Percorsi trasformativi in arteterapia. Fondamenti concettuali e metodologici, esperienze cliniche e applicazioni in contesti istituzionali
Autori e curatori
Collana
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 226,   4a ristampa 2019,    1a edizione  2008   (Codice editore 1250.119)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 29,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788846498618

In breve
Il libro chiarisce le connessioni tra arte e intervento terapeutico, e svela le competenze richieste a una figura emergente come quella dell’arteterapeuta. Un testo rivolto non soltanto a psicologi, psicoterapeuti, psichiatri, educatori, ma anche ad artisti e insegnanti, a chiunque sia curioso di interrogarsi su cosa spinge la coscienza a immaginarsi un mondo altro, a chi dai retroscena della produzione artistica vuol individuarne il potere trasformativo e rigenerativo.
Presentazione del volume

L’arteterapia va riscontrando un favore sempre crescente nell’ambito della cura. Quest’opera, oltre a chiarire le connessioni tra arte e intervento terapeutico, a svelare le competenze richieste ad una figura emergente come quella dell’arteterapeuta, è un invito ad “ascoltare” quello che la sofferenza ha da dire.
L’originalità di questo approccio, da come si può evincere dalla parte dedicata alle esperienze, è che l’arteterapia non ha intenti esclusivamente riabilitativi o terapeutici nel senso medicale. Tutte le persone in qualche modo “soffrono” di non poter esprimere interamente se stesse. Non possono, perché non sanno di avere qualcosa da dire. Per integrarsi nella collettività e raggiungere degli scopi l’uomo deve esprimersi. Dunque, l’espressione riveste un’importanza capitale nella vita. Per farlo, l’essere umano mette in opera un insieme di mezzi e azioni congrui alla natura della sua espressione. C’è una strettissima relazione tra ciò che l’uomo vuole esprimere, ciò che egli può esprimere e ciò che si attende da questa espressione.
Questo libro è rivolto non soltanto a psicologi, psicoterapeuti, psichiatri, educatori , ma anche ad artisti e insegnanti, a chiunque sia curioso di interrogarsi su cosa spinge la coscienza ad immaginarsi un mondo altro, a chi dai retroscena della produzione artistica vuole individuarne il potere trasformativo e rigenerativo.

Laura Grignoli, psicoterapeuta, ha completato la sua formazione in arteterapia ad indirizzo psicodinamico presso l’organismo di formazione PROFAC di Arlès. Dopo molti anni di impegno nella scuola, oggi si dedica al lavoro clinico e di ricerca, in particolare nel campo dell’arteterapia a dominante visiva con bambini, adolescenti e pazienti psicotici, in una struttura da lei stessa ideata, l’Artelieu, sede dell’Associazione Italiana Studi sulle Psicopatologie dell’espressione e Arteterapia. È autrice di numerosi articoli e saggi in ambito scientifico; ha pubblicato con l’Editrice La Scuola di Brescia Interventi psicopedagogici nella scuola (1999) e, con Samizdat di Pescara, Perché i gatti non dicono bugie. Laboratori di filosofia con i bambini (2002) e Artelieu: dalle riflessioni sull’arte alla pratica dell’arteterapia (2004). È membro della S.I.P.E., omologa società internazionale con sede in Francia (www.artelieu.it).

Indice


Introduzione
Parte I. Fondamenti concettuali su arte, immigrazione, arteterapia
Arte e immagin-azione: questioni che ci interessano
(Rapporto tra arte e immagin-azione; Mettere in forma con immagin-azione)
L’immagine iconica e il suo valore di presentazione e rappresentazione
(Le vie dell’immaginazione non sono infinite; Arteterapia: un po’ gioco, un po’ arte e un po’ magia)
Cenni storici sull’arteterapia
(Brevi flash dalle origini; Arteterapia: orientamenti e modelli; Azione progettuale, interventi ed esperienze nell’Artelieu; La domanda e la “cura” nel modello Artelieu)
Parte II. L’arteterapia: come, cosa, quando e perché
A ciascuno la sua immagine: dall’accoglienza alla “diagnosi arteterapica”
(Conoscere gli elementi e le funzioni del linguaggio visivo; Dalla “diagnosi” alla cura)
Varietà di contesti, di funzioni e di tecniche
Il setting in arteterapia
(Il setting artistico e il setting interno)
Chi è l’arteterapia. Il ruolo e la funzione
Parte III. Applicazioni
L’arteterapia con i bambini. Perché
(L’atelier di digitopittura e le implicazioni corpo-mente)
L’arteterapia e gli adolescenti: dai primi tentativi a oggi
(Come l’adolescente si relaziona all’arte; Quale arteterapia per gli adolescenti?; L’arteterapia e il gruppo di adolescenti; Grafismo degli adolescenti: laboratorio dei taggers)
Viaggio arteterapico con la psicosi
Casi clinici
(Il caso di Alba; Arteterapia in due casi di abuso sessuale; Alex, il gatto giocoliere)
Il gruppo degli “arteliens” al lavoro
(Dalle memorie a conclusione del percorso di formazione)
Parte IV. L’arteterapia nelle istituzioni
Prospettive dell’arteterapia nelle istituzioni
(Arteterapia e scuola: un rapporto da sviluppare; L’arteterapia nell’istituzione carceraria)
Per concludere
Bibliografia
(Riviste nazionali e internazionali di arteterapia; Siti sull’arteterapia).


  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità