Gli scacchi, un gioco per crescere. Sei anni di sperimentazione nella scuola primaria
Autori e curatori
Contributi
Gianluca Argentin, Giuliano D'Eredità, Alberto Martini, Barbara Romano
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 114,   1a ristampa 2017,    1a edizione  2012   (Codice editore 1152.20)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 15.00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820405816

In breve
I risultati di sei anni di sperimentazione nella scuola primaria di differenti strategie di formazione scacchistica e di studio della relazione tra formazione scacchistica e incremento di capacità e competenze logico-matematiche dei bambini.
Utili Link
Starbene Scacchi, se si gioca migliora la pagella (di R.Campisi)… Vedi...
Presentazione del volume

Giocare a scacchi migliora le capacità cognitive del bambini? Il gioco degli scacchi può aiutare nell'"educazione dell'intelligenza"?
Il testo illustra i risultati di sei anni (dal 2005 al 2011) di sperimentazione nella scuola primaria di differenti strategie di formazione scacchistica e di studio della relazione tra formazione scacchistica e incremento di capacità e competenze logico-matematiche dei bambini.
Le sperimentazioni, patrocinate dal comitato regionale Piemonte della Federazione Scacchistica Italiana e finanziate dalla Compagnia di San Paolo, hanno evidenziato numerose relazioni positive tra pratica scacchistica e sviluppo di capacità intellettive di base dei bambini, le quali costituiscono prerequisiti essenziali per il loro futuro successo nell'apprendimento.

Roberto Trinchero insegna Pedagogia sperimentale e Metodologia della ricerca educativa presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università degli Studi di Torino. I suoi interessi di ricerca riguardano la metodologia della ricerca in educazione e formazione e la progettazione e valutazione di percorsi formativi, scolastici ed extrascolastici. Tra le sue recenti pubblicazioni: I metodi della ricerca educativa (Roma, 2004), Valutare l'apprendimento nell'e-learning. Dalle abilità alle competenze (Trento, 2006) e, con questa casa editrice, Manuale di ricerca educativa (2002); (con A. Parola) Vedere, guardare, osservare la TV. Proposte di ricerca-azione sulla qualità dei programmi televisivi per i minori (2006); Io non ho paura. 2. Capire e affrontare il bullismo (2009); Responsabilità e disagio. Una ricerca empirica sugli adolescenti piemontesi (2011).

Indice


Roberto Trinchero, Introduzione
Roberto Trinchero, Gli scacchi come palestra cognitiva. Sei anni di sperimentazione nella scuola primaria
(Il quadro teorico: scacchi, capacità di base e competenza situata; Competenze scacchistiche e competenze logicomatematiche; Formazione scacchistica e capacità di base: comparazione tra didattica tradizionale e didattica assistita dal computer; Formazione scacchistica in presenza e formazione scacchistica assistita da computer: comparazione tra 4 strategie didattiche; Gli scacchi come attività psico-motoria: Psicomotricità su Scacchiera Gigante; Sei anni di sperimentazione "Scacchi a scuola": alcune conclusioni)
Giuliano D'Eredità, Scacchi ed abilità matematiche nella scuola primaria. La ricerca del gruppo di Palermo
(Struttura dell'indagine; Gli item proposti; Analisi dei dati e conclusioni; Prospettive per gli scacchi a scuola)
Gianluca Argentin, Barbara Romano, Alberto Martini, Giocare a scacchi aiuta ad imparare la matematica? Evidenze da una sperimentazione controllata
(Il progetto Sam; Il reclutamento delle classi; I test di apprendimento della matematica; L'equivalenza confermata; Osservazioni conclusive e indicazioni per possibili sviluppi)
Roberto Trinchero, Appendix. Chess, a game to grow up with: a synthesis of six years of research
(Chess in schools to improve intelligence; Six years of Chess experimentation in Schools; The results of six years of research)
Bibliografia.