Thomas Gray Ludens. Frammenti dal Grand Tour
Autori e curatori
Argomenti
Livello
Studi, ricerche
Dati
pp. 192,      1a edizione  2014   (Codice editore 1116.11)
Peer reviewed content
Peer Reviewed Content

Tipologia: Edizione a stampa
Prezzo: € 22,00
Disponibilità: Discreta





Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (PDF) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,00
Possibilità di stampa:  No
Possibilità di copia:  No
Possibilità di annotazione:  Si
Formato: PDF con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare
Tipologia: E-book (ePub) per PC, Mac, Tablet
Prezzo: € 15,00
Formato: Epub con DRM per Digital Editions
Scarica Adobe® Digital Editions

Clicca qui per acquistare

In breve
Il volume vuole riconsiderare la centralità della figura di Gray nel canone della produzione in prosa del Settecento inglese e in specie della letteratura di viaggio. Il rigore storico-filologico di Paget Toynbee e Leonard Whibley, curatori dell’edizione delle lettere del 1935, consegna alla nostra attenzione la relazione del viaggio in Francia e Italia di Walpole e Gray, così come si compone lettera dopo lettera, con caratteri ‘anarrativi’ che anticipano lo Sterne del Sentimental Journey.
Presentazione del volume

Thomas Gray è per la gran parte del pubblico dei lettori il poeta della Elegy Written in a Country Churchyard. I suoi primi biografi, tratteggiando la figura di un uomo malinconico, operarono quasi una sovrapposizione fra la voce narrante della sua poesia più famosa e la persona biographica.
Il ritratto del poeta si cristallizzò ben presto in questa forma, a dispetto della ricchezza delle sfumature dell'uomo e dell'eclettismo dell'intellettuale.
Le Memoirs, pubblicate nel 1775 da William Mason, in realtà, già rivelavano l'incontenibilità del personaggio e della sua produzione in una etichetta univoca.
Thomas Gray Ludens. Frammenti dal Grand Tour vuole riconsiderare la centralità della figura di Gray nel canone della produzione in prosa del Settecento inglese e in specie della letteratura di viaggio. Il rigore storicofilologico di Paget Toynbee e Leonard Whibley, curatori dell'edizione delle lettere del 1935, consegna alla nostra attenzione la relazione del viaggio in Francia e Italia di Walpole e Gray, così come si compone lettera dopo lettera, con caratteri 'anarrativi' che anticipano lo Sterne del Sentimental Journey. La frammentarietà, il disordine, la lacunosità, la parodia di modelli precedenti, l'insistito citazionismo, tutto rivela un giocoso sperimentalismo che destruttura i modelli conosciuti, crea e distrugge.

Maria Grazia Dongu è professore associato di Letteratura inglese presso la Facoltà di Studi Umanistici dell'Università di Cagliari. Ha pubblicato saggi su Thomas Gray, così come sulla letteratura di viaggio di diverse epoche. Al viaggio come mediazione culturale e ricerca di sé ha dedicato il libro Naufragi, approdi e ritorni (Longo 2004). Gran parte della sua attività di ricerca ha come tema la rappresentazione dell'alterità in forme diverse, fra le quali il teatro, il giornalismo, il romanzo breve, il resoconto di viaggio.

Indice
Prefazione
Un viaggio e molti racconti
(Una storia da ri-narrare; I fatti: due amici in viaggio)
Comporre libri con frammenti: la storia editoriale delle lettere di Thomas Gray
(Storie di libri postumi: le raccolte delle lettere; Storia di appunti divenuti A Journal; In litigiosa collaborazione con l'autore defunto: le Memoirs (1775) di William Mason; I modi della collaborazione postuma: il piano editoriale di William Mason)
Un'opera aperta resiste alla chiusura: l'edizione delle lettere di viaggio del 1935
(Opera aperta: il caso, l'intenzione dell'autore, i vincoli di genere; L'impossibile ricostruzione di un ur-text completo: l'epistolario come opera aperta; L'edizione del 1935: il pieno e il vuoto; La narrazione spezzata e gli intrecci multipli; Il narratore: fra ansia di affermazione e nullificazione; Il pastiche e il diario di viaggio)
Nota biografica di Thomas Gray
Riferimenti bibliografici