Una legge per i distretti. Come diventare grande impresa rimanendo piccola e autonoma. Il caso Veneto
Autori e curatori
Contributi
Massimo Barbin, Gian Angelo Bellati, Ferruccio Bresolin, Toni Brunello, Mirco Casteller, Tommaso Dalla Palma, Marino Finozzi, Mauro Marani, Gianpiero Menegazzo, Fabrizio Paolin, Antonio Pisanello, Christian Sottana, Sebastiano Zanolli
Livello
Testi advanced per professional
Dati
pp. 256,      1a edizione  2009   (Codice editore 1490.12)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 27,50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856805444

In breve
L’attività svolta sui e per i distretti produttivi nel Veneto, il racconto dell’esperienza maturata nei primi due trienni di applicazione dalla prospettiva degli operatori che giornalmente si occupano di questo fenomeno.
Utili Link
Economia Nordest Veneto, laboratorio di distretti… Vedi...
Presentazione del volume

Distretti industriali, distretti rurali, tecnologici, produttivi, clusters, reti d'impresa, sono tutte definizioni tese a descrivere modalità di organizzazione della produzione che caratterizzano molte regioni europee, ma che trovano in Italia, e in particolare nel Nordest, la loro maggiore espressione.
Nell'U.E. oltre il 99,8% delle imprese sono pmi, cioè imprese con meno di 250 dipendenti. Le micro imprese (sino a 9 dipendenti titolari compresi) da sole sono il 92,3% del totale. Come può questo esercito di "piccoli" contrastare le grandi imprese, le multinazionali, le aggressive potenze economiche dell'altra parte del globo?
La risposta si potrebbe trovare in una modalità che consentisse ai nostri imprenditori di "diventare grandi" rimanendo piccoli e autonomi: ovvero nella stessa aggregazione consentita dal sistema distrettuale.
Si tratta, in fondo, di uno schema analizzato fin dagli anni '80, in maniera preminente in Italia, ma che sta ora fortemente alimentando gli interessi e gli studi del sistema internazionale. Il Veneto, da sempre ritenuto un "laboratorio" privilegiato e avanzato per lo studio di tale fenomeno, essendo il luogo dove tale prassi ha manifestazioni più rilevanti e significative, ha da tempo previsto una norma regionale ritenuta all'avanguardia.
Questo libro è un "viaggio" all'interno dell'esperienza veneta come vissuta dall'autore da un punto d'osservazione privilegiato. Si pone lo scopo di portare il dibattito ad un pubblico più vasto, che non sia il solito degli esperti, del mondo accademico e di pochi altri, con la speranza di raggiungere anche gli stessi imprenditori che sono ancora, per la maggior parte, all'oscuro dei vantaggi derivanti dal partecipare all'organizzazione distrettuale.

Pier Antonio Nicoletti (1960), dal 2001 in servizio presso la Regione Veneto è attualmente Capo Ufficio Distretti produttivi del Veneto.

Indice


Marino Finozzi, Prefazione
Gian Angelo Bellati, Prefazione
Sebastiano Zanolli, Prefazione
Introduzione
Presentazione
(È solo questione di denaro?; Vediamo solo ciò che sappiamo riconoscere; 2003-2006. I primi tre anni all'Ufficio distretti del Veneto; Norma difficile o solo troppo avanti con i tempi?; Il cofinanziamento regionale ai sensi della legge sui distretti e la sua contropartita; I nemici del distretto. Consapevoli o meno; Il modello "Distretto produttivo": replicabile o no?; Le parole chiave per aprire la porta del modello distretto; Distretto)
Cos'erano, cosa sono, cosa potrebbero essere
(Un referente unico; Vocazioni territoriali e possibili scenari di sviluppo; La dimensione delle imprese: dimensione propria o dimensione all'interno di un sistema?; Il sapere: l'arma segreta; Dimensione: locale-internazionale; Valorizzazione e sviluppo; Definizioni e classificazioni)
Tradizione, contesto, specificità
(La tradizione; Legge regionale 8/2003 in vigore; Critiche giudizi e controdeduzioni; Il Veneto quello sconosciuto. Christian Sottana, I distretti veneti quale strumento di marketing; Ferruccio Bresolin, Mirco Casteller, Massimo Barbin, Gianpiero Menegazzo, Antonio Pisanello, Mauro Marani, Fabrizio Paolin, Toni Brunello, Testimonianze)
Tommaso Dalla Palma, Le altre Regioni
(Tentiamo un confronto; Quale soggetto giuridico; Un comun denominatore; Esiste un punto di partenza condivisibile; Una proposta per attivare le prescrizioni nazionali)
Considerazioni finali
(Valutazioni; 10 punti da cui non prescindere)
Sebastiano Zanolli, Conclusione
Appendice normativa.


Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access


Pubblicità