Senza leadership: un discorso democratico per la scuola. 1 Discorsi e contesti della leadership educativa
Autori e curatori
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 160,      1a edizione  2008   (Codice editore 1520.625.1)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856801699

In breve
La copiosa letteratura sulla leadership educativa è discussa nel testo alla luce di quei “regimi di verità e conoscenza” che informano le politiche di riforma e ristrutturazione della scuola. Queste scelte si centrano sulla figura del dirigente scolastico, come nel discorso manageriale, o piuttosto su visioni processuali della leadership distribuita, come nel discorso democratico-critico.
Utili Link
L'Indice dei Libri del Mese Recensione (di Giorgio Giovannetti)… Vedi...
Presentazione del volume

I destini della scuola come istituzione educativa si presentano sempre più incerti nelle società della globalizzazione, del rischio, delle reti. Così, le contraddizioni della scuola perdurano: come luogo sia di apertura di possibilità democratiche, di miglioramento delle condizioni di vita, che di riproduzione di diseguaglianze e blocchi sociali e culturali.
A cavallo dei due millenni, per comprendere tali tendenze, esplorarne le conseguenze spesso impreviste, il dibattito internazionale ha mantenuto, anzi ampliato, la focalizzazione sulla leadership educativa. La copiosa letteratura sulla leadership viene qui presentata e discussa alla luce dei "discorsi", ovvero di quei regimi di verità e conoscenza che informano le politiche di riforma, di ristrutturazione della scuola. Queste scelte si centrano sulla figura del dirigente scolastico, come nel discorso manageriale, o piuttosto su visioni processuali della leadership distribuita, come nel discorso democratico-critico.
Decisori politici e operatori sindacali, dirigenti e docenti, studiosi ed esperti, possono così confrontarsi con questo dibattito internazionale in continua evoluzione. Ma possono anche interrogarsi sugli spazi che la nostra scuola lascia o, piuttosto, intende creare per una leadership educativa ispirata dal discorso democratico: per promuovere non solo conoscenze e abilità, ma anche dialogo culturale, cittadinanza ed equità sociali e consapevolezza critica delle forme di potere e di influenza.

Roberto Serpieri, professore associato presso la Facoltà di Sociologia dell'Università Federico II di Napoli, si occupa di sistemi educativi, con particolare riguardo ai temi della leadership. Tra le sue pubblicazioni: Leadership senza gerarchia. Riflessioni sul management scolastico (Liguori, 2002); Il Ministero virtuale. La pubblica istruzione in rete, curato con P. Landri (Liguori, 2004); Governance delle politiche scolastiche. La Provincia di Napoli e le Scuole dell'autonomia. Con un'intervista ad Angela Cortese (FrancoAngeli, 2008).

Indice


Introduzione: contesti e discorsi della leadership educativa
(Per una società democratica e senza leadership; I contesti e i discorsi della leadership educativa; Una 'nuova' mappa della leadership educativa)
Il discorso burocratico-professionale
(Il compromesso 'welfarista'; Il contesto individualista; Il contesto interattivo; Il contesto delle reti di pratica)
Il discorso managerialista
(Solo management 'giurassico' o in 'eccesso'?; Il contesto individualista; Il contesto interattivo; Il contesto delle reti di pratica)
Il discorso democratico-critico
(Un discorso di 'resistenza' o di 'possibilità'?; Il contesto individualista; Il contesto interattivo; Il contesto delle reti di pratica)
Epilogo: all'incrocio tra discorsi e contesti
('Niente' leadership, ma 'solo' dirigenza; Un episodio nell'epilogo: senza leadership)
Bibliografia.