La ricerca socio-economica tra politiche pubbliche, interessi economici e società civile
Autori e curatori
Contributi
Riccardo Boero, Gianluca Busilacchi, Maurizio Catino, Bruno Cattero, Fabio Corbisiero, Roberto Perdesini, Antonello Podda, Marino Regini, Mara Tognetti Bordogna, Beatrice Tosio, Carlo Trigilia
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 184,      1a edizione  2009   (Codice editore 1529.114)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 20.00
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856813333

In breve
Il volume affronta il tema delle relazioni tra sociologia e discipline limitrofe; mostra le potenzialità applicative offerte da approcci analitici micro-fondati a forte contenuto tecnico-teorico in relazione a diversi fenomeni socio-economici; illustra il ruolo cognitivo e applicato svolto dalla sociologia nelle organizzazioni, nelle istituzioni e nelle imprese; e infine affronta uno dei temi elettivi a cavallo tra spiegazione, descrizione e applicazione: la relazione tra società e politiche pubbliche per il lavoro e il welfare.
Presentazione del volume

Nata per comprendere la nuova società sorta con la rivoluzione industriale e lo sviluppo del capitalismo, la sociologia ha sempre avuto una doppia anima: orientata alla spiegazione e interpretazione dei fenomeni sociali e orientata a influenzarne, più o meno intenzionalmente, il mutamento. Per questo, l'uditorio dei sociologi è, da sempre, composto sia dalla comunità scientifica sia da attori a essa esterni, che variamente svolgono il ruolo di committenti, stakeholder, interlocutori privilegiati della ricerca. E le interdipendenze tra dimensione scientifica, operativa e critica sono molteplici, alcune da tempo note, altre in via di esplorazione. Ciò non è in realtà molto diverso da quanto avviene nel caso delle altre scienze sociali. Diversa è però la capacità di influire della ricerca sociologica - e in particolare delle sociologie economiche, del lavoro e dell'organizzazione. Infatti, il successo che spesso la sociologia economica ha dimostrato nello spiegare i fenomeni economici solo raramente è stato accompagnato da un'analoga capacità di influire sulle politiche pubbliche e sull'opinione pubblica. L'economia, seguita probabilmente dalla scienza politica, rimane, a questo riguardo, la disciplina più ascoltata dai policy maker e quella con maggiori pretese normative, assieme ovviamente al diritto.
La prima parte del volume (Regini, Trigilia) affronta il tema delle relazioni tra sociologia e discipline limitrofe, per rapporto al tipo di conoscenza prodotta, alla correlata varietà degli uditori e alle possibili cause e conseguenze della maggiore/minore rilevanza della sociologia in relazione alle altre scienze sociali. La seconda sezione mostra le potenzialità applicative offerte da approcci analitici micro-fondati a forte contenuto tecnico-teorico (analisi dei reticoli, modelli ad agenti e approccio delle capacità) in relazione a diversi fenomeni socio-economici (Boero, Podda, Busilacchi). La terza sezione illustra il ruolo cognitivo e applicato svolto dalla sociologia nelle organizzazioni, nelle istituzioni e nelle imprese, esaminando le condizioni a cui la conoscenza prodotta può anche costituire una cassetta degli attrezzi per intervenire sul fenomeno analizzato (Cattero, Catino, Tosio). Infine, la quarta sezione affronta direttamente uno dei temi elettivi a cavallo tra spiegazione, descrizione e applicazione: la relazione tra società e politiche pubbliche per il lavoro e il welfare (Corbisiero-Perone, Pedersini, Tognetti Bordogna).

Filippo Barbera è ricercatore in Sociologia economica presso la Facoltà di Scienze Politiche dell'Università degli Studi di Torino, dove insegna Sviluppo locale e Sociologia dello sviluppo internazionale. Tra le sue pubblicazioni recenti: Mercati, reti sociali, istituzioni (con N. Negri), Bologna, il Mulino, 2008.

Indice
Filippo Barbera, Introduzione: il sociologo nella Polis
Marino Regini, L'uditorio dei sociologi (economici) oltre i sociologi
Carlo Trigilia, Sociologia, economia e politica economica
Riccardo Boero, Analisi della sostenibilità economica di un sistema di sviluppo locale: simulazione ad agenti di configurazioni dei meccanismi cooperativi tra produttori
Antonello Podda, Egonetwork e capitale sociale degli imprenditori. Un'analisi micro
Gianluca Busilacchi, Approccio delle capacità e sociologia economica: un matrimonio vincente per lo studio delle politiche
Bruno Cattero, Ricerca per che cosa? Il discorso europeo sul restructuring e la ricerca sociale
Maurizio Catino, Apprendere dagli errori per migliorare sicurezza e affidabilità organizzativa: il contributo della sociologia dell'organizzazione
Beatrice Tosio, Il paradosso europeo nei rapporti tra scienza e mercato: verso un'analisi istituzionale
Roberto Pedersini, Quale flexicurity? Studi e politiche su flessibilità e sicurezza nel lavoro
Fabio Corbisiero, Elisabetta Perone, Welfare locale e decentramento amministrativo a Napoli: la ricerca come specchio del mutamento sociale
Mara Tognetti Bordogna, Il terzo settore fra nuovi e vecchi attori delle politiche sociali: il caso dei gruppi di self help
Abstract
Autori.