Alimentare il benessere. Come prevenire il cancro a tavola
Autori e curatori
Collana
Livello
Guide di autoformazione e autoaiuto
Dati
pp. 132,   13a ristampa 2017,    1a edizione  2010   (Codice editore 1411.61)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 16,50
Disponibilità: Buona





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: 11,99 7,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 11,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Il testo suggerisce come si possa passare dal mal-essere al ben-essere psicofisico tramite l’alimentazione naturale. Una “buona dieta” difatti offre la possibilità di evitare complessivamente il 30-40% di tutti i tumori.
Utili Link
Psychologies Conversazione con Franco Berrino (di Grazia Pallagrosi)… Vedi...
Vero Salute Il menu anticancro… Vedi...
Vita e Salute Come prevenire il cancro a tavola… Vedi...
Presentazione del volume

Al termine del sesto giorno della creazione Dio disse ad Adamo ed Eva: "Vi do tutte le piante con il proprio seme, tutti gli alberi da frutta con i propri semi. Così avrete il vostro cibo" (Genesi 1,23) e annunciando la terra promessa: "Il Signore Dio tuo sta per farti entrare in un paese fertile: paese di torrenti, di fonti e di acque sotterranee che scaturiscono nella pianura e sulla montagna; paese di frumento, di orzo, di viti, di fichi e di melograni, paese di ulivi, di olio e di miele... mangerai dunque a sazietà" (Deuteronomio 8,7-10).
L'autore si augura che questa raccolta di articoli possa contribuire a diffondere l'idea che si può mangiare in modo consapevole ricavandone piacere, salute, benessere, e senza contribuire alla fame di altri popoli.
È necessario chiedersi, ogni volta che ci si mette a tavola, cosa si sta mangiando, da dove viene il nostro cibo, come è stato prodotto, trasformato, cucinato, trasportato, e perché è stato così trasformato, per l'interesse di chi, quanta energia è stata sprecata, quanto cibo vegetale è stato consumato per produrre il nostro cibo animale, chi è stato avvelenato per produrlo, se i contadini ne hanno ricevuto un giusto compenso, se sono stati sfruttati dei bambini per produrlo...
L'auspicio dell'autore è che lo stile alimenteare semplice e salutare - per noi e per il pianeta - torni nel nostro quotidiano.

Franco Berrino, medico, patologo, epidemiologo, dirige il Dipartimento di Medicina Preventiva e Predittiva dell'Istituto Nazionale Tumori di Milano. Ha promosso lo sviluppo dei registri tumori in Italia e in Europa, grandi studi per indagare il rapporto fra stile alimentare, livelli ormonali e successiva incidenza del cancro e sperimentrazioni sullo stile di vita per prevenire l'incidenza del cancro al seno e delle sue recidive (progetti DIANA). Collabora con Attivecomeprima dal 1992.

Indice


I numeri e le malattie
La questione etica della prevenzione
Il profumo del pane
Il cerotto della felicità
La saggezza del corpo
Vogliamo catturare i radicali liberi?
Le due strade della conoscenza
Prime considerazioni sul "Progetto Diana"
Se la prevenzione nasce sui fornelli
Pane e formaggio
Alcune raccomandazioni su ciò che è buono da mangiare
L'isola di Ippocrate
Fritto misto
Diamogli un calcio
Fitoestrogeni: che cosa sono, come agiscono
Ammalarsi a quarant'anni
Ingrassare in chemioterapia
Grand Fumeur Laramè
Menopausa? Naturalmente
Alimentazione e tumori
Alimentazione in ospedale
Fast Food & Soft Drink
Il nostro pane quotidiano
L'alimentazione durante la chemioterapia
Un seme di prevenzione
Homo sapiens et sedentarius
La Zona del Business
Il progetto DIAN-4
Franco Berrino risponde
Per mantenersi in forma
Ricette di Angela
Epilogo.