La scienza dell'incertezza. Dialogo sulle applicazioni della statistica in medicina
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 128,      1a edizione  2008   (Codice editore 2000.1218)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846498236

In breve
Lo studio della statistica, non solo con riferimento alle sue applicazioni tecniche, ma con acquisizione della conoscenza come continuo processo di apprendimento capace di inglobare in sé l’esperienza e l’innovazione. Si è utilizzata la medicina come attuazione di questo pensiero. Se lo strumento statistico si occupa di fenomeni collettivi, come può applicarsi alla medicina?
Presentazione del volume

Presupposto di queste pagine è promuovere lo studio della statistica, non solo con riferimento alle sue applicazioni tecniche, ma come strumento di acquisizione della conoscenza attraverso un continuo processo di apprendimento, capace di inglobare in sé l'esperienza e l'innovazione. Si è utilizzata la medicina come attuazione di questo pensiero, poiché in questo ambito si manifesta chiaramente l'apparente contraddizione di uno strumento che si occupa di fenomeni collettivi (la statistica) applicata ad una disciplina che dovrebbe curare il singolo.
La sfida di coniugare l'approccio analitico con l'ars medica si può risolvere solo con contaminazioni multidisciplinari. La statistica esplica la sua valenza come informazione a corredo di una scelta, la cui responsabilità ricade solo sul medico stesso. Dalla diagnosi di malattia alla singolarità dell'esperienza del malato, la statistica si individualizza.

Francesco Eugenio Negro Medico e pubblicista, autore di diversi testi sull'omeopatia, tra i quali: Introduzione alla medicina omeopatica (Masson, 1979); Il paziente, il medico e l'omeopatia (Palombi, 1989); L'uomo tra salute e malattia, con A. De Filippo (Borla, 1992); Dizionario di omeopatia, con A. De Filippo (Sperling e Kupfer, 1995); Omeopatia (Newton Compton, 1996); Omeopatia perché. Una risposta a tutte le vostre domande, con L. Ragno (FrancoAngeli 1998); Il medico di Van Gogh. L'importanza del rapporto medico-paziente (FrancoAngeli, 1998); Aspettando Ippocrate. Verso la medicina totale (FrancoAngeli, 2000); Céline. Medico e malato (FrancoAngeli, 2001), Grandi a Piccole dosi (FrancoAngeli, 2005); La Piazza (Edizioni Interculturali, 2005); Bibliografia omeopatica italiana, con A. Negro (FrancoAngeli, 2007); Ho visitato Chopin (FrancoAngeli, 2007).
Stefano Pisani ha una formazione economico quantitativa ed, attualmente, è responsabile dell'ufficio analisi economiche dell'Agenzia delle Entrate. Ha lavorato per molti anni all'Istat, presso il Dipartimento di contabilità nazionale, conseguendo il titolo di Dirigente di ricerca. Ha svolto attività di cooperazione internazionale in campo statistico-economico per conto dell'Unione Europea e del Fondo monetario internazionale. Nella sua produzione scientifica si è occupato di tecniche di stima degli aggregati macroeconomici, analisi della produttività, misurazione e determinanti dell'economia sommersa, metodologie per la valutazioni della qualità della vita e della povertà.

Indice


Introduzione
Individuo e collettivo
Misurare e decidere
Appendice - Dimostrazione del teorema di Bayes
La statistica
L'applicazione della statistica
Il medico, il malato e la statistica
Un tentativo di sintesi
Conclusioni
Bibliografia.




newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi