Le fiabe per ... affrontare litigi e conflitti

Un aiuto per grandi e piccini

Autori e curatori
Contributi
Maria Martello, Bruno Mascarenhas, Pierpaolo Zizzi
Collana
Livello
Guide di autoformazione e autoaiuto
Dati
pp. 160,   2a ristampa 2019,    1a edizione  2011   (Codice editore 239.214)

Le fiabe per ... affrontare litigi e conflitti. Un aiuto per grandi e piccini
Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 21,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856831641
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 14,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856842999
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve

Litigi tra amici o fratelli, conflitti tra figli e genitori, tensioni e scontri con l’insegnante… Una vita d’inferno! Il testo si propone di insegnare con le fiabe come sia possibile far valere le proprie ragioni senza ricorrere alla violenza. Per genitori e insegnanti, e per ogni persona che intende capire meglio e di più.

Presentazione del volume

Brutti litigi tra amici o tra fratelli, conflitti apparentemente incomprensibili tra figli e genitori, tensioni e scontri con l'insegnante... Una vita d'inferno!
Come aiutare i ragazzi a superare le difficoltà e i blocchi relazionali?
Come far capire a grandi e piccini che il conflitto può essere un'occasione di crescita, una risorsa?
Partendo dalla consapevolezza che la violenza è un comportamento che si apprende e che rappresenta il peggiore dei modi in cui possa risolversi un conflitto, è possibile vivere meglio e con responsabilità il rapporto con gli altri. Per gettare le basi verso lo sviluppo di una relazione nuova e attiva dopo un litigio o scontro, bisogna ricostruire il dialogo e comprendere meglio i punti di vista dell'altro. I conflitti non devono degenerare, ma neppure essere evitati.
Fermiamoci, allora, e leggiamo una fiaba...
Attraverso le fiabe, l'autrice intende suggerire all'adulto - genitore, amico o insegnante che sia - la necessità di percorrere una strada alternativa per arrivare a forme morbide di consenso, evitando atteggiamenti impulsivi di dissenso.
Ogni capitolo del libro prevede spazi di riflessione per stimolare il pensiero verso la ricerca di soluzioni e azioni idonee a trasformare il conflitto, a viverlo in modo non distruttivo, a migliorare la qualità della comunicazione e delle relazioni. L'obiettivo è indurre atteggiamenti assertivi e non violenti e insegnare a far valere le proprie ragioni senza dover ricorrere alla violenza.
La parte conclusiva del testo offre alcune domande-stimolo per la gestione del litigio e della riappacificazione.
Per genitori e insegnanti, e per ogni persona che intende capire meglio e di più.

Maria Calabretta, docente di scuola primaria, con laurea in Psicologia, è presidente di A.DISA.G (Associazione Disagio Giovanile) Onlus per la prevenzione, la promozione e il sostegno psicologico del benessere emotivo dei ragazzi (www.adisag.org). Per i nostri tipi ha pubblicato Le fiabe per... affrontare il bullismo (2009).

Indice



Bruno Mascarenhas, Un canottiere sul Tevere
Maria Martello, Prefazione
Introduzione
Il conflitto nella storia dell'uomo: origini, natura e definizione
(Che cosa è il conflitto?; Il carico del groviglio emotivo nel conflitto; Le interazioni conflittuali possono essere un'occasione di crescita?; Maria Calabretta, La speranza negli occhi; Pierpaolo Zizzi, L'amore sacro; Spunti riflessivi)
La relazione genitori-figli
(La comunicazione; Il conflitto nel romanzo familiare; Quando l'ambiente familiare alimenta o regola il conflitto; Maria Calabretta, Avatar; Pierpaolo Zizzi; Il riflesso dell'animo; Spunti riflessivi)
L'universo emotivo dei fratelli
(Complicità, rivalità e gelosie; Il genitore giudice e il genitore negoziatore; Far aprire il cuore per esprimere il disagio. Imparare e crescere dal confronto; Maria Calabretta, Un mondo sbiadito; Pierpaolo Zizzi, Una scoperta dimenticata; Spunti riflessivi)
Il gruppo dei coetanei e l'importanza della diversità
(Il giovane e il desiderio di accettazione di sé nel gruppo; Frammenti di vite disorientate nella dinamica fra pari; Come valorizzare le differenze individuali per animare gli apprendimenti cooperativi nel gruppo; Maria Calabretta, Il rumore del cuore; Pierpaolo Zizzi, Il linguaggio universale dell'amore; Spunti riflessivi)
Gli amici e gli ostacoli del cuore
(Come il corpo giovanile accoglie ed elabora le emozioni; Quando un'amicizia è distruttiva; Il rischio dell'isolamento sociale; Maria Calabretta; La strana visione; Pierpaolo Zizzi, Un nuovo passato oltre la vallata; Spunti riflessivi)
La relazione insegnante-alunni
(La metodologia motivazionale; La scuola come luogo di osservazione, prevenzione e stampella emotiva; Far litigare senza farsi male. Far fare pace litigando; Maria Calabretta, Un mattino a Kabul; Pierpaolo Zizzi, Nella notte di Ognissanti; Spunti riflessivi)
Riconoscere il disagio per poter gestire il conflitto
(Perché distinguere i problemi dai conflitti; L'accoglienza delle emozioni negative. Capire la rabbia; La valenza positiva del conflitto; Maria Calabretta, Il passato ritorna; Pierpaolo Zizzi, Lo sterminio del proprio amore; Spunti riflessivi)
La meta-comunicazione
(L'arte di ascoltare; Cosa fare per favorire una comunicazione autentica; Come meta-comunicare in situazione di conflitto acuto; Maria Calabretta, La caduta fatale; Pierpaolo Zizzi, Il demone della gelosia; Spunti riflessivi)
La negoziazione
(Come evitare lo scontro nella discordia; La gestione evolutiva del disagio come occasione di apprendimento; Gli strumenti della negoziazione; Maria Calabretta, Il grande esodo; Pierpaolo Zizzi, L'epilogo della guerra fra le galassie; Spunti riflessivi)
Suggerimenti per genitori e insegnanti
(Quando e come agire per spezzare la catena del disagio; la mediazione scolastica e la formazione degli insegnanti; Strategie e tecniche per la regolazione del conflitto)
Riflessioni conclusive
Riferimenti bibliografici.



newsletter facebook rss

Linkedin Facebook Twitter RSS Informatemi