Scheler e Agostino
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 208,      1a edizione  2012   (Codice editore 484.1)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 29,00
Disponibilità: Buona




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820404048
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 20,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856855562
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Attraverso un confronto diretto dei loro scritti, il volume mostra in che modo Agostino sia stato per Scheler fonte costante di ispirazione. La lettura diretta dei testi agostiniani rende più chiara o esplicita la riflessione scheleriana, ma permette anche di ritrovare alcuni dei motivi che spinsero il filosofo tedesco ad allontanarsi dall’idea del Dio cristiano prendendo le distanze proprio da Agostino.
Presentazione del volume

Nelle diversificate e numerose prospettive di ricerca che sono fiorite, la presenza di Agostino nell'opera di Max Scheler non è stata ancora esaurientemente esplorata.
L'Autrice affronta la difficoltà di cogliere nella sua portata il sotteso legame che li unisce e, attraverso un confronto diretto dei loro scritti, mostra in che senso e in che modo Agostino sia stato per Scheler fonte costante di ispirazione. Soprattutto i suoi scritti della fase intermedia rivelano un rapporto, a volte sotterraneo, a volte manifesto, che assume sempre un rilievo particolare all'interno della sua opera, ma che si rivela assai tormentato e caratterizzato da attrazione e avversione, da vicinanza e lontananza. Se Agostino fu in grado di aprirgli un orizzonte di ricerca teoretica e esistenziale, prossimità e distanza sono evidenti in quanto la lettura diretta dei testi agostiniani rende più chiara o esplicita la riflessione scheleriana, ma permette anche di ritrovare alcuni dei motivi che spinsero il filosofo tedesco ad allontanarsi dall'idea del Dio cristiano prendendo le distanze proprio da Agostino.

Loretta Iannascoli insegna "Classici della Filosofia" presso l'Università degli Studi G. d'Annunzio (Chieti). Ha pubblicato i volumi: Condizione umana e opposizione polare nel pensiero di Romano Guardini. Genesi, fonti e sviluppi di un pensiero , Roma 2005; Verità e ricerca. La gnoseologia di Romano Guardini a confronto con la filosofia del senso comune , Roma 2008. Negli ultimi anni la sua attività di ricerca si è indirizzata principalmente alla filosofia di Max Scheler. A questo proposito ha curato la pubblicazione dei seguenti volumi: Max Scheler, Ordo amoris , testo tedesco a fronte, Roma 2009; Max Scheler, Liebe und Erkenntnis - Amore e Conoscenza , testo tedesco a fronte, Roma 2010.

Indice


Introduzione. L'eco di Agostino nel pensiero di Max Scheler
Amare e conoscere
(Il sistema di pensiero agostiniano sull'amore e sulla conoscenza. Fenomenologia dell'alterità. Premesse; L'amore nelle prospettive intellettualistiche; La struttura dell'universo e la posizione dell'uomo al suo interno nel capitolo XI del De Civitate Dei; Redenzione e salvezza)
Agostino sullo sfondo. Ordo amoris
(Il regno delle amabilità; L'ordo amoris "in sé" "per me"; Amare. La partecipazione al movimento espressivo altrui; "Conosci te stesso": teologia negativa, riduzione, ordo amoris; Fenomenologia dell'inquietudine. I due modi di realizzare il senso: nella "presenza" e nel "vuoto"; L'amore come radice dei sentimenti)
In lumine Dei
(Il silenzioso discorso delle cose del mondo; Evidenza e illuminatio; L'evidenza della verità; Lo splendore riflesso e la luce dell'origine; Il settimo giorno)
Nota bibliografica
Indice dei nomi.