Sostenibilità e Green Economy. Quarto Settore. Competitività , Strategie e Valore Aggiunto per le imprese del terzo millennio
Autori e curatori
Livello
Saggi, scenari, interventi. Testi per professional
Dati
pp. 304,   2a ristampa 2012,    1a edizione  2010   (Codice editore 100.742)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € ,00
Condizione: esaurito
Disponibilità: Nulla
Codice ISBN: 9788856822861
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 21,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856826319
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Quali sono gli strumenti gestionali e i fattori critici per le imprese sostenibili ed eccellenti? È possibile conciliare il “Profitto” con lo Sviluppo Sostenibile? Questo volume non è solo un saggio appassionato sui veri scopi della vita, ma la dimostrazione (attraverso casi reali di imprese) che la via del “bene” può essere praticata già oggi.
Utili Link
Ferramenta & Casalinghi Sostenibilità e green economy: è nato il Quarto Settore (di Paolo Milani)… Vedi...
Presentazione del volume



È possibile applicare i "Principi Naturali" all'economia di mercato? È possibile conciliare il "Profitto" con lo Sviluppo Sostenibile? Quali sono gli strumenti gestionali e i fattori critici per le imprese sostenibili ed eccellenti?
Utilizzando i principi naturali come parametri per l'osservazione dell'attuale modello economico si può configurare quel nuovo paradigma sostenibile di mercato e della società civile tanto perseguito e auspicato da tutti negli ultimi anni, definito "Quarto Settore" in quanto omogeneizza sotto un'unica prospettiva gli altri tre oggi esistenti.
Sotto la lente di questo nuovo modello di mercato è possibile osservare come le enunciazioni di base dello Sviluppo Sostenibile siano finalmente conciliabili con un'evoluzione positiva e durevole della nostra civiltà.
Il fatto più sorprendente è che tale modello evolutivo direzionale, cooperativo e funzionale delle esigenze imprescindibili delle imprese e dei bisogni della gente coincide sia con le stesse più recenti tesi scientifiche dell'evoluzione delle specie, del cosmo, dell'economia, sia con le logiche dello sviluppo morale dell'uomo: per la prima volta mercato, economia, scienza e spiritualità si trovano d'accordo con una stessa visione prospettica. Questa è la visione di un "Nuovo Mondo" in cui soddisfazione, felicità, qualità di vita e bellezza sono il frutto dell'attività ordinaria della specie umana.
Il libro tratta la materia del bene e della sua potenza pervasiva anche nelle corrette pratiche del mercato che, se comprese e reinterpretate nella direzione aspirazionale del benessere di ognuno di noi, diventano il vero scopo del nostro lavoro, della nostra vita.
Nella seconda parte del volume sono citati nove casi reali d'imprese, banche, comunità che stanno dimostrando con il loro esempio eccellente che questo nuovo paradigma economico e sociale si sta già concretamente realizzando: Comunità di San Patrignano, Interface, The Natural Step, Banca Etica, Toyota, Palm, Crai, Angelantoni Industrie, Arnaldo Caprai Azienda Agricola.
Il libro si chiude ponendo le basi per l'avvio di un dibattito tendente a definire il nuovo paradigma del "Quarto Settore" applicato, questa volta, alla Società Civile.

Paolo Ricotti
è stato amministratore delegato di Perugina-Nestlé, CEO e capo mercato del Gruppo Heineken Italia, CEO di Gruppo Coin. Da dieci anni è docente presso l'Università degli Studi di Milano Bicocca dove insegna Global Communication nella Facoltà di Economia e Commercio. Dal 2003 è presidente e fondatore di Planet Life Economy Foundation-onlus.

Planet Life Economy Foundation (PLEF) è una libera Fondazione senza scopo di lucro che si occupa di dare concretezza ai principi della Sostenibilità e di promuove la realizzazione di un nuovo modello economico e sociale in grado di creare vero "Valore" superando le tesi contrapposte della "Crescita" o della "Decrescita".

Indice


Introduzione
Prefazione
Parte I. Il modello di mercato
Il nuovo mondo
(L'equivoco della "crescita"; L'equivoco della decrescita; La soluzione possibile)
I principi naturali
(L'evoluzione della Natura si basa sulla "sovranità dell'energia"; L'evoluzione delle specie parte sempre da una "dimensione di minima complessità"; L'equilibrio della natura si basa sulla "convivenza armonica" di tutte le sue specie viventi; L'organizzazione della natura favorisce la nozione di "comunità"; L'organizzazione della natura privilegia la nozione di "ciclo chiuso"; La natura segue "ritmi e tempi propri", in armonia con gli accadimenti)
Emozioni e piacere
L'ambiente del benessere
(Bloccare la cementificazione delle aree vitali; Impiegare esclusivamente energie pulite rinnovabili; Utilizzare sistemi di mobilità non inquinanti; Adottare comportamenti consapevoli)
I bisogni del benessere
(Mappa dell'evoluzione dei bisogni e delle civiltà; Evoluzione direzionale, cooperativa e funzionale dei bisogni)
L'impresa del benessere
(Valore umano; Valore strategico e competitivo; Valori immateriali; Valore Aggiunto)
Prezzi e benessere: la sindrome dei prezzi bassi
(Il prezzo "giusto"; Le imprese di produzione; I consumi-attori; I governi)
I dieci principi base
(Rispettare la nozione di mercato, e le sue regole implicite; Ciclo chiuso e Bio-imitazione; Energia rinnovabile; Produttività delle risorse; Catena del Valore Compatibile (CVC); Decentramento della creazione del valore; Soddisfazione dei desideri della gente e piacere di vivere; Innovation, Renovation; Revisione fiscalità e incentivazioni governative; Evoluzione delle popolazioni)
Parte II. Nove casi eccellenti
La comunità di San Patrignano
Il caso Interface
Il caso The Natural Step
Il caso Banca Etica
Il caso Toyota
Il caso Palm
Il caso EcoPoint CRAI
Il caso Angelantoni industrie
Il caso Arnaldo Caprai Azienda Agricola
Appendice. La società civile
Quarto Settore: definizione e logiche di fondo
La Società Civile
(Un'amministrazione "comune; Una piena valorizzazione di tutte le risorse storiche, ambientali, culturali esistenti; Un'attività commerciale vasta, originale, diversificata; Un intrattenimento vario, completo, effervescente; Una vivibilità della comunità consapevole, armonica, sicura; Un sistema di trasporti e mobilità interna efficiente, pulita, fruibile e invisibile)
Conclusioni.


Management

Finanza. Amministrazione. Controllo

Marketing. Pubblicità. Comunicazione. Vendite

Produzione. Logistica. Qualità.

Risorse umane

Banca, credito e assicurazioni

Commercio e turismo

Pubblicazioni in Open Access