Manuale di assertività. Teoria e pratica delle abilità relazionali: alla scoperta di sè e degli altri
Contributi
Paolo Moderato
Livello
Textbook, strumenti didattici. Testi per professional
Dati
pp. 272,   4a ristampa 2018,    1a edizione  2013   (Codice editore 1161.3)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 36,00
Disponibilità: Buona


Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820414290

In breve
L’assertività è una componente indispensabile della professionalità di docenti, politici, manager, medici, psicologi e di coloro che non vogliano ignorare le regole di una comunicazione chiara, efficace e convincente. Il volume vuole essere anzitutto uno strumento per gli studenti di Psicologia, Scienze della comunicazione, Scienze della formazione, nonché per le varie figure professionali che usano i vari aspetti del comportamento assertivo nella pratica quotidiana.
Utili Link
BenEssere Affermare se stessi (di Francesco Vincelli)… Vedi...
Presentazione del volume

Raggiungere un equilibrio interiore senza prevaricare e senza soffocare se stessi; riconoscere e gestire emozioni e sentimenti; rispondere alle critiche senza aggredire né subire; comunicare con un semplice gesto: sono alcuni aspetti del comportamento assertivo.
L'assertività, o arte dei rapporti interpersonali, è una componente indispensabile della professionalità di docenti, politici, manager, medici, psicologi e di coloro che non vogliano ignorare le regole di una comunicazione chiara, efficace e convincente.
L'importanza dell'assertività è venuta crescendo parallelamente allo sviluppo delle scienze del comportamento ed è oggi una delle discipline fondamentali della formazione in ambito aziendale, sanitario, scolastico e degli enti pubblici.
In questo nuovo volume, gli autori - dopo aver scritto nel 1989 la prima pubblicazione organica apparsa in Italia sul tema - proseguono ulteriormente il lavoro di chiarimento e riflessione alla scoperta dell'assertività, per delinearne la complessa costruzione e considerarne i rapporti con l'etica e l'antropologia: dalla natura dell'assertività alla sua storia, dalle caratteristiche della personalità assertiva al processo per realizzarla, dalle tecniche non verbali di comunicazione a quelle verbali, dalla teoria dei diritti della persona alla perspicuità del pensiero, dalle tecniche della motivazione all'arte della critica.
Il volume - anche grazie al taglio e al linguaggio utilizzati - non vuole essere solo uno strumento per gli studenti di Psicologia, Scienze della comunicazione, Scienze della formazione o per le varie figure professionali che usano i vari aspetti del comportamento assertivo nella pratica quotidiana, ma anche un percorso di riflessione e di scoperta dei principi e dei valori che rendono l'assertività uno stile di vita cui aderire naturalmente.

Roberto Anchisi è docente di Teoria e tecniche del colloquio psicologico all'Università degli Studi di Parma. Primo presidente dell'Associazione Italiana di Analisi e Modificazione del Comportamento, è attualmente membro della British Association of Behavioural Psychotherapy, e direttore scientifico dell'Accademia di Scienze Comportamentali e Cognitive. Per i nostri tipi ha curato: con Mia Gambotto Dessy, Manuale per il colloquio psicologico (2009).
Mia Gambotto Dessy, impegnata a lungo come manager aziendale, si occupa di formazione assertiva, immagine e comunicazione, con particolare riferimento al settore promozione e sviluppo in ambito sanitario e aziendale. Per i nostri tipi ha curato: con Roberto Anchisi, Manuale per il colloquio psicologico (2009).

Indice


Ringraziamenti
Paolo Moderato, Prefazione
Assertività
(Il libro; Perché l'assertività; Assertività: significato del termine; Accendere l'Io; Divenire assertivi; La persona assertiva; L'assertivo; Il passivo; L'aggressivo; Il passivo-aggressivo; Il manipolativo; Principio di reciprocità: l'assertivo e gli altri; Reciprocità e solitudine; Persona e personaggio; Libri divulgativi sull'assertività: quasi dei "classici")
Origine e storia
(Ricchezza espressiva e libertà dall'ansia: Salter; Inibizione reciproca tra assertività e ansia sociale: Wolpe; Abilità sociali e svantaggio culturale: Goldstein; La formazione assertiva come "terapia" polivalente: Liberman; Concezione umanistica e tecnicismo; Uso clinico dell'assertività; Principali studi sull'assertività in ambito psichiatrico; L'Assertive Training: terapia a largo spettro; L'assertività come "dimensione" della personalità; Stress; Burnout; Efficacia dei programmi comportamentali)
Struttura concettuale
(L'assertività come costrutto; Vita nell'ordine; Assertività e valori; Valori e spiritualità; Dall'ansia sociale all'assertività; Contenuto e forma dell'assertività; Contenuto dell'assertività; Forma dell'assertività; Assertività e ACT)
Livelli di assertività
(Mappa dell'assertività; Primo livello: riconoscere emozioni e sentimenti; Educazione sentimentale; Empatia; Secondo livello: manifestare emozioni e sentimenti; Controllo volontario delle emozioni?; La tecnica implosivo-espressiva; Abilità espressive e creatività; Ansia e paure: il problema è il controllo!; Rapporto tra ansia e tensione; Amica ansia, amica fame; Terzo livello: i diritti e gli aspetti cognitivi dell'assertività; I dieci diritti assertivi; Diritti assertivi e giustizia; Il comune denominatore dei diritti: dire di no senza sentirsi in colpa; Primo diritto: autonomia di giudizio; Secondo diritto: rispetto di sé; Terzo diritto: giustizia distributiva; Quarto diritto: cambiare opinione; Quinto diritto: apprendimento per prove ed errori; Sesto diritto: autonomia emotiva; Settimo diritto: spontaneità e logica; Ottavo diritto: saper di non sapere; Nono diritto: autonomia dei punti di vista; Decimo diritto: libertà di scelta; Diritti e valori; Quarto livello: apprezzare e motivare; La motivazione; Il rinforzo; Criteri per rinforzare; Classi di rinforzo; Accettazione e conferma; Eco; Riflessione; Apprezzamento, incoraggiamento e supporto; Parafrasi; Sviluppo della risposta; Quinto livello: immagine di sé e autostima; Immagine e conoscenza di sé; Complesso di superiorità)
Comunicazione non verbale
(La comunicazione non verbale; Comunicazione verbale e non verbale; Contesto e congruenza dei gesti; Microespressioni, gestualità e parola; Atteggiamento corporeo ed emozioni; Volto e mimica; La comunicazione mimico-emotiva (a cura di Luca Marzari); Emozioni di base; Sorpresa; Paura; Disgusto e disprezzo; Collera e rabbia; Tristezza; Interesse; Gioia e felicità; Mimica, tensione ed emozioni; Contatto oculare; Riflesso di orientamento; Indicazioni per il contatto oculare; Voce: tono, volume, ritmo)
Comunicazione verbale
(La comunicazione verbale; Il silenzio; Cogliere il momento opportuno: "Timing"; Fare domande; Domande aperte e chiuse; Domande chiuse; Domande aperte; Domande in sequenza; Controllo dello stimolo; Parafrasi; Riflessione; Giustificazione; Indicazioni, prescrizioni e richieste; Autoapertura; Libere informazioni; La critica; Senso di colpa; Senso di ignoranza; Senso di ansia generica; Senso di responsabilità; Criticare costruttivamente; Accettare le critiche costruttive; Proteggersi dalle critiche aggressive e manipolative; Disco rotto; Annebbiare; Ignorare selettivamente; Separare gli spunti; Inchiesta negativa; Disarmare la collera; Concludere l'interazione; Conclusione cognitiva; Conclusione sociale; Conclusione motivante; Conclusione percettiva)
Pensiero e linguaggio
(Gli aspetti cognitivi dell'assertività; Pensiero strategico come forma di autocontrollo; Linguaggio interiore; Vincoli e problemi; Pensieri ed emozioni; L'analisi delle idee; Le idee irrazionali; Affermazioni astratte di dovere; Affermazioni astratte di bisogno; Perfezionismo e valore umano; Terribilizzazione e catastrofismo; Impegno nell'azione; Razionalità; Antiassolutismo)
L'assertività in azione
(Parlare in pubblico; Le regole del parlare in pubblico; Il negoziato; Il processo del negoziare; La regola delle 3A; Il dialogo con i bambini; La regola delle 3A in situazioni critiche; Attend; Assess; Address)
La formazione assertiva
(Apprendere l'assertività; Le abilità relazionali; Analisi pluridimensionale dell'assertività; Programmi di formazione; Paradigmi della formazione assertiva; Paradigma condizionale; Paradigma cibernetico; Paradigma esperienziale; Paradigma teleologico cognitivo; Valore euristico dei diversi paradigmi; Percorso formativo; Spontaneità e assertività; Spontaneità e apprendimento; Personalità e formazione assertiva; Centralità del comportamento; L'Assertività e l'arte della Meditazione; Obiettivo finale della formazione assertiva)
Conclusione
Test
(Test di assertività/passività; Test discriminativo; Test relazionale)
Riferimenti bibliografici
Indice analitico
Indice dei nomi
Indice delle illustrazioni.


  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità