Non tanto diversi. Attività nei centri diurni per persone adulte con disabilità. Teoria e buone prassi
Contributi
Daniele Antonini, Serena Ballini, Miloud Benahmed Miloud, Lori Benedetti, Antonio Bocchini, Silvia Bracci, Barbara Bruni, Andrea Canevaro, Raika Cannone, Franco Coluccia, Laura de Mariassevich, Pasquale Esposito, David Forti, Laura Laterza, Sonia Masciangelo, Luigi Merico, Antonio Meucci, Carlo Palma, Barbara Pellegrini, Sergio Petroni, Roberta Placidi, Claudio Proietti Panatta, Patrizia Santolamazza, Letizia Sarra, Francesca Spadintessa, Giannunzio Trovato, Luisa Vaugliviello, Valentina Vicovaro
Livello
Testi per insegnanti, operatori sociali e sanitari. Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 274,   2a ristampa 2018,    1a edizione  2013   (Codice editore 1305.177)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 33,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 21,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 21,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
È possibile sviluppare l’integrazione in un’ottica inclusiva? A partire da cose piccole ma chiare, il volume illustra le attività e le pratiche di riabilitazione implementabili nei centri per persone disabili.
Utili Link
Disabili.com Recensione… Vedi...
Superando.it Centri Diurni per adulti con disabilità… Vedi...
SuperAbile Inail Intervista… Vedi...
Presentazione del volume

È ancora possibile proporre un fare innovativo nella realtà dei centri per persone disabili adulte? È possibile sviluppare l'integrazione in un'ottica inclusiva?
È possibile, sostengono le autrici, partendo dalle attività, in un centro aperto all'esterno che si confronti con un mondo in continuo cambiamento dove il fuori si traduce in opportunità e trasformazioni. Un centro diurno dunque che sia attivo, luogo di incontro e di partenza, dove si entra e soprattutto si esce, dove le persone possano scegliere, che accoglie i gravi ma non svilisce le proposte, non gioca al ribasso, non si fa limitare dai limiti. Un centro diurno che abbia una "teoria" costruita sugli apporti contemporanei a proposito di emozioni-interazioni-relazioni.
Questa impostazione pone al centro la persona, la qualità della sua vita, svincolandosi dalla cura del deficit e dall'illusione che ogni gesto sia "terapia". E propone un "fare" che dà piacere, un fare che può diventare significativo per la persona e chi le sta vicino: con le opportune sollecitazioni, tutti possono trovare un proprio posto nella comunità.
Nella prima parte viene illustrata l'idea di riabilitazione, la teoria che ispira la scelta delle attività, dove e come realizzarle. La seconda parte è dedicata alla narrazione delle attività: il taglio descrittivo e analitico è una scelta di campo. Attività inserite nei contesti a loro propri, che uomini e donne praticano nella vita di ogni giorno e restano quello che sono: attività produttive, culturali e ricreative senza diventare percorso "speciale".
La buona prassi è fatta di cose piccole ma chiare.

Laura Piccinino, educatrice coordinatrice, inizia la propria attività nei centri speciali, poi nei servizi riabilitativi del Comune di Roma. Partecipa alla lotta per il diritto all'integrazione e si specializza nell'integrazione scolastica dei bambini con disabilità gravi nel Servizio materno infantile della ASL Roma E. Ha lavorato, fin dalla loro apertura, nei centri diurni per persone disabili adulte.
Carla Santa Maria, psicologa e psicoterapeuta. Ha lavorato come dipendente e consulente in comunità residenziali per minori e istituti scolastici. Lavora da molti anni nella comunità residenziale e in un centro diurno dell'Area Disabili Adulti della ASL Roma E in convenzione con le cooperative Avass e Seriana 2000. Svolge attività libero-professionale di psicoterapia.

Indice


Andrea Canevaro, Prefazione
Silvia Bracci, Premessa
Introduzione
Parte I
Che cosa sono le attività
(Dare senso alla propria vita; Autonomia; Abilitazione/riabilitazione; Quali tecniche in riabilitazione)
Emozioni e sentimenti
("Al principio era l'emozione - ma al principio dell'emozione era l'azione"; Emozione, memoria e azione; Motivazione ed emozione; Bisogni e desideri)
Il centro: una proposta perché e per chi
(Quali sono le persone, che cosa chiedono e perché si rivolgono ai servizi?; Luogo di incontro; Entrare al centro; Dalla famiglia al centro e dal centro alla famiglia; Diventare adulti; A proposito di persone con disabilità complessa; Gradazioni di aiuto; Sulla composizione numerica: qual è la giusta proporzione; Dal centro al lavoro; Invecchiare al centro)
Incontrarsi al centro e fuori
(Fare gruppo; Amicizia; Il quartiere; Il centro è; Il centro non è)
Le attività: dall'idea alla realizzazione
(L'idea; Scelta e motivazione; I dodici comandamenti)
Professioni di aiuto
(Il ruolo dell'operatore; Dall'empatia alla relazione; L'intervento nei comportamenti problematici; La comunicazione; Il lavoro in équipe; Formazione; Tutor)
I luoghi dell'aggregazione
(Lo spazio; Stare insieme e stare soli; L'ambiente personalizzato; Attività e contesto)
Parte II. Le attività
Introduzione
Il pranzo
(Che cos'è un buon pranzo; Tutti a tavola; Tutto cominciò con un peccato di gola)
Piccolo bar
(Venditori e clienti; Sbagliando si impara; Coppie al lavoro; Ordini e consegna)
Il giornalaio
(L'edicolambulante; Giornali. Vendere e leggere; Francesca Spadintessa, La postazione fissa)
Cucina
(Mi piacerebbe cucinare; Il corso di cucina; La spesa. Al mercato e al supermercato; Il piatto speciale)
Uscire da soli e in gruppo
(Attraversare)
A proposito del mantenimento delle competenze
(Basta didattica!; Le attività e il tempo; Il cartellone delle attività; Quantità; Documentare le attività)
Scuola e centro diurno
(Ragazzi con disabilità grave a scuola; Integrazione tra scuola e centro)
Musica
(Musicainsieme; La musica che si ascolta, la musica che si produce; Tutti a Santa Cecilia!; Laura de Mariassevich, Musicarmonia; Carlo Palma, All'Auditorium; Il concerto. Un'esperienza di eccellenza; A lezione di canto; David Forti, Canta che ti passa la paura)
Cura della persona
(Non solo belli dentro; Specchio delle mie brame; Cucire per sé; Dal parrucchiere; A scuola di trucco)
Il corpo in movimento
(Sonia Masciangelo, Una terapista al centro;
Luisa Vaugliviello, In palestra
Luigi Merico, "Sono forte come Totti": attività di calcio a 8;
Miloud Benahmed Miloud, Un calcio al pallone e uno alla disabilità; "Semo i mejo!"; Andiamo a cavallo; Karate, perché il karate?; Antonio Bocchini, Otagai ni rei!; In piscina; Patrizia Santolamazza, L'istruttore; Gli operatori e la terapista in acqua; Sotto la doccia)
Roma e non solo
(Camminare con il naso all'insù; Miloud Benahmed Miloud, Conoscere la città; Letizia Sarra, 3. Una nota di cultura; Lori Benedetti, Fuori; Giannunzio Trovato, m Visita alla Biennale d'arte a Venezia; Serena Ballini, Laura Laterza, Barbara Pellegrini, Andiamo all'estero: Barcellona; Franco Coluccia, Trekking. Lassù sulle montagne; Roberta Placidi, Roma dentro e fuori: proposte per il vostro tempo libero; Sergio Petroni, A pranzo fuori: il pranzo come complemento dell'attività)
Amicizia e...
(Barbara Bruni, Il club degli amici; Valentina Vicovaro, Il gruppo e la coppia; Claudio Proietti Panatta, Un leader per il gruppo)
Arte
(Non nasciamo tutti artisti; L'Art Studio Cafè; Raika Cannone, Tecniche per creare; Il banchetto, vendere i propri lavori)
Artisti di strada
(Il senso dell'umorismo; Il clown; Un'attività per chi?; Ridere con loro, non di loro; Daniele Antonini, Il joker; Il palcoscenico è la strada)
Cineforum
(Buio in sala; Franco Coluccia, Cinema per tutti?)
Il cortometraggio
(Un corto insieme; Pasquale Esposito, Fuori dal centro; Antonio Meucci, Cerchi e cercatori: appunti di lavorazione)
Giardinaggio
(Curarsi con i fiori?; Il mini-zoo. Tutto cominciò con due cavie peruviane; Pet therapy?)
Riflettere sull'esperienza
(Parlare, scrivere; Il convegno. Raccontare il proprio lavoro)
Bibliografia.


  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità