Mente, pensiero e azione nel realismo critico
Autori e curatori
Contributi
Enrico Berti, Ivana Bianchi, Franco Cambi, Ferdinando Luigi Marcolungo, Igor Pelgreffi, Ugo Savardi, Timothy Tambassi
Collana
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 144,      1a edizione  2013   (Codice editore 1520.737)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 19,00
Disponibilità: Discreta




Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788820424992
Informazioni sugli e-book

Clicca qui per provare l'e-book
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 13,50
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Codice ISBN: 9788856871401
Disponibile anche in:
Informazioni sugli e-book


Clicca qui per provare l'e-book

In breve
Se la relazione problematica tra pensiero-linguaggio-realtà ha animato quasi tutta la storia della filosofia, discipline più attente ai problemi dello studio della realtà, tramite la rilevazione e la costruzione di dati empirici, non sempre hanno mostrato attenzione alla relazione tra ‘dato rilevato’ e realtà osservata. Il volume riflette sul rapporto tra conoscenza di senso comune e conoscenza scientifica, recuperando tradizioni di pensiero a volte dimenticate se non sottovalutate.
Utili Link
Sociologia e Politiche Sociali Recensione (di Antonio Iannaccone)… Vedi...
Presentazione del volume

In un momento in cui sembra si sia realizzata la società virtuale, la modernità liquida, autorevoli filosofi ci hanno ricordato che la realtà sociale esiste in re, indipendentemente dal soggetto e dalle sue interpretazioni. L'uomo della strada sa bene che anche se chiude gli occhi il mondo non scompare e che vi sono eventi, processi, fatti sociali che hanno ripercussioni forti sulla sua vita personale e su quella dell'intera società, rispetto ai quali nulla possono la sua volontà, il suo rifiuto, la presa di distanza e l'impegno attivo. Il mondo va ad una velocità che spesso spaventa, ma nessuno può dire fermate il mondo perché voglio scendere!
Tale consapevolezza banale è ovviamente conoscenza acquisita anche da parte di filosofi e scienziati sociali che ai livelli più alti della speculazione si sono interrogati sul rapporto tra pensiero, categorie di analisi, prospettive valutative e realtà sociale. Tuttavia, negli ultimi decenni, il pensiero postmoderno ha spesso sostenuto tesi costruzionistiche, per le quali poiché la realtà sociale è muta, ciò che è reale sono solo le interpretazioni che di essa si danno, le narrazioni che se ne fanno. E poiché qualsiasi interpretazione o narrazione muove sempre da un punto di vista, e i punti di vista possono essere molteplici, non esiste più una verità di fatto, ma esistono tante verità quante sono le prospettive di analisi. Se il merito analitico delle tesi costruzionistiche è stato quello di svelare la natura del potere o dei poteri che definiscono e impongono alcune verità, l'effetto non voluto è stato quello di dare spazio a tesi revisionistiche, che soprattutto in campo storico hanno portato alla negazione di eventi e fatti, di cui sono ancora testimoni viventi coloro che li hanno vissuti.
I contributi del volume non entrano nel dibattito sul revisionismo, ma mettono in evidenza, da una prospettiva filosofica, pedagogica, psicologica e sociale, che la realtà sociale, intesa come realtà 'esistente' in re, costituisce una sfida conoscitiva a cui le scienze umane non possono sottrarsi, nel tentativo di riallineare conoscenza scientifica e di senso comune.

Paola Di Nicola, professore ordinario di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l'Università degli Studi di Verona, si occupa, da una prospettiva teorica ed empirica, dei più rilevanti cambiamenti che hanno investito la società moderna, con una particolare attenzione al tema della famiglia, del capitale sociale, della cultura.

Indice


Paola Di Nicola, Introduzione
Enrico Berti, Il realismo gnoseologico nella filosofia contemporanea
(Significato filosofico del realismo; Il "nuovo realismo" e il dibattito da esso suscitato; Che significa "verità"?; Diversi tipi di verità; Verità e interpretazione; Verità e metafisica)
Ferdinando Luigi Marcolungo, Il problema del realismo: centralità della coscienza e livelli di realtà
(Centralità della coscienza: "presente e manifesto"; Livelli distinti di realtà: esserci e atto di essere; Conclusioni)
Ugo Savardi, Aporie del realista: ingenuo o critico che sia. Fenomenologia Sperimentale della Percezione nell'esperienza del mondo
(Introduzione; Anamorfosi; Illusioni (ovvero: singolarità della visone); Chairs (continua Illusioni); Noci; Problema Inverso; Conclusione e premessa; Dall'Aporia all'Errore; Conclusione)
Timothy Tambassi, Il realismo sugli universali: una breve introduzione al dibattito contemporaneo
(La disputa sugli universali; Che cos'è il realismo sugli universali; Vari tipi di realismo; Posizioni rivali; Una breve riflessione conclusiva)
Franco Cambi, Realismo critico e pedagogia: un rapporto integrato
(La tradizione del "realismo critico"; Ripresa e affinamento dell'attuale "realismo critico"; Livelli di realtà e "livelli di realismo"; Anche in pedagogia?; Un modello teorico in azione?)
Ivana Bianchi, Realismo (critico e ingenuo) e ricerca psicologica
(Introduzione; Studio dei fenomeni o studio della realtà? Realismo e fenomenologia sperimentale della percezione; Il posto dei fatti sotto osservazione nella fisica ingenua: dalla fenomenologia dei movimenti ai naïve beliefs; Osservazioni conclusive)
Igor Pelgreffi, Nuovo realismo? Osservazioni sopra un recente dibattito italiano
(Nuovo realismo?; Posizioni sul realismo; Digressione: nuove morfologie ed engagement; Note critiche sulla querelle; Credere al mondo esterno; L'inemendabile e l'esistente)
Gli autori.