Formare alla relazione d'aiuto. Il counseling ad approccio integrato
Autori e curatori
Contributi
Corrado Bogliolo, Giammarco Bonsanti, Marta Borrelli, Lara Busoni, Marcella Danon, Elisabetta Diadori, Federico Gelli, Francesco Lamioni, Maria Pia Lessi, Mario Lupi, Barbara Marzioni, Antonio Puleggio, Oliviero Rossi, Luigi Sardella, Gianni Sulprizio, Tommaso Valleri, Riccardo Zerbetto, Alberto Zucconi
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 384,   1a ristampa 2011,    1a edizione  2010   (Codice editore 1240.350)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 41.50
Disponibilità: Discreta


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856824537

In breve
Il testo propone, per la formazione del “buon counselor”, un approccio pluralistico integrato che comprenda un pluralismo culturale e metodologico. Un approccio che può essere descritto come multi-culturale in quanto pluralistico, trans-culturale, trans-teorico e inter-culturale, poiché imperniato sul dialogo, lo scambio e l’integrazione fra modelli di intervento differente.
Presentazione del volume

Come si forma il buon counselor? Quali le qualità che deve avere?
Un buon counselor deve essere una persona autentica e cercare dentro sé la propria vera soggettività, confrontarsi con le parti di sé che meno accetta e armonizzarle con il resto della personalità. Deve imparare a sapersi amare o amarsi di meno. Deve capire che può vivere meglio se riconosce gli istinti ed impara a gestirli.
Un buon counselor deve impegnarsi ad accrescere la propria consapevolezza giorno dopo giorno, per tutta la vita. Deve imparare a dare il giusto spessore alla concretezza, ridimensionandola a "valor sfuggente" pur dandole il senso e l'ascolto opportuni. Un buon counselor deve imparare a vivere la vita e non da essa essere vissuto.
Ma, soprattutto, un buon counselor deve sapere che ogni teoria, anche la più elaborata, può rivelarsi utile in alcune occasioni ma non in altre. Non deve rimanere legato a "rigidi" schemi teorici di riferimento, ma deve acquisire un'elasticità mentale e una formazione multidisciplinare che gli consentano di attivare di volta in volta le teorie e le prassi, più adeguate alla situazione contingente.
In questo senso, gli autori propongono qui, per la formazione del "buon counselor", un approccio pluralistico integrato che, attraverso l'esperienza supervisionata, integri un pluralismo teorico e metodologico. Un approccio, in sintesi, che può essere descritto come imperniato sull'ascolto, sul dialogo, sullo scambio e sull'integrazione fra differenti modelli di intervento.

Mario Mengheri, counselor, psicologo, psicologo clinico, psicoterapeuta, psicanalista (AIPA), psicosomatista, specialista in psicologia e sessuologia clinica, è presidente dell'Associazione Italiana Ricerca Psicosomatica (www.airp.livorno.it). Tra le sue ultime opere ricordiamo: Mi sento diverso: la conoscenza abbatte il pregiudizio (ETS, Pisa, 2008); Dall'alienazione alla riappropriazione della salute (ETS, Pisa, 2006); Genitori e figli. Conoscere per avvicinarsi (EUR, Roma, 2001); Il precipitare dei pensieri nel corpo (Melusina, Roma, 1992); Il gioco della sabbia (ETS, Pisa, 1991).

Indice


Mario Mengheri, Ringraziamenti
Federico Gelli, Mario Lupi, Maria Pia Lessi, Presentazione
Introduzione
Mario Mengheri, Dalla malattia mentale... verso la salute
(Introduzione; La riforma Basaglia e il processo di deistituzionalizzazione; Per la 180, per il counseling; Nasce la Facoltà di Psicologia in Italia; Psicologia e Counseling; Il counselor; Bibliografia)
Mario Mengheri, Prospettiva storica: come nasce il counseling e come si è sviluppato nell'incontro con i più importanti contesti americani ed europei
(Introduzione; Confusività del termine; Sviluppo e trasformazione del counseling negli anni e nei diversi quadri storico-sociali; Il Counseling oggi; Bibliografia)
Mario Mengheri, Psicologia, counseling, psicoterapia: i confini
(Origine e sviluppo della psicologia; Counseling e le attuali normative; Dalla psicologia alla psicoterapia; Confini tra psicologia alla psicoterapia; Confini tra psicologia, counseling e psicoterapia; Bibliografia)
Mario Mengheri, Approccio integrato al counseling: ascolto e applicazioni
(Introduzione; Ascolto; Approccio integrato: tentativi di definizione; Approcci al counseling: una panoramica; Approccio psicodinamico; Percorso e impiego del counselor ad approccio integrato; Bibliografia)
Francesco Lamioni, La Psicosintesi al servizio del counseling
(Introduzione; Sovrapponibilità tra psicosintesi e counseling; Lo specifico psicosintetico: valutazione della persona nel counseling psicologico; Conclusioni; Bibliografia)
Antonio Puleggio, L'approccio sistemico nella formazione del counseling
(Definizione; Un po' di storia; La lettura del problema; L'approccio sistemico nella formazione; Un caso di counseling; Bibliografia)
Riccardo Zerbetto, Il counseling a orientamento Gestaltico
(Premessa; Gli elementi costitutivi del counseling; Gestalt... più che semplice forma. Partire da adesso; L'istanza dialogica tra relazione transferale e relazione intersoggettiva; Il rapporto figura/sfondo; Una terapia per sani; Il principio di responsabilità; So what? E il recupero della funzione aggressiva; Interrompere le interruzioni, Bodywork, Dreamwork; La relazione di counseling come strumento di cura; Bibliografia)
Alberto Zucconi, Marta Borrelli, Gianni Sulprizio, Un "approccio rogersiano": il Counselling Centrato sulla Persona
(Introduzione; Epistemologia del Counselling Centrato sulla Persona; La relazione di counselling nel Counselling Centrato sulla Persona; L'analisi della domanda; La gestione del colloquio: il rimando empatico e la ricontestualizzazione; Il processo nel Counselling Centrato sulla Persona; Bibliografia)
Elisabetta Diadori, Il counseling attraverso l'Analisi Transazionale
(Premessa: definizioni e delimitazioni del contesto; Principali dell'Analisi Transazionale; Il contratto nel counseling; Il piano di intervento; Conclusioni; Bibliografia)
Mario Mengheri, Approccio neo-Junghiano al counseling
(Introduzione; Jung: l'educazione "non nasce già bella e pronta"; Jung già counselor (e la pedagogia); Come si arriva alla teoria (junghiana) degli opposti; Complessi, affetti e archetipi; Curiosità culturali; Bibliografia)
Giammarco Bonsanti, Fondamenti per un counseling Rogersiano
(Introduzione al counseling Rogersiano; Storia di P.; Bibliografia)
Barbara Marzioni, Luigi Sardella, Il contributo del modello costruttivista e post-razionalista
(Il cognitivismo; Il cognitivismo post-razionalista e la psicoterapia; Il significato personale; L'attaccamento e la strutturazione del significato personale; Organizzazione di significato tipo depressiva (DEP); Organizzazione di significato tipo fobica (FOB); Organizzazione di significato tipo "Disturbi Alimentari Psicogeni" (DAP); Organizzazione di significato tipo ossessiva (OSS); Il counseling secondo l'ottica costruttivista; Conclusioni; Bibliografia)
Mario Mengheri, Counseling con soggetti in situazioni di marginalità sociale
(Marginalità sociale: alcune definizioni; Il counseling in ambito multiculturale; Il counseling nell'handicap; Counseling e tossicodipendenza; Counseling e sieropositività; Counseling nella terza età; Bibliografia)
Mario Mengheri, Counseling alla coppia e alla famiglia
(Il ciclo vitale della famiglia; Counseling alla coppia e alla famiglia: alcune linee guida; Bibliografia)
Lara Busoni, Le abilità di counseling: uno sguardo d'insieme
(Le condizioni di base nel counseling; Al di là delle condizioni di Rogers: abilità di base e microabilità; Bibliografia)
Corrado Bogliolo, La conclusione del processo di aiuto e la difficoltà a separarsi
(Introduzione; Le difficoltà al distacco dell'utente; Le difficoltà al distacco dell'operatore; L'importanza della formazione; Bibliografia)
Mario Mengheri, Counseling in medicina
(Introduzione; Cosa si intende per counseling in medicina; L'importanza di far "sentire" il paziente in un gruppo; Guida per creare un buon ambiente per il lavoro di gruppo; Esempi di supporto e altre forme di assistenza; Confini dell'attività; Regole del "ritorno" al paziente; Conclusioni; Bibliografia)
Oliviero Rossi, Il teatro delle identificazioni
(Introduzione; Identità e ruoli; La terapia della Gestalt: alcuni principi e tecniche; La narrazione come processo attivo di produzione di senso; L'operazione narrativa all'interno del dialogo terapeutico; Il teatro delle identificazioni; La drammatizzazione nella terapia; La drammatizzazione nel counseling; Bibliografia)
Marcella Danon, Ecopsicologia: crescita personale e coscienza ambientale
(Bibliografia)
Tommaso Valleri, AssoCounseling: un progetto condiviso per il futuro della professione
(Bibliografia).


  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità