La mente del corpo: intenzionalità e inconscio della coscienza. L'azione umana tra natura e cultura
Autori e curatori
Collana
Livello
Testi per psicologi clinici, psicoterapeuti
Dati
pp. 320,      1a edizione  2015   (Codice editore 1250.248)

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 38,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 26,99
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 26,99
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Il volume si rivolge principalmente a psicologi clinici, psicoterapeuti e psicoanalisti, ma per la sua vicinanza all’ambito più generale della teoria della mente, per l’analisi critica della teoria freudiana della mente, per l’esplorazione dello spazio concettuale, in cui costruire una nuova teoria generale, può interessare anche il pubblico non specialista.
Utili Link
Il Sole 24 Ore.com Recensione (di Silvia Sperandio)… Vedi...
Psicoterapia e Scienza Umane Recensione (di Davide Cavagna)… Vedi...
Presentazione del volume

La mente del corpo è un saggio di psicoanalisi che, in controtendenza rispetto alla letteratura clinica corrente e da un'ottica marcatamente teorica, affronta il problema della teoria generale, tema centrale sino alla fine degli anni '70, oggi trascurato e quasi dimenticato.
Esso si ripropone, anzitutto, di fare il punto sullo stato dell'arte della teoria generale della psicoanalisi e di vagliare la solidità del modello freudiano della mente, che risulta difficilmente compatibile con il panorama filosofico, epistemologico e scientifico del nostro tempo. Tale esito critico esige una conseguente valutazione dell'idea, condivisa nel mondo psicoanalitico ma assai fragile dal punto di vista teorico e logico, secondo cui la falsificazione del modello freudiano della mente (metapsicologia) sarebbe irrilevante per la teoria e la pratica clinica.
L'analisi critica dimostra invece la necessità e l'urgenza di rimettere mano al progetto di una riformulazione teorica globale, che i rapaportiani non riuscirono a realizzare negli anni '70, ma che il modificato panorama scientifico e culturale sembra oggi incoraggiare e consentire. In vista di tale obiettivo è necessaria una preliminare esplorazione del territorio concettuale per individuare il punto di vista, le direttrici essenziali e le coordinate generali dell'auspicata costruzione teorica. L'esplorazione parte dal riesame del concetto di intenzionalità,
da una nuova e differente soluzione del problema dell'intenzionalità inconscia e da una rilettura, organismica, "incorporata" e saldamente ancorata all'evoluzione, della tematica dell'Io e dell'inconscio. Sembra, infatti, ragionevole che si debba ormai espungere l'inconscio dalla classe delle cose-che-spiegano (explanans) per situarlo, più correttamente e logicamente, in quella delle cose-da-spiegare (explanandum).

Gian Paolo Scano è nato a Villamar, in Sardegna, nel 1946. Psicologo e psicoterapista, vive e lavora a Roma. Sin dalla fine degli anni '70 ha insegnato in Scuole di specializzazione in psicoterapia psicoanalitica, tenendo corsi storico-critici sulla teoria freudiana e teorico-critici sulla struttura e lo sviluppo della teoria generale. Dal 1992 al 2012 ha diretto a Brescia il Laboratorio Teorico-Clinico per la riformulazione della teoria formale. È autore di numerosi saggi e articoli.

Indice
Introduzione: la teoria che ci manca
"Papà... ma l'inconscio esiste davvero?"
(L'inconscio di Freud; Una strana abitudine delle teorie; L'inconscio come categoria antropologico-culturale; I significati del termine "inconscio"; Modificazioni nel mondo, nella cultura e nella scienza; Conclusione)
L'inconscio e le scene (quasi) infinite del film della coscienza
(Cos'è "coscienza"?; La concezione freudiana della coscienza; Edelman: darwinismo neurale e teoria del nucleo dinamico; Damasio: emozione e coscienza; I quesiti della sfinge; Conclusione)
Suonò la campana a morto, ma la psicoanalisi non la volle sentire
(L'impresa di Rapaport, il decennio cruciale e la morte della metapsicologia; Tra Scilla e Cariddi: riduzionismo o mentalismo?; Suonò la campana a morto ma la psicoanalisi non la volle sentire; Teoria generale (metapsicologia) e teoria speciale (teoria clinica); Processi inconsci e osservazione empirica; Conclusione)
La fata e il talismano della strega: il potere segreto della fantasia inconscia
(Fantasia e fantasticare; I poteri del fantasma; La struttura complessa della nozione di fantasma; La fantasia inconscia non è un fenomeno; La fantasia come scena e narrazione; Conclusione)
La "realtà psichica" e l'"esame di realtà" della tartaruga di mare
("Realtà psichica" e "realtà materiale"; L'orologio di Antikythera e l'assunto ingegneristico; I processi psichici inconsci; L'esame di realtà ovvero Freud (e Rapaport) nella giara di Pirandello; L'esame di realtà delle tartarughe marine; Conclusione)
L'intenzionalità senza intenzioni della scarpa-che-sa-dove-andare
(Il soggetto intenzionale; Intenzionalità inconscia; Intenzionalità omuncolare e intenzionalità formale; I "disguidi interni" della scarpa-che-sa-dove-andare; Conclusione)
L'arco e le pietre che fanno l'arco: breve storia naturale dell'Io
(Un punto di vista organismico; Storia naturale dell'Io: l'Io in un mondo di qualia; L'arco e le pietre che fanno l'arco; Intersoggettività, soggettività, linguaggio; Conclusione: Maria nella rete intersoggettiva)
Il navigatore mentale e il cavallo del nonno: l'intenzionalità inconscia in una nuova chiave
(Il cavallo del nonno; Il navigatore mentale di Maria; Il progetto del navigatore mentale; E Maria raggiunse Milano (o fu il suo navigatore mentale?); Il cervello sa più di quanto la mente non sappia; La radice corporea del significato; Conclusione)
Biologia e cultura: quando Maria imparò ad essere Maria
(Le narrazioni della mente del corpo; Il padre dei racconti e le narrazioni di Maria; Soggettivazione e oggettivazione; Il padre dei racconti e le narrazioni di homo; L'attitudine metaforica della mente; Il racconto di Maria tra autenticità e falsificazione; Conclusione)
Conclusione: gli occhiali (nuovi) dell'orologiaio cieco
Bibliografia.


  • Psichiatria, neuropsichiatria, neuroscienze, psicofisiologia, psicobiologia
  • Psicologia cognitiva, psicologia della personalità
  • Psicologia sociale, di comunità, politica, ambientale, dell'emergenza, del turismo
  • Scienze e tecniche psicologiche per l'intervento clinico

    Scienze e tecniche psicologiche per il lavoro, l'impresa, le organizzazioni

    Teoria e tecniche dei test, psicometria, psicodiagnostica

    Scienze e tecniche psicologiche dello sviluppo e dell'educazione

    Teoria e tecniche per la riabilitazione

    Prevenzione e clinica delle dipendenze

    Psicologia giuridica, investigativa, forense, criminale, psicologia della devianza

    Psicologia della salute, psicologia del benessere, educazione al benessere

    Psicologia dell’arte e della letteratura, psicologia estetica

    Storia della psicologia

    Professione psicologo

    Servizi di cura


    Pubblicità