compositi legati a progetti politici spesso incoerenti con vincoli economici e strutturali; L'evoluzione dei sistemi di gestione della qualità: modelli più complessi per descrivere in maniera adeguata la realtà)
Parte III. Le esperienze regionali
Premessa
Regione Piemonte
Regione Autonoma Valle d'Aosta
Regione Lombardia
Regione Autonoma Trentino Alto Adige
Regione autonoma di Bolzano
Regione autonoma di Trento
Regione Veneto
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia
Regione Liguria
Regione Emilia Romagna
Regione Toscana
Regione Umbria
Regione Marche
Regione Lazio
Regione Abruzzo
Regione Molise
Regione Campania
Regione Puglia
Regione Basilicata
Regione Calabria
Regione Sicilia
Regione Autonoma della Sardegna.