I Dandolo. Dall'Italia dei Lumi al Risorgimento
Autori e curatori
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 384,      1a edizione  2014   (Codice editore 1573.423)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 49,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856849967
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 34,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788891704924
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Attraverso lo studio di tre generazioni della famiglia Dandolo, il volume mostra come l’eredità dei lumi abbia continuato a vivere nell’età romantica grazie all’affermazione di un nuovo patriottismo e ad un nuovo modo di servire la patria.
Utili Link
Rmfonline.it Recensione… Vedi...
La Provincia di Varese L'amore per le parole della famiglia Dandolo (di Linda Terziroli)… Vedi...
La Provincia di Varese Varese, la Versailles di Milano (di Linda Terziroli)… Vedi...
Presentazione del volume

Il volume ricostruisce le vicende della famiglia Dandolo, concentrandole intorno ad un nucleo problematico unitario: il contributo "alla causa del progresso italiano", identificato con lo sviluppo economico e scientifico dal padre Vincenzo (1758-1819), illuminista e chimico lavoisieriano; col rinnovamento morale e la missione civilizzatrice della chiesa e del papato dal figlio Tullio (1801-1870), letterato cattolico; con l' indipendenza politica dai nipoti Enrico (1827-1849) ed Emilio (1830-1859), martiri della lotta risorgimentale.
Attraverso lo studio delle tre generazioni Dandolo si arriva a constatare come l'eredità dei lumi, e cioè la crescente consapevolezza del ruolo della scienza e della tecnica nella vita dei popoli e degli Stati, continuasse a vivere nell'età romantica grazie all'affermazione di un nuovo patriottismo, un nuovo modo di servire la patria che legava l'identità nazionale a un primato culturale capace di prepararne il riscatto politico.
Ne esce confermato il quadro di un Risorgimento quale età di profondo rinnovamento e di impegno per un'Italia nuova, per la quale si poteva morire, ma si doveva soprattutto vivere e operare.

Ivana Pederzani è docente presso l'Università Cattolica di Milano. Si è dedicata allo studio delle istituzioni politico-amministrative ed ecclesiastiche in Italia in età moderna. Tra i suoi lavori: La Repubblica di Venezia e lo "Stado de Terraferma": il governo delle comunità nel territorio bergamasco (secc. XV-XVIII) (Milano 1992); Un ministero per il Culto. Giovanni Bovara e la riforma della chiesa in età napoleonica (Milano 2002); Dall'antico regime alla Restaurazione. Profili di storia costituzionale e sociale in area lombarda tra Sette e Ottocento (Roma 2008); Postilla sul Bovara, ministro moderato (Roma 2008); "Il carro del progresso". Spesa pubblica, politica e società a Varese in età liberale (1859-1898) (Milano 2009).

Indice


Marco Rossi, Premessa
Tavola delle fonti e delle abbreviazioni
Introduzione. Tre generazioni di patrioti
Parte I. Vincenzo Dandolo: lo scienziato
Nella Venezia dei lumi
(La farmacia d'Adamo ed Eva; La fede nella nuova scienza; Da illuminista a giacobino)
La politica attiva
(1797. La muncipalità democratica veneziana; Nella Milano cisalpina. La scelta estremista; Da giocobino a napoleonico. La svolta dell'esilio)
Possidente e notabile
(Il ritorno alla scienza; Provveditore generale in Dalmazia (1806-1809); "La veneziana colonia appiè dell'Alpi". L'uomo, l'amico, il benefattore)
Agronomo illuminato
(Lumi e potere; L'azienda agraria dell'asciutto lombardo; Nel Consiglio generale di Commercio, Arti e Manifatture; La missione nelle Marche e la fi ne del Regno (1813-1814))
Il "nuovo" patriottismo culturale
(Villa Annunciata e Ternate. Cenacoli scientifi ci e letterari; Rigenerazione agraria e rigenerazione morale; L'eredità nella Restaurazione)
Parte II. Tullio Dandolo: il letterato
Oltre i lumi
(La formazione; Marzo 1821; Dalla Lombardia all'Europa; Religione e libertà)
Salotti di provincia
(La campagna, la conversazione, gli studi; Marito e padre esemplare (1826-1835); Giulietta e il ritorno alla religione)
Letterato romantico
(Le Lettere sulle città italiane; La Svizzera, scuola di libertà; Luigi, lo zio mazziniano; Cristianesimo e civiltà)
Letterato-fi losofo
(La svolta fi losofi co-religiosa; La fi losofi a della storia; L'educazione familiare)
"Cattolico e italiano"
(Nuovi fermenti politici e culturali; 1847. Pio IX e la mozione Nazzari; Il 1848, Rosmini e gli "albertisti"; Apologia del cattolicesimo e II Impero; La via della carità e le ultime opere; Roma, "cuore della cristianità")
Parte III. Enrico e Emilio Dandolo: i martiri
Religione e patria
(Nei salotti risorgimentali; Da Varese a Milano e a Roma. "La causa santissima della Lombardia e dell'Italia")
Emilio e la scelta sabauda
(Nella Torino di Cavour; Ermellina e il salotto Dandolo a Milano)
Conclusione
Indice dei nomi.