La pace nel vicinato. La cooperazione militare europea nei Balcani: un punto di vista italiano
Autori e curatori
Contributi
Francesco Antonelli, Giulia Aubry, Maria Luisa Maniscalco, Luigi Moccia, Valeria Rosato
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 128,      1a edizione  2010   (Codice editore 1269.1)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 16,50
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856822502
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 11,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856826012
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
I risultati, di parte italiana, di due ricerche sociologiche condotte in collaborazione con alcuni dei più importanti centri di ricerca europei nel settore degli studi militari. Il fulcro di queste indagini comparate ha riguardato la cooperazione militare tra Forze Armate europee, con due obiettivi: fare emergere aspetti positivi e problematiche organizzative degli assetti multinazionali, e verificare i processi e i percorsi che dovrebbero condurre a una piena accettazione reciproca, in direzione di una reale integrazione tra i militari europei.
Presentazione del volume

I saggi qui raccolti riflettono sui risultati, di parte italiana, di due ricerche sociologiche ideate e condotte in collaborazione con alcuni dei più importanti centri di ricerca europei nel settore degli studi militari, quali il Centre d'Etude en Sciences Sociales de la Défense di Parigi, il Sozialwissenschaftliches Institut der Bundeswehr di Strausberg e l'Unidad de Sociologia del Ejercito de Tierra di Madrid.
Il fulcro di queste indagini comparate, svolte su personale dei contingenti delle missioni KFOR a Prizren e EUFOR-Bosnia a Mostar negli anni 2005 e 2006, ha riguardato la cooperazione militare tra Forze Armate europee con due obiettivi: fare emergere aspetti positivi e problematiche organizzative degli assetti multinazionali, e verificare i processi e i percorsi che dovrebbero condurre ad una piena accettazione reciproca, in direzione di una reale integrazione tra i militari europei.

Maria Luisa Maniscalco
, ordinario di Sociologia, insegna presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università degli Studi Roma Tre. Dal 1999 coordina il master in Pacekeeping & Security Studies, tra i più prestigiosi in campo nazionale e internazionale. Tra le sue opere: La Pace in rivolta (Milano, 2008); Gli interventi internazionali in risposta alle crisi (Roma, 2007); Guerra, pace e stabilizzazione in Bosnia-Erzegovina: dinamiche interne e interventi internazionali (Roma, 2007); Tra pace e sicurezza: l'incerta Europa delle élites italiane (Roma-Milano, 2006).

Indice


Luigi Moccia, Presentazione
Maria Luisa Maniscalco,
Introduzione
Maria Luisa Maniscalco, La "via italiana" alle missioni di pace e alla cooperazione militare multinazionale
(Premessa; Nuovi compiti e nuova cultura per le forze armate; La sfida della multinazionalità; Il "modello" italiano di peacekeeping; Riferimenti bibliografici)
Francesco Antonelli, Il contingente italiano in Kosovo di fronte alla cooperazione con i militari tedeschi: un "amore liquido"
(Beckground: la partecipazione italiana a KFOR; Le dimensioni di analisi; Il campione; La cultura organizzativa; L'immagine dell'Altro e le relazioni sociali informali; I rapporti professionali; Osservazioni conclusive; Riferimenti bibliografici)
Valeria Rosato, Lavorando insieme ci si sente più europei? Gli italiani della EUFOR a Mostar
(La missione Altea in Bosnia Herzegovina e il contributo italiano del MNTF SE a Mostar; Le dimensioni di analisi; Il campione; L'immagine dell'Altro; Leadership ideale e leadeship percepita; Lavorare insieme; La cooperazione in teatro aiuterà i militari a sentirsi più europei?; Riferimenti bibliografici)
Giulia Aubry, L'incontro con l'Altro nel teatro balcanico. Lavoro e loisir nella prospettiva dei militari italiani
(L'incontro tra culture nei nuovi contesti operativi; L'indagine qualitativa a Mostar e Prizren; Il national character. La dimensione interna: il cibo come strumento di comunicazione; Il national character. La dimensione esterna: il rapporto con la popolazione; 'Italiani brava gente': tra stereotipo e realtà; Riferimenti bibliografici)
Acronimi e abbreviazioni
Notizie sugli autori.