Valutare l'invisibile. Interventi di contrasto alle povertà estreme a dieci anni dalla legge 328/2000
Contributi
Mauro Palumbo
Livello
Studi, ricerche. Textbook, strumenti didattici
Dati
pp. 176,      1a edizione  2011   (Codice editore 613.3.9)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 23,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856825541
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 19,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856843781
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
L’articolo 28, «Sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali», per la prima volta nel nostro paese ha preso atto, e riconosciuto come problema sociale di rilevanza, dell’esistenza di quelle che vengono chiamate “persone senza dimora”. Il volume presenta alcuni concreti percorsi di ricerca-azione, condotti nell’ultimo decennio a Milano, Genova e Brescia, secondo una chiave esplicita di “conoscere per intervenire”.
Presentazione del volume

L'articolo 28 della legge 8 novembre 2000, n. 328 ("Sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali") aveva riconosciuto, per la prima volta nel nostro paese, l'esistenza di quelle che vengono chiamate "persone senza dimora" come problema sociale di rilevanza. In realtà, coloro che versano in condizione di emarginazione e povertà estrema, sono poi tornati a essere "un popolo invisibile". Pensare e proporre un libro, al giro di boa di un decennio dall'introduzione della legge quadro, può significare allora analizzare una stagione di innovazione progettuale, ma anche i suoi contraddittori esiti.
Per un verso, alcune scelte politiche a noi più prossime sembrano spostare l'accento sulle persone senza dimora, da destinatarie di sicurezza (sociale) a minacce per la sicurezza (pubblica), richiamando alla mente la repressione dei vagabondi e degli oziosi, in voga nei primi anni del secolo scorso. D'altro canto da tempo gli operatori sociali dei servizi pubblici e privati stanno portando alla luce questo mondo "invisibile", anche sperimentando in alcuni contesti delle reti collaborative definite "Sistemi territoriali integrati per l'emarginazione grave adulta" (Stiega).
A conclusione del 2010, "Anno europeo di lotta alla povertà e all'esclusione sociale", i contributi qui presentati si qualificano per una caratterizzazione fortemente di campo, a partire da "esercizi di valutazione partecipata" all'interno di concreti percorsi di ricerca-azione, condotti nell'ultimo decennio in alcuni ambiti locali, secondo una chiave esplicita: conoscere per intervenire. Il volume si rivolge quindi sia a studenti e operatori che si accostano alla questione sociale posta dagli homeless, sia a professionisti e responsabili dei servizi di assistenza.

Mauro Pellegrino ha conseguito il dottorato di ricerca in Sociologia, teoria e metodologia del servizio sociale presso l'Università di Trieste. È stato coordinatore del "Piano nazionale di ricerca sulla grave emarginazione in Italia (2008-2010)".
Filippo Ciucci ha conseguito il dottorato di ricerca in Metodologia della ricerca nelle scienze umane presso l'Università di Genova, dove è professore a contratto.
Gabriele Tomei è ricercatore in Sociologia dello sviluppo presso l'Università di Pisa, dove dirige il Master di secondo livello in "Valutazione degli interventi di politica sociale e sviluppo territoriale".

Indice
Mauro Palumbo, Presentazione
Mauro Pellegrino, Introduzione. Articolo 28, dieci anni dopo
Parte I. "Conoscere"
Mauro Pellegrino, Lo stato delle conoscenze in merito al fenomeno delle persone senza dimora
(Il dibattito internazionale; Il quadro italiano; Due ambiti locali: Milano e Genova; Bibliografia)
Filippo Ciucci, Parlare con le persone senza dimora: il punto di vista degli utenti come strategia di promozione del sistema di intervento
(I racconti; Capitale fisico, capitale sociale, capitale umano; Conclusioni; Bibliografia)
Parte II. "Intervenire"
Gabriele Tomei, Guardare per pensare, agire per vedere. La valutazione nelle reti di intervento come strategia di disoccultamento dell'emarginazione grave
(Emarginazione come processo di occultamento; Quale strategia di ricerca per la comprensione dei casi occultati?; La rete partenariale come contesto di azione e (quindi) di osservazione; La valutazione partecipata come monitoraggio riflessivo dei (e nei) sistemi partenariali di intervento; Bibliografia)
Filippo Ciucci, Valutare la rete dei servizi alle persone senza dimora. Casi di studio, tra partecipazione e qualità
(Premessa; La percezione della qualità. Analisi dei dati; Valutazione della qualità percepita: risorse; Valutazione della qualità percepita: realizzazioni; Valutazione della qualità percepita: effetti (Outcome); Valutazione della qualità percepita: processo; Monitoraggio di andamento degli interventi; Analisi degli indicatori generali e specifici della qualità; Le ricerche-intervento valutative: alcune conclusioni; Bibliografia)
Bibliografia generale di riferimento.